Resta in contatto

Miti

Antonio Langella

Una delle sorprese più belle del Cagliari che a metà anni 2000 si ripresentava in Serie A davvero in grande stile con un attacco tutto velocità e fantasia

Questa è la pagina dedicata a Antonio Langella, attaccante nato a Napoli il 30 marzo 1977 e trasferitosi ancora bambino con la sua famiglia a Sorso dove inizia a formarsi calcisticamente. Una lunga gavetta lo porta a calcare i campi dilettantistici sardi, fino alla grande opportunità con la Torres nel 1999. Qui si fa notare dal Cagliari di Cellino, dove approda nel 2002, contribuendo in maniera determinante alla risalita in Serie A.
Proprio nel massimo campionato avviene la sua esplosione. Celebri le sue cavalcate palla al piede e una grinta che gli vale il soprannome di “arrogu tottu”. Con Zola, Esposito e Suazo forma uno dei reparti avanzati più spettacolari di quegli anni in Italia. Esordisce in Nazionale nel 2005, durante la Road to Germania 2006 con Marcello Lippi in panchina.

Ai microfoni di CalcioCasteddu raccontò:
“Ricordo che una domenica dopo una partita mi chiamò Cellino e mi disse: “tieniti in preallarme perchè Cassano si è infortunato e mi hanno avvisato che forse ci sei tu”. Io la presi a scherzare convinto che non chiamassero certo me. Quella sera rientrai a casa tardi, a Porto Torres, dai miei genitori. La mattina dopo alle nove squillò il telefono che avevo lasciato acceso, risposi e sentì: “Buongiorno Antonio, sono Gigi Riva”. Io spontaneamente dissi: “Dai ascolta, non ho voglia di scherzare, ho fatto tardi, lasciami dormire” e chiusi il telefono. Due minuti dopo squillò nuovamente: “Antonio sono davvero Gigi Riva, non sto scherzando!” e in quel momento misi a fuoco la voce che poteva veramente essere la sua. Allora in fretta e furia mi vestì e partì a Cagliari. Il viaggio da Sassari a Cagliari fu molto emozionante perché poi la notizia era uscita dappertutto e mi cercarono amici e parenti. Poi organizzare il viaggio, andare ad Assemini a prendere la borsa e le scarpe con l’aereo in partenza alle 14.00 che presi con Riva”.

Cosa rappresenta per voi Antonio Langella? Ditecelo qui sotto nei commenti!

14 Commenti

14
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Mario Carmelo Marceddu
Ospite
Mario Carmelo Marceddu

Lo abbiamo conosciuto di persona ad Asiago in ritiro è una persona squisita e molto alla mano a fatto una bella carriera in quel Grande Cagliari

Riccardo Di Vita
Ospite
Riccardo Di Vita

Non è stato un fuoriclasse, ha fatto qualche sciocchezza come quella volta all’aeroporto al rientro dopo una trasferta, ma mi è sempre rimasto simpatico ed ha sempre dimostrato un grande attaccamento verso la squadra. Grande Langella.

Pito
Ospite
Pito

Avesse avuto un altra testa e cervello sarebbe diventato un fuoriclasse

Marco
Ospite
Marco

Non dimenticherò mai la sua superpartita all’Olimpico contro la Lazio…., il cronista laziale non aveva più parole per commentarla. Mitico Langella

Fulmine
Ospite
Fulmine

Langella supersonico

lynyrd skynyrd
Ospite
lynyrd skynyrd

Grande Langella!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Molto bravo e combattivo grande Langella

Giovanni
Ospite
Giovanni

arrogutottu!!!

Giacomo pischedda
Ospite
Giacomo pischedda

Era forte, con una testa particolare

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Grandissimo!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Era forte sì…..grande gamba

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

arrogu tottu….ragazzi che trio Esposito.Langella .Suazo e a lanciarli un certo Zola…spettacolo

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Il mio idolo ❤️

Danilo Bg
Ospite
Danilo Bg

Tanti bei ricordi !!!!
Giocatore non eccelso, ma che dava tutto in campo, un grande !!!!!!!!
Con Esposito e Suazo un trio delle meraviglie.

Advertisement

Pierluigi Cera

Ultimo commento: "Si da noi faceva il mediano e con buona qualità, fece solo una parentesi da libero giusto quando si infortunò Tommasini, quando quest'ultimo si..."

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "Mauro Muscas l'esperto di mercato ha acquistato una scommessa per 13 miliardi (denaro con il quale si acquistava un giocatore vero), per farlo giocare..."

Antonio Langella

Ultimo commento: "Lo abbiamo conosciuto di persona ad Asiago in ritiro è una persona squisita e molto alla mano a fatto una bella carriera in quel Grande Cagliari"

Gigi Riva

Ultimo commento: "Nel paese natale, gli hanno dedicato una via , non vedo perché non dovremmo dedicargli il nome dello stadio, dopo tutto quello che ha fatto.."

Mauro Esposito

Ultimo commento: "Aveva la velocità nelle gambe e l'erba dell'area da verde diventava gialla quando accelwrava. Un giocatore Vero."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Miti

  • Pierluigi Cera

    Originario di Legnago, ha legato tutta la sua carriera alla maglia rossoblù, diventandone un...

  • Fabrizio Cammarata

    Originario di Caltanissetta, è stato l’acquisto più costoso della gestione ventennale targata Cellino e...

  • Mauro Esposito

    Originario di Torre del Greco, l’attaccante napoletano ha giocato in Sardegna i migliori anni...

  • Gigi Riva

    L’uomo simbolo dello scudetto ’69/’70 che arrivò a Cagliari per giocare una stagione, ma...