cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

1972. Vile imboscata interista al pullman rossoblù: feriti. Riva inferocito

Recuperiamo per i nostri lettori un increscioso episodio accaduto a fine ottobre 1972. Il Cagliari, dopo il match contro l’Inter rimase vittima di un vile agguato che per poco non sfociò in tragedia

(Fonte: Il Corriere della Sera, 1° novembre 1972)

MILANO. Fine ottobre 1972. Il Cagliari, reduce dal match deludente a San Siro contro l’Inter, lascia l’impianto in pullman. A poche centinaia di metri dallo stadio, tuttavia, si scatena l’inferno per la squadra rossoblù: “Dobbiamo accendere un cero a Sant’Antonio, se la vigliacca aggressione di cui siamo rimasti vittime non ha avuto gravi conseguenze“. Parola al medico sociale del Cagliari, il dottor Augusto Frongia, che spiega l’accaduto. “Ci hanno teso un’imboscata nel viale che collega il piazzale antistante lo stadio a piazzale Lotto. Da dietro gli alberi sono saltati fuori un centinaio di scalmanati, che hanno bersagliato l’autobus con grossi sassi“.

TRAGEDIA SFIORATA. “Un proiettile ha colpito in pieno il parabrezza mandandolo in frantumi: poi, proseguendo la sua corsa, ha raggiunto a uno zigomo l’autista Pietro Gnocchi, che ha subito frenato. La sassaiola è continuata fittissima. Tutti i vetri della fiancata sinistra sono andati in frantumi. Un sasso è passato a pochissimi centimetri dal volto della moglie dell’avvocato Delogu e, dopo aver rimbalzato sul montante di un sedile, mi ha centrato in pieno viso. Ho avuto veramente paura, come mai in precedenza“, sostiene Frongia in una drammatica testimonianza.

RIVA. Il particolare successivo coinvolge direttamente Gigi Riva: “Ho avuto paura anche per Gigi. Appena ha visto che l’autista si accasciava con l’occhio tumefatto sul volante, si è lanciato verso la porta dell’autobus per affrontare gli scalmanati. Per fortuna, non ha trovato la leva. Un sasso lo ha comunque raggiunto allo zigomo. Cosa di poco conto, per nostra fortuna“. Oltre il danno, la beffa: commentando l’accaduto, Nené polemizza contro le dichiarazioni del general manager interista Manni. Aveva insinuato che si trattasse di tifosi cagliaritani delusi. “Strano però che avessero bandiere nerazzurre… Non è stato solo un atto di teppismo, ma pure di vigliaccheria. Tirare sassi contro un pullman pieno di persone non è da uomini, ma da codardi“. L’Inter, attraverso un telegramma ufficiale, chiese scusa al Cagliari per l’accaduto.

Subscribe
Notificami
guest

21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Claudio Ranieri visse un Cosenza-Cagliari già il 4 febbraio 1990: in quell’occasione schierò un giovane...

Negli anni ’50, il Cagliari ebbe tra le sue file un portiere di Pola, che...

Era il 3 maggio 2017: la posa della prima pietra della Sardegna Arena, nata come...

Dal Network

Lo scontro diretto termina a favore dei pugliesi. In apertura di gara annullato a Cerri...
Dopo l’intervista nel post partita dei biancocelesti vittoriosi 4-1 alla cenerentola Salernitana del giocatore, interviene...
La società giallorossa ha messo in vendita i biglietti dei posti “a ridotta visibilità” di...

Altre notizie

Calcio Casteddu