Resta in contatto

Approfondimenti

Klavan, la storia rossoblù di “Raggie”

Come riportato negli scorsi minuti, Ragnar Klavan lascia ufficialmente Cagliari dopo poco meno di tre anni. Un percorso rossoblù con parecchie ombre

ADDIO, “RAGGIE”. Arrivato a Cagliari nell’ultimo giorno di mercato estivo nel 2018, Ragnar Klavan fu ingaggiato dalla società rossoblù per rinforzare la retroguardia con un innesto navigato e dalla solida esperienza internazionale. Per chi aveva militato tante stagioni in Eredivisie, Bundesliga e Premier League, titolarissimo e capitano dell’Estonia, una nuova stimolante avventura. Oggi, il giorno dell’addio dopo la scadenza di contratto scattata ieri, si può affermare a ragion veduta che “Raggie” ce l’abbia messa tutta: ma non è riuscito, se non abbastanza raramente, nell’impresa di farsi ricordare in maniera positiva.

TRAMONTO. E di certo non si parla di professionalità, dedizione alla causa, compostezza e stile. Ragnar Klavan è un grande uomo, a livello generale e come sportivo. La sua carriera lunghissima parla in autonomia. Purtroppo… arrivare già infortunato a Cagliari, inseguire guarigione e forma migliore, il doversi confrontare con un calcio rapido e implacabile come quello della Serie A lo ha esposto senza pietà a diverse magre figure, contro avversari rapidi e freschi. Non è mai stata la sua dote migliore, la velocità. Peccato. Klavan, primo estone nella storia del club, chiude la valigia portando via con sé 64 presenze ufficiali, di cui 61 in campionato e 3 in Coppa Italia. E tanti ricordi dalla Sardegna. In bocca al lupo, Ragnar!

20 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "È da anni che la difesa è imbarazzante ma pare che nessuno della dirigenza se ne sia mai accorto"

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Chi sceglie 'è' Liverani. Questo nostro è un gioco."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "per me Deiola è prezioso non sarà un fuoriclasse ma dà l'anima per la squadra e tiri da lontano che sono belli da vedere"

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti