Resta in contatto

News

Anticipi Serie A: la Fiorentina batte 2-0 la Juventus e va in Conference. Lazio-Verona 3-3, Atalanta fuori dai giochi

Nella prossima Europa League ci saranno i biancocelesti e i cugini della Roma, vittoriosi ieri nettamente in casa del Torino

Già sicure di giocare in Champions nella prossima stagione Milan, Inter, Napoli e Juventus, definita il quadro che disputerà l’Europa League, oltre alla Roma. Ecco le sintesi delle gare di stasera:

LAZIO-HELLAS VERONA 3-3. Parte fortissimo la compagine di Tudor, che va in vantaggio al 6’ grazie al colpo di testa di Simeone. Otto minuti più tardi Strakosha è nuovamente trafitto, stavolta da Lasagna grazie ad un mancino violentissimo dai 25 metri: palla che prima colpisce due volte il palo poi va in rete. I biancocelesti accorciano le distanze (16’) con l’assist di Felipe Anderson per Jovane, che controlla e sigla col destro. 13’ dopo pareggia Felipe Anderson, il quale non lascia scampo a Berardi con il destro aiutato da un rimpallo. Dopo un avvio coi botti, la gara vive di ritmi più bassi. Al 16’, dopo la respinta corta di Berardi sul bolide di Felipe Anderson, Pedro sigla il tris biancoceleste. Al 26’ il portiere di casa respinge il tiro velenoso di Lasagna, vicinissimo al 33’. Che (32’) arriva con Ongla. Protestano i giocatori della Lazio, per posizione irregolare, ma gol convalidato dopo controllo Var.

FIORENTINA-JUVENTUS 2-0. Al 19’ punizione di Biraghi, destinata sul secondo palo, Bonaventura calcia col destro e sfiora la marcatura. L’ex Milan ancora pericoloso al 27’ col destro dopo aver eluso Miretti, palla in angolo sulla deviazione di Alex Sandro. Al 45’ Duncan, servito da Bonaventura, con un piattone batte di potenza Perin. L’arbitro valuta un contrasto di gioco il taglio subito da Chiellini e convalida la rete. Al 4’della ripresa Gonzalez vicinissimo al raddoppio, che non arriva neanche al 33′, quando prima Piatek trova la risposta di Pinsoglio subentratoa Perin, quindi sulla ribattuta altro intervento del portiere su Bonaventura. Rigore per la Fiorentina (46′) decretato da Chiffi per l’atterramento di Torreira da Bonucci. Dal dischetto  Gonzalez non sbaglia e sigla il definitivo 2-0.

ATALANTA-EMPOLI 0-1. Dopo l’inizio aggressivo dei toscani, sono i bergamaschi a fare la contesa. Vicario (9’) è strepitoso sul colpo di testa di Zapata, che un minuto dopo è ancora fermato dal portiere. L’assedio verso la porta ospite continua con le conclusioni di Boga al 21’. Koopmeiners dieci minuti dopo, Djimsiti (32’), Zappacosta al 33’ e ancora Zapata al 35’. Senza Vicario, probabilmente la squadra orobica avrebbe segnato almeno tre volte. Al 40′ è Viti ad opporsi ancora a Zapata, il quale non può gioire neanche al 43’. Continua ad essere stregata la porta ospite per gli orobici. Al 10’ Boga colpisce la traversa con destro a giro, successivamente (27’) Musso dice no a Cutrone, negando all’ex Fiorentina lo 0-1. Che è solo rimandato al 34’, con Stulac che supera Musso con un destro a giro. Vicario ancora super su Pessina al 42′, poi Scalvini mette fuori.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News