Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Posticipo Serie A. Milan corsaro allo Stadium: 3-0 sulla Juventus e Atalanta riagguantata

Lo spareggio per un posto nella prossima Champions è rossonero grazie alle perle di Brahim Diaz, Rebic e Tomori

Juventus annichilita. Allo Stadium la sfida che vale il secondo posto la vince in modo pesante per 3-0 il Milan. A tre giornate dalla fine se non decisiva, lo è quasi.

UNA POLTRONA NELLA PROSSIMA CHAMPIONS LEAGUE. Padroni di casa pericolosi col tiro al volo (3’) di De Ligt, che però trova la grande opposizione di Theo Hernandez che spazza la sfera in angolo. Al 14’ Rabiot trova la ribattuta di un avversario, mentre dall’altra parte Brahim Diaz (18’) in girata lascia partire una conclusione, di poco sopra all’incrocio dei pali. Lo stesso giocatore si ripete due minuti dopo, Szczesny si fa trovare pronto alla parata a terra. Uscita a vuoto di Donnarumma, Chiellini lo grazia  non trovando, alla mezzora, lo specchio della porta. 37’: Theo Hernandez entra in area in velocità e serve Ibrahimovic, Alex Sandro salva sulla linea e si salva in corner. Ancora Theo Hernandez a seminare scompiglio davanti alla porta bianconero e altro salvataggio in extremis. Tuttavia i rossoneri vanno alla pausa si 15’ avanti per la rete siglata da Brahim Diaz, che batte Szczesny uscito di pugno, restando troppo fuori porta, e costretto a vedere il pallone insaccarsi all’incrocio dei pali. Rete confermata dal Var, dove ad assistere Valeri in campo, c’è Calvarese.

La squadra di Pirlo inizia la ripresa di buona lena per cercare almeno il pareggio. Al 1’   Morata innesca in area Bentacur, ottimo però Donnarumma che si distende e salva. Spingono ancora i piemontesi, che al 12’ per il braccio largo di Chiellini, rimediano un rigore, assegnato dall’arbitro dopo un consulto al monitor Var. dal dischetto Szczesny si oppone a Kessiè. Scampato il pericolo la Juventus riprende a spingere, ma con pochi pensieri per la difesa meneghina.  Al 26’ il portiere di casa deve uscire alla disperata su Calhanoglu lanciato verso il raddoppio. Che sigla Rebic in modo fantastico (33’) con una botta a giro che bacia la rete) su leggera deviazione di De Ligt. Cinque minuti dopo gara in ghiaccio per il tris firmato Tomori di testa sugli sviluppi del piazzato battuto da Calhanoglu.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Mercato leggero? Per i lettori di CalcioCasteddu il Cagliari si è fatto illudere dai risultati di gennaio

Ultimo commento: "La società Cagliari calcio continua a comprare bidoni se va avanti così finiamo in serie c"

(SONDAGGIO) Mercato invernale “leggero”, rosa competitiva o è finita l’illusione di gennaio?

Ultimo commento: "Ranieri, te l'avevo detto di non venire a Cagliari. Con questo Presidente ci rimetti la faccia e questo mi dispiace molto."

(SONDAGGIO) C’è spazio per Nainggolan nel Cagliari di Ranieri?

Ultimo commento: "L'ha finita alla spal il fenomeno, che vergogna. ..."

Nainggolan, per i lettori di CalcioCasteddu farebbe ancora la differenza nel Cagliari

Ultimo commento: "Nainggolan si è dimostrato un piccolo uomo. ..."

(SONDAGGIO) Pavo e Lapadula funzionano, giusto sacrificare Luvumbo?

Ultimo commento: "Ranieri la disposizione dei giocatori e questa purtroppo troppi infortunati quando sono disponibili tutti ci sarà l'imbarazzo della scelta andiamo..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News