Resta in contatto

News

Buona la prima in panchina per Pirlo: la sua Juventus supera 3-0 la Sampdoria

Il tecnico lancia dal primo minuto il giovane Frabotta e fa esordire il texano Mc Kenne. In gol Kulusevski, Bonucci e Ronaldo

Con un gol per tempo la Juventus campione d’Italia da nove stagioni di fila, riparte con una vittoria netta per 3-0 sulla Sampdoria.

LA PARTITA. Sorprende Pirlo, nella sua prima partita sulla panchina dei campioni d’Italia. Non solo schiera un 3-5-2, ma soprattutto lancia dal 1’ il giovane Frabotta e lo statunitense Mc Kenne. L’equilibrio si spezza al 14’, quando Kulusevski (dopo una serie di rimpalli all’interno dell’area doriana) apre il piatto sinistro e a bucare l’incolpevole Audero sul palo lontano. Trovato il vantaggio i padroni di casa gestiscono la partita, sfiorando il raddoppio al 24’ sul contropiede rapidissimo innescato da McKennie e innesca Ronaldo, che in area col mancino dalla sinistra, per poco non spacca la traversa. Solo una squadra in campo, mentre la Sampdoria appare in confusione. Gran palla di Ramsey per Ronaldo, sfera fuori d’un soffio al 34’.  Ottimo primo tempo per Frabotta, Kulusevski e il texano Mc Kennie.

RONALDO FA 26 IN ALTRETTANTE GARE DEL 2020. Ranieri prova a cambiare qualcosa, inserendo a inizio ripresa Yoshida, Quagliarella e Ramirez. Timidi segnali per i blucerchiati verso la porta avversaria, ma troppo poco per riaprire la sfida dello Stadium, che si anima per i circa 1000 presenti al 26’, quando Quadrado cambia gioco per De Sciglio, che calcia ma si trova il tiro deviato in corner. Alla mezz’ora Ronaldo impegna Audero su punizione, ma il risultato non cambia. Cosa che accade al 33’, complice una difesa sampdoriana addormentata, che si perde Bonucci bravo a siglare il 2-0.  Improvvisa conclusione di Ramirez al 37’. Sugli sviluppi super parata di Szczesney su Yoshida. Clamoroso intervento del portiere blucerchiato al 40’ su Mc Kenne. Due minuti dopo Quagliarella sfiora la marcatura, che avrebbe riaperto i giochi. Gloria infine al 44’ anche per Ronaldo, che sull’imbeccata di Ramsey, fulmina col destro in diagonale, Audero per il 3-0 finale.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Peggio di così è difficile. 8 anni due retrocessioni e 6 campionati mediocri, però con lo stadio di tubi innocenti (di Cellino) e le magliette..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News