Resta in contatto

Cagliari 1920 - 2020

La stagione 1997/1998: Cellino ingaggia Ventura e riconquista immediatamente la Serie A

Prosegue il nostro cammino che ci porterà a toccare tutte le tappe più importanti dei cento anni della storia rossoblù: il tecnico genovese ricostruisce uno spogliatoio demotivato e ottiene la promozione

Il ritorno in Serie B è un brutto colpo per tutto l’ambiente cagliaritano, a maggior ragione per come la retrocessione è arrivata.Lo sconforto generale deve essere spazzato il prima possibile, e per farlo Cellino si affida a un allenatore emergente, reduce dal doppio salto di categoria (dalla C1 alla A) con il suo Lecce: si tratta di Giampiero Ventura. Il presidente rossoblù, per convincerlo a scendere nuovamente in B nonostante la massima serie appena conquistata, lo accontenta in tutto.

IL MERCATO. Arrivano, proprio dal Lecce, i pupilli del tecnico: dentro Cavezzi, Centurioni, De Patre, Macellari e Zanoncelli, alla società giallorossa va invece Cozza. Oltre ai “leccesi”, vengono acquistati anche Vasari, Franzone e Scarpi (quest’ultimo è un prodotto del vivaio rossoblù che ritorna dopo il prestito alla Reggina). Tante le partenze: Abate, Bettarini, Pancaro, Bisoli e Tovalieri.

L’AVVIO DI STAGIONE. La partenza del Cagliari è altalenante, con buoni risultati ma anche con qualche battuta d’arresto che lascia un po’ perplessi i tifosi. Dopo la netta sconfitta sul campo del Torino (3-0), si accende però la lampadina: i rossoblù avviano una serie positiva di otto giornate senza sconfitte che li lancia definitivamente in zona promozione. Al termine del girone di andata, le due protagoniste sono Venezia e Salernitana, che comandano stabilmente la graduatoria.

IL GIRONE DI RITORNO. Il Cagliari viaggia a una buona media e, nonostante il duo di testa sia praticamente irraggiungibile, riesce a mantenere un discreto vantaggio sulla quarta posizione. La netta sconfitta sul campo della Salernitana è una brutta botta che viene assorbita a fatica: il risultato è che il vantaggio sulle dirette inseguitrici inizia ad assottigliarsi.

DI NUOVO IN A. Lo scontro clou al Sant’Elia contro il Venezia (trentaseiesima giornata) è di quelli da far tremare i polsi: chi vince è già in A. Ma tutto è rimandato, perché le due squadre non vanno oltre il pareggio. Altri colpi di scena (la sconfitta sul campo dell’ormai retrocesso Ancona), sembrano rimettere tutto in discussione, ma il punto finale guadagnato al Sant’Elia contro il Chievo permette al Cagliari di festeggiare l’immediato ritorno in Serie A.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Il tutto parte da Giulini perché è lui che negli ultimi anni ha fatto il mercato e non il ds, dunque per me in primis al Cagliari manca il rispetto..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini comunque vada un tecnico giovane bravo e con tanta voglia di fare bene sia in A o B e col cuore ROSSOBLU"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Cagliari 1920 - 2020