cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La stagione 2018/2019: tante partenze, si rischia, ma alla fine Maran centra la salvezza

Prosegue il nostro cammino che ci porterà a toccare tutte le tappe più importanti dei cento anni della storia rossoblù: il tecnico trentino (con fatica) centra l’obiettivo stagionale

La salvezza acciuffata per i capelli al termine della stagione precedente ha scavato un nuovo solco tra la società e la tifoseria. Così, il presidente Giulini sceglie di persona di non confermare il tecnico Diego Lopez e di affidarsi a un allenatore con più risultati ottenuti. Al suo posto, la rosa è ristretta sostanzialmente a tre candidati: De Zerbi, Juric e Maran. La scelta ricadrà proprio su quest’ultimo, sempre su indicazione del presidente, convinto di non voler stravolgere il sistema di gioco (4-3-1-2) che il Cagliari pratica da ormai tanti anni.

IL MERCATO. Per quanto riguarda i trasferimenti, lasciano la Sardegna Caligara, Ceter, Crosta (destinazione Olbia), Han, Giannetti, Castan, e Deiola (tornerà poi dal prestito al Parma). Gli arrivi sono quasi tutti stranieri: si tratta di Srna, Bradaric, Klavan, Castro e Cerri, che torna in Sardegna a titolo definitivo, acquistato dalla Juventus per la bella cifra di 10 milioni di euro.

L’AVVIO DI STAGIONE. L’esordio non è certo scintillante, e arriva la prima sconfitta: quella sul campo dell’Empoli (2-0). Va meglio in casa, alla Sardegna Arena, quando gli uomini di Maran sfiorano la vittoria contro il Sassuolo. La prima gioia arriva comunque la settimana successiva, sul campo della forte Atalanta. Il trend migliore per i rossoblù è alla decima giornata: sette punti in tre gare. Da quel momento in poi, però, il Cagliari ha un calo pesante, con appena quattro pareggi e tre sconfitte. Resta comunque il buon margine sulla zona rossa della classifica.

MEZZA RIVOLUZIONE. Col mercato di gennaio, il ds Carli piazza una serie di cessioni e acquisti che cambiano il volto della rosa: vanno via Dessena, Farias, Pajac, Sau, Andreolli. Arrivano Cacciatore, Birsa, Pellegrini, Despodov e Thereau.

IL GIRONE DI RITORNO. Nonostante la girandola di mercato, il Cagliari si trova invischiato in una pesante serie negativa di risultati, conquistando appena un punto in cinque gare. Il momento negativo viene poi allontanato con una serie di cinque vittorie in sei partite casalinghe, tra cui quella prestigiosa contro l’Inter. L’ultimo di questi successi, quello contro il Frosinone, permette ai rossoblù di arrampicarsi fino al decimo posto in classifica e di poter amministrare un discreto vantaggio sulla zona retrocessione. Ma un nuovo calo è dietro l’angolo, e il Cagliari dovrà sudare le proverbiali sette camicie per mettere in cassaforte una salvezza che sembrava ampiamente acquisita. Il punto decisivo, però, arriva in un importantissimo scontro diretto, sul campo del Genoa.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Una storia lunga più di un secolo: ripercorriamo insieme, link dopo link, tutti i più...

Dopo la permanenza in serie A ottenuta con qualche mese d’anticipo, stavolta i rossoblù devono...

Dal Network

L'ex campione del mondo da giocatore con l'Italia nel 2006, prende il posto dell'esonerato in...
La squadra di Juric, squalificato e sostituito da Paro in panchina, e quella di Di...

Altre notizie

Calcio Casteddu