cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Passetti: “La beffa col Parma? Siamo sempre sesti. Puntiamo all’Europa”

Le parole del direttore generale ospite a Videolina Sport. “Stiamo vivendo un gran momento. Domenica la Primavera contro la Juventus alla Sardegna Arena”

“Il Cagliari e la Sardegna nel calcio è una cosa unica al mondo. Il progetto Cagliari Calcio sta crescendo e i giocatori blasonati ora vogliono venire a giocare da noi”. Lo dice con orgoglio il direttore generale del club di Tommaso Giulini, Mario Passetti ospite a Videolina Sport, dove ha trattato vari temi, mettendo in risalto il campionato. Passetti, ricorda che, nonostante “la beffa subita dal Cagliari in pieno recupero sabato dal Parma, Siamo pur sempre sesti, anche alla luce dei risultati di oggi (pareggio tra Milan e Hellas Verona ndr) . Almeno da due gare abbiamo ritrovato quella mentalità che ci permesso  di portare a casa 13 risultati utili consecutivi nel girone d’andata. Siamo ripartiti da qui. Questo è un Cagliari forte. Prendere gol all’ultimo significa che gli avversari faticano tanto per segnare, questo deve darci fiducia e coraggio. Quello che conta è il gioco espresso a Milano e nella gara di ieri. Io, tifando Cagliari da più di 40 anni non ricordo tante formazioni più forti di questa. Ci dev’essere un sano ottimismo attorno all’ambiente. Contro il Genoa sarà molto importante, mi ricorda la gara di Bologna dove da lì in poi facemmo 10 risultati utili consecutivi. Se andiamo a vincere potremmo fare un passo decisivo per la nostra stagione.

CHIUDERE LE PARTITE. Il nostro mister Maran ha detto bene ieri dopo la gara: “Abbiamo creato tanto, ben 11 occasioni da gol, è qualcosa di importante. Prima o poi i punti arriveranno. Le partite con Lazio, Lecce e Parma hanno storie diverse tra loro. Abbiamo un allenatore bravo e preparato, schiavo dei dettagli. Venendo ai singoli, Joao Pedro è un giocatore che ha riscontrato sempre dei grandi interessi, ma non c’è stato alcun dubbio sulla sua permanenza a Cagliari. Sta avendo un rendimento fantastico grazie al suo grande lavoro e all’intuizione dell’allenatore di farlo giocare in quella posizione. Simeone un attaccante atipico. Fa tantissimo per la squadra, e questo a volte lo porta a essere poco lucido. Ieri invece si è trovato al posto giusto al momento giusto. È stato un mercato molto maturo, non frutto di isterismi. Abbiamo introdotto due nuovi giocatori. Paloschi non ha bisogno di presentazioni, mentre Pereiro è un giocatore fenomenale, ha un tasso tecnico elevatissimo, un colpo di mercato sottovalutato dal punto di vista mediatico, il campo confermerà le mie parole. Tecnicamente è uno dei più evoluti del campionato italiano, è uno dei tre migliori acquisti di gennaio della Serie A“.

Passetti quindi si sofferma sul mancato arrivo di un difensore, come annunciato dal ds Carli: Ceppitelli e Pisacane sono di un’affidabilità senza pari. Klavan fino a un anno e mezzo fa giocava nel Liverpool e ha fatto una prima parte di stagione superlativa. Abbiamo Walukiewicz che è riconosciuto come uno dei giocatori di prospettiva più importanti d’Europa, essendo molto giovane avrà il tempo di sbagliare e di mettersi in luce. L’assetto difensivo lo riteniamo forte e non ci sono tanti giocatori che possano migliorarlo. La difesa poi è un aspetto di squadra. Non è corretto nei confronti dei nostri giocatori cercare altri sostituti.

NAINGGOLAN, EUROPA E NON SOLO: Radja sta facendo quello che tutti noi ci aspettavamo, discorsi sul mercato sono ancora prematuri riguardo a lui. Europa? Non ci nascondiamo nel modo più assoluto, è un discorso molto serio fatto giorno dopo giorno. L’importante è allenarsi bene questa settimana. Dopo Genoa ci daremo un altro obiettivo. Darsi degli obiettivi a lungo termine a febbraio rischia di essere compromettente. Non era nei programmi vedere Nandez nonostante ci siano state molte chiacchiere dei giornali. Il giocatore ha sempre dimostrato grande voglia di giocare per questa squadra e di migliorarsi. Centenario? È un anno molto importante, c’è già una maglia celebrativa, disegnata con la collaborazione di Antonio Marras. Ci saranno sicuramente i festeggiamenti dei 50 anni dallo scudetto con una cerimonia molto particolare ad aprile e coinvolgeremo tutta quella squadra di campioni che riuscì nell’impresa. Il 31 maggio si celebrerà una partita storica che coinvolgerà tutte le leggende del Cagliari, tra qualche giorno saremo più precisi. Riva? È il padrone di casa. Contro la Juventus Primavera giocheremo alla Sardegna Arena. Vogliamo tanti tifosi”

NUOVO STADIO. Infine Passetti si è soffermato sulla nuova struttura: “Ovviamente l’approvazione del piano guida per il quartiere di Sant’Elia era fondamentale per poter procedere con la progettazione definitiva. Adesso la stiamo preparando e siamo in costante contatto con Comune e Regione. Con entrambi  c’è un dialogo estremamente positivo, con grande concretezza e voglia di procedere con tempistiche certe. Con il progetto definitivo definitivo ci sarà poi il passaggio in commissione, così da procedere al bando per definire chi dovrà portare avanti i lavori”.

 

Subscribe
Notificami
guest

114 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il difensore rossoblù Tommaso Augello ospite di "DAZN Talks": la sua prima stagione a Cagliari,...
La cittadina abruzzese di Giulianova ospita stasera la kermesse "Le stelle del calcio": tra i...
L'ex centrocampista del Cagliari Davide Biondini è stato confermato nel ruolo di vicepresidente dell'Associazione Italiana Calciatori....

Dal Network

Altre notizie

Calcio Casteddu