cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il Parma di Munari batte 3-2 il Palermo nel big-match

Gara vibrante e in bilico fino alla fine decisa da uno scatenato Calaiò che rilancia le quotazioni dei ducali. Ribaltone ad Avellino: Novellino esonerato, in arrivo Foscarini

In attesa della gara del Perugia (in campo domani sera in casa della Pro Vercelli) la squadra di D’Aversa si porta al quarto posto in compagnia del Bari, a quattro lunghezze proprio dal Palermo

PARMA CINICO.  Meglio i rosanero nella prima parte del match, ma ad andare in vantaggio sono i ducali al 31’. Calaiò aggancia il suggerimento di Lucarelli e batte Pomini con un sinistro ravvicinato. Protesta il Palermo, vedendo l’assistente alzare la bandierina per segnalare il fuorigioco; la posizione dell’attaccante era però regolare. Gol convalidato giustamente.

Galvanizzato dal vantaggio l’undici di casa si rende pericoloso verso la porta di Pomini e al 39’ raddoppia con il rigore calciato perfettamente da Calaiò, che non lascia scampo al portiere dei siciliani, concesso per un netto fallo di Rajkovic.

Sotto di due gol la reazione del Palermo arriva al 44’. Assolutamente decisivo il salvataggio di Gagliolo sul tiro a porta vuota di Nestorovski, innescato da Aleesami.

ROSANERO IN PARTITA FINO ALLA FINE. Nel secondo tempo la squadra di Tedino accorcia dopo 8’. Lo fa con il colpo di testa di Nestorovki, che manda la palla nell’angolino, perfezionando nel migliore l’assist di Jajalo.

Col passare dei minuti il Parma rallenta la pressione dei siciliani e corre pochi pericoli, come al 29’, quando Nestorovski colpisce di testa, non riuscendo a inquadrare lo specchio della porta. Cosa che invece fa Rajkovic al 48’ col destro che si insacca all’angolino, su assist di Coronado

NOVELLINO ESONERATO. Intanto l’ex tecnico della Sampdoria è stato praticamente sollevato in serata dall’incarico dal presidente degli irpini, Taccone. La decisione, già nell’aria dall’immediato post partita con il Bari (sconfitta per 2-1) è stata definitivamente presa al termine di una riunione fiume che si è tenuta allo stadio Partenio-Lombardi.

Dopo il no di Massimo Drago e Roberto Stellone, alla fine c’è stato il si telefonico di Claudio Foscarini.

L’ex tecnico del Cittadella incontrerà nelle prossime ore il presidente dell’Avellino , per definire dettagli economici e durata dell’intesa. Si parla di un accordo triennale.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Fatale per lui la sconfitta di ieri col Catanzaro. Potrebbe arrivare Longo ...
L'allenatore del Catanzaro Vincenzo Vivarini, intervistato da La Repubblica, si esprime sul tifo nella Regione...
L'attaccante uruguaiano Gastón Pereiro, in prestito dal Cagliari alla Ternana, è tornato al gol stasera...

Dal Network

Un altro indizio con Adriano Galliani protagonista, il futuro del Club si sta delineando sempre...
Il difensore si è accasciato a terra, dopo aver sentito un dolore al petto: l'ivoriano...

Altre notizie

Calcio Casteddu