Resta in contatto

Settore Giovanile

Play-off Primavera 1, Di Stefano risponde a Luvumbo: il Cagliari pareggia 1-1 con la Sampdoria. Ora l’Inter

Partita con tante occasioni al Ricci di Sassuolo. Nella ripresa D’Aniello para un rigore a Trimboli. Espulso Agostini

CAGLIARI: D’Aniello, Zallu, Obert, Palomba (1’ st Vitale), Conti, Del Pupo (!4’ st Tramoni), Desogus (37′ st Sulis), Carboni (13’ st Kourfalidis), Cavuoti (30’ st Schirru), Secci, Luvumbo. A disp.: Lolic, Masala, Corsini, Caddeo, Pulina, Vinciguerra, Astrand. All.: Agostini.

SAMPDORIA: Saio, Migliardi, Aquino (22’ st Bianchi), Bonfanti, Paoletti, Montevago, Di Stefano, Malagrida (35′ st Pozzato), Bontempi (9’ st Chilafi), Yepes Laut, Trimboli (35′ st Samotti). A disp. Tantalocchi, Zorzi, Sepe, Polli, Porcu, Catania, Bonavita, Musso. All.: Tufano.

ARBITRO: Cavaliere di Paola

RETI: 40’ pt Luvumbo, 47’ st Di Stefano

AMMONITI: Montevago, Zallu, Palomba, Carboni, Yepes

ESPULSO: 49’ st Montevago per doppia ammonizione

Prima missione compiuta nei play-off Scudetto per il Cagliari. Che al Ricci di Sassuolo gioca e pareggia 1-1 una gara difficile, come nelle previsioni contro la Sampdoria. Che merita i complimenti per aver dimostrato di essere una signora squadra, uscendo a testa alta dal campionato.

IL CONFRONTO. Subito aggressivi i rossoblù, con Desogus al 3’, la cui conclusione è allontanata all’ultimo istante da Aquino. Molto tatticismo ovviamente, figlio di una posta in palio altissima che come primo obiettivo prevede non subire prima di segnare. Brivido al 13’ sul passaggio di Malagrida per Montevago piazzato in area. Per fortuna palla fuori. 18’: Desogus sfiora la marcatura con una botta da fuori area. Un minuto dopo, dall’altra parte, super intervento di D’Aniello che salva la sua porta su Montevago, poi Bontempi manda fuori. Al 22’ il portiere rossoblù dice ancora no sul velenoso sinistro calciato da Malagrida. Momento favorevole ai blucerchiati, ancora vicini alla rete (23’) con lo smarcatissimo Di Stefano.

Match salito di intensità col passare dei minuti, e clamoroso errore di Delpupo che non segna al 28’ dopo un’azione potente, poi si ostacolano Cavuoti e Luvumbo che (a loro volta) non insaccano. Isolani decisamente più alti e offensivi nella seconda parte del primo tempo, ancora a non siglare incredibilmente con Luvumbo al 36’. Graziato l’estremo difensore avversario. L’angolano (dopo l’errore di Trimboli al 39’) non sbaglia al terzo tentativo, infilando dopo l’uno contro uno Saio, al 40’ con un destro perfetto. Reazione sampdoriana con altro intervento (45’) di D’Aniello su Di Stefano. Al rientro all’intervallo Luvumbo (intervistato da Sportitalia) ha affermato: “Stiamo giocando bene contro una squadra forte. Vantaggio importante, ma non dobbiamo abbassare la guardia”.

Nella seconda frazione il Cagliari, che ha una posizione importante in chiave semifinale visto l’1-0 controlla ma ribatte all’offensiva degli uomini di Tufano. Agostini perde Palomba (non al meglio per una botta al costato) e al 1’ lo sostituisce con Vitale dopo averci parlato al lungo. Al 16’, per fallo di Obert su Di Stefano, l’arbitro indica senza tentennare il dischetto. Ma D’Aniello è in serata e para il tiro di Trimboli. C’è nervosismo. Ne fa le spese Agostini espulso (doppo essere stato ammonito) al 29’. Quattro minuti dopo Saio dice no a Tramoni, evitando il 2-0 cagliaritano. Al 47’ segna Di Stefano, che pareggia e riapre i giochi.  Finale pazzesco: Montevago (espilso al 49′) si divora l’1-2 al 48′, Tramoni il 2-1 dall’altra parte. Dopo 5’ di recupero, chiude le ostilità. Il Cagliari pareggia 1-1 con la Sampdoria: sabato alle 17 affronterà l’Inter. Nell’altra semifinale (venerdì alle 18) sarà Roma-Juventus.

35 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
35 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Settore Giovanile