Resta in contatto

News

Varsi: “Serie A solo sfiorata con il Cagliari. Ma non ho rimpianti”

Centrocampista attivo negli anni ’60, classe 1940, Claudio (detto Rino) Varsi contribuì alla prima promozione in A del Cagliari: categoria che non riuscì a vivere. L’intervista de L’Unione Sarda

AVVENTURA. Quella di Claudio Varsi con il Cagliari è stata un’avventura nata in modo naturale: “Mia madre era la governante della foresteria del club, mio fratello il custode dello stadio Amsicora: sono nato nel Cagliari. Con i rossoblù sono partito dalle giovanili, poi una parentesi a Quartu e il ritorno in prima squadra. Mi ricordo quando Arturo Silvestri mi riprese perché arrivavo sempre al pranzo con i compagni in ritardo di mezz’ora: ma ero studente di Ragioneria e non riuscivo a rispettare gli orari. ‘Sandokan’ era una brava persona e un ottimo allenatore“, rievoca “Rino”. “Un rapporto di grande amicizia con Gigi Riva, con cui ho fondato la sua scuola calcio. Insieme a Nené era il regista di scherzi esilaranti ai compagni“.

NESSUN RIMPIANTO. Con la prima squadra disputa alcuni match di Coppa Italia e 18 partite con 2 reti in cadetteria. Nell’annata 1963-64, che sancì la storica promozione del Cagliari in A, contribuì con 5 gettoni. Varsi non ebbe mai la possibilità di giocare nella massima categoria: “Ma non ho alcun rimpianto“. Il centrocampista militò poi nella Torres e nel Cosenza, finché si trovò davanti a un bivio: “Mi cedettero al Trapani per 58 milioni di lire, proprio mentre a Cagliari vincevo un concorso all’ESAF. I siciliani non la presero bene, ma scelsi di ritirarmi dal calcio per un futuro più sereno. Avevo moglie e due figli, tornai a giocare anni dopo nel Guspini in quarta serie“. Oggi, a 81 anni, Claudio Varsi segue ancora il calcio in tv e naturalmente il Cagliari: “Mi fido di Semplici“.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Probabile visto che è attaccato al colore dei soldi non certo ai colori rossoblu"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News