Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. Sau segna ancora: ma il suo Benevento cade in casa 4-1 con l’Atalanta

In una gara caratterizzata da un terreno di gioco pesante per la pioggia abbattutasi per ora sulla città campana super gara di Ilicic

Il duello tra un Benevento grande sorpresa della stagione e l’Atalanta, squadra più in forma del campionato, lo vince la seconda che passa con merito 3-1 al Vigorito, segnando e a tratti specie nel primo tempo, dominando la gara, che ha aperto la giornata numero 17 della Serie A 2020/2021.

IMPREVEDIBILITA’ IN CAMPO. Sanniti e bergamaschi sono tra le squadre che danno del tu al pallone, figlie di allenatori che soprattutto, in attacco, fanno pochi calcoli. Ovvero: palla in rete e poi vediamo che fanno gli avversarsi. Ad accendere il confronto ci pensa, dopo appena 2’, Gosens si inserisce sul secondo palo ma da pochi passi mette a lato, un pallone fatto filtrare da Ilicic. 11’: Montipò si oppone a Pessina, imbeccato da Zapata, con una grande respinta ad un passo dalla linea di porta. Altro intervento con i piedi (14’) su Hateboer, ad evitare che Gosens arrivasse al tiro. Avvio dunque tutto di marca ospite, con un possesso infinito del pallone, con Zapata che in tuffo non trova la rete al 19’ sull’assist fantastico di Ilicic, il quale alla mezzora insacca in modo sontuoso, mandando in controtempo Montipò in controtempo (complice anche una leggera deviazione di Glik) con palla sul primo palo, certificando il dominio. Lo sloveno, assoluto protagonista dell’incontro, centra il palo con un gran sinistro al 41’ e prima dell’intervallo Montipò nega lo 0-2 a Zapata, che ha provato a superarlo (44’) con un pallone calciato col destro. Manganiello di Pinerolo, supportato al  VAR da Calvarese di Teramo, manda le due contendenti all’intervallo, senza recupero.

Nel secondo tempo ci si attende una reazione da parte dell’undici di Filippo Inzaghi (che fa esordire in Serie A Pastina) praticamente assente nel primo tempo verso la porta difesa da Gollini. Il pareggio arriva al 5’, con Sau (che sta vivendo un gran momento) che da attaccante vero insacca la sfera sul secondo palo, sull’ottimo passaggio di Pastina, dopo un brivido al 3’ con Toloi vicinissimo alla siglatura.  L’attaccante di Tonara, in gol anche contro il suo Cagliari mercoledì scorso,  uscirà al 13’, per far posto a Di Serio. Al 9’ gol annullato per fuorigioco a Zapata. Non vuole lasciarsi scappare la vittoria la compagine di Gasperini che, dopo aver avuto almeno 5 occasioni da rete per chiudere la gara, si trova sull’1-1.  Ma tutto cambia al Vigorito: al 24’ orobici di nuovo avanti con Toloi che profitta della deviazione di Montipò sul tiro a giro di Ilicic, per piazzare la palla in rete. Gara in ghiaccio due minuti dopo, per il 3-1 sul passaggio al bacio di uno strepitoso Ilicic (due assist e un gol) per Zapata, il quale non deve far altro che spingere in rete per il tris di giornata. Che diventa poker (dopo un doppio salvataggio del portiere di casa su Muriel al 34′ e al 37′) al 41′ al termine del contropiede della coppia Ilicic-Malinovskyi, con il secondo che serve l’appena citato, il quale si accentra e quindi calcia a giro sul secondo palo. Vince dunque l’Atalanta, che si porta a quota 31 punti in classifica, con una gara da recuperare contro l’Udinese. Si ferma il Benevento.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Si vergogni sindaco e amministrazione di cagliari che fanno giocare la squadra ds 17 anni in uno stadio prefabbricato"

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News