Resta in contatto

Approfondimenti

La scomparsa di Prati: “Silvestri, Riva, Mazzone… il calcio di una volta”

L’ex attaccante del Milan e della Nazionale è deceduto ieri all’età di 73 anni. In un’intervista realizzata per il blog del Guerin Sportivo nel 2016, menzionò il bomber del Cagliari e il tecnico romano legato alla squadra rossoblù

CONTEMPORANEO. La scomparsa di Pierino Prati priva il calcio italiano di un altro protagonista degli anni Sessanta e Settanta, l’epoca del grande Cagliari. Proprio Prati è stato legato, più o meno direttamente, ad alcuni grandi uomini del club rossoblù. Come Arturo Silvestri, allenatore della prima promozione del Cagliari in Serie A: “Fu lui a farmi esordire nel Milan, ma per me in realtà c’era poco spazio in mezzo a campioni come Sormani e Amarildo“. Un contemporaneo di Gigi Riva, più grande di quasi due anni.

BOMBER. La vita calcistica di Prati, soprattutto a livello di Nazionale, è stata scandita dalla presenza del collega che in quegli anni ha lasciato le briciole agli altri attaccanti italiani: “La presenza di un campione come Riva ha lasciato poco ai suoi concorrenti. Le nostre strade si incrociarono diverse volte in azzurro: all’Europeo ’68 giocai io la prima finale con la Jugoslavia, mi sostituì lui nella ripetizione e conquistammo il trofeo“.

CARLETTO. Il bomber di Cinisello Balsamo conobbe anche Carlo Mazzone, futuro allenatore del Cagliari, ai tempi dell’ultima esperienza in A con la maglia della Fiorentina: “Mi richiese esplicitamente lui a Firenze nella stagione 1977-78. Purtroppo dopo 11 partite venne esonerato e non giocai più“. Prati è scomparso ieri a Catania, dopo aver perduto la battaglia con una grave malattia.

Rivera, Prati, Riva e Anastasi ricevuti dal presidente della Repubblica Saragat, dopo la vittoria nell’Europeo 1968

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "È da anni che la difesa è imbarazzante ma pare che nessuno della dirigenza se ne sia mai accorto"

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Chi sceglie 'è' Liverani. Questo nostro è un gioco."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "per me Deiola è prezioso non sarà un fuoriclasse ma dà l'anima per la squadra e tiri da lontano che sono belli da vedere"

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti