Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. La Juventus batte il Parma 2-1 e allunga ulteriormente in vetta sull’Inter

Per battere un’avversaria degna del settimo posto la squadra di Sarri ha dovuto ricorrere ad un impegno superiore rispetto alle precedenti gara

Una doppietta di Ronaldo regala alla Juventus un doppio risultato: il 2-1 sul Parma e allungo a +4 sull’Inter, fermata 1-1 a Lecce. Gara non bella fino a inizio ripresa, con la capolista cerca di sbloccare fin da inizio gara, il risultato. Al 7’ Alex Sandro (che al 21’ esce per infortunio sostituito da Danilo) il quale colpisce di testa all’altezza del primo palo, ma palla alta di poco. Pochi pericoli, ma emiliani in difficoltà e sempre costretti nella loro metà del campo. 24’: Ronaldo manda al bar Gagliolo e fa partire il tiro, che trova Sepe pronto sbrogliare la situazione in angolo.

CR7. Fondamentalmente il match stenta a salire di intensità. Ci vuole un guizzo di una giocata che, puntualmente arriva da Ronaldo al 43’. Tiro che si insacca alle spalle di Sepe assolutamente  incolpevole dalla deviazione di Darmian, che lo mette fuori causa. Sfortunato doppiamente l’undici di D’Aversa, che era in dieci momentaneamente per l’infortunio di Inglese (costretto a lasciare il campo a Cornelius) che va al riposo sotto di un gol dopo 3’ di recupero, anche perché Ramsey sbaglia il 2-0 con un rigore in movimento, con palla sul palo.

BOTTA E RISPOSTA IN POCHI MINUTI. Nella ripresa  ci si aspetta una risposta della settima della classe (raggiunta dal Milan dopo il fortunoso 3-2 sull’Udinese) ma a far fare un sussulto ai propri tifosi è Danilo al 7’. Tuttavia il pareggio lo sigla Cornelius che supera  Szczesny al 10’ di testa sugli sviluppi di un corner battuto da Scozzrella. La gioia del Parma dura appena tre minuti: ovvero il tempo che Dybala crossi il pallone per Ronaldo che sigla con il destro, riportando i suoi avanti.  Higuain, entrato poco prima al posto di Ramsey, sfiora il 3-1 al 21’ mandando fuori d’un soffio. I gialloblù non mollano e al 35’ si presentano alla battuta con Kurtic, che trova la pronta reazione di Szczesny, quattro minuti dopo è De Ligt a salvare su Sprocati. Infine al 45’ Ronaldo impegna Sepe, mancando il 3-1, così come un minuto dopo. Ma la vittoria basta per allungare sul +4 ai danni dell’Inter dopo 20 giornate. Il Parma resta settimo con 28 punti,  a -2 dal Cagliari.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
PaoloS
PaoloS
5 mesi fa

Il Parma è rimasto sotto però avrà l’Udinese in casa la prossima, mentre il Milan andrà a Brescia e noi con l’Inter. I due punti persi oggi insieme all’ennesimo difensore (Pisacane) ci mette nella condizione di fare la partita della vita senza se e senza ma. “Andare a giocarsela” come dice Maran non lo vedo come il miglior stimolo x la squadra, saremo poi obbligati a fermare il Parma in casa x non finire nella fonda delle inseguitrici x le qualificazioni europee. Speriamo nel mercato ancora aper

PaoloS
PaoloS
5 mesi fa
Reply to  PaoloS

aperto, i rinforzi e le cessioni devono portarci soltanto i miglioramenti essenziali fatti con la giusta cognizione. Io continuerei la clausura x tutta la settimana compreso il mister e tutto lo staff. FC💪

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Tanto domenica non siamo più sesti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Che differenza di prestazione tra noi e il Parma

Marcello Murenu
Marcello Murenu
5 mesi fa

Si in un certo senso e vero cio che dici.Pero’loro hanno perso giocando bene,0 punti.Noi abbiamo pareggiato giocando discretamente,1 punto.Cosa si preferisce allora: Giocare bene ma non fare punti,o giocare meno bene e portare via punti che servono per la permanenza in A?Capisco il tuo commento,pero’come vedi,giocare bene non garantisce lo stesso la vittoria,anzi in certi casi e tutto inutile,la forza del destino o palla tonda??Boh…un mistero!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Complimenti cmq a loro che se la sono giocata fino alla fine,noi nn siamo proprio andati a Torino…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Sembra che tutti giochino alla morte ⚰️ contro la Juventus poi alla prossima partita con altre squadre si fanno fare raffiche di goal

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "era un commento all 'altro articolo sul Carbonia di Caddeo"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News