Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. La Juventus batte il Parma 2-1 e allunga ulteriormente in vetta sull’Inter

Per battere un’avversaria degna del settimo posto la squadra di Sarri ha dovuto ricorrere ad un impegno superiore rispetto alle precedenti gara

Una doppietta di Ronaldo regala alla Juventus un doppio risultato: il 2-1 sul Parma e allungo a +4 sull’Inter, fermata 1-1 a Lecce. Gara non bella fino a inizio ripresa, con la capolista cerca di sbloccare fin da inizio gara, il risultato. Al 7’ Alex Sandro (che al 21’ esce per infortunio sostituito da Danilo) il quale colpisce di testa all’altezza del primo palo, ma palla alta di poco. Pochi pericoli, ma emiliani in difficoltà e sempre costretti nella loro metà del campo. 24’: Ronaldo manda al bar Gagliolo e fa partire il tiro, che trova Sepe pronto sbrogliare la situazione in angolo.

CR7. Fondamentalmente il match stenta a salire di intensità. Ci vuole un guizzo di una giocata che, puntualmente arriva da Ronaldo al 43’. Tiro che si insacca alle spalle di Sepe assolutamente  incolpevole dalla deviazione di Darmian, che lo mette fuori causa. Sfortunato doppiamente l’undici di D’Aversa, che era in dieci momentaneamente per l’infortunio di Inglese (costretto a lasciare il campo a Cornelius) che va al riposo sotto di un gol dopo 3’ di recupero, anche perché Ramsey sbaglia il 2-0 con un rigore in movimento, con palla sul palo.

BOTTA E RISPOSTA IN POCHI MINUTI. Nella ripresa  ci si aspetta una risposta della settima della classe (raggiunta dal Milan dopo il fortunoso 3-2 sull’Udinese) ma a far fare un sussulto ai propri tifosi è Danilo al 7’. Tuttavia il pareggio lo sigla Cornelius che supera  Szczesny al 10’ di testa sugli sviluppi di un corner battuto da Scozzrella. La gioia del Parma dura appena tre minuti: ovvero il tempo che Dybala crossi il pallone per Ronaldo che sigla con il destro, riportando i suoi avanti.  Higuain, entrato poco prima al posto di Ramsey, sfiora il 3-1 al 21’ mandando fuori d’un soffio. I gialloblù non mollano e al 35’ si presentano alla battuta con Kurtic, che trova la pronta reazione di Szczesny, quattro minuti dopo è De Ligt a salvare su Sprocati. Infine al 45’ Ronaldo impegna Sepe, mancando il 3-1, così come un minuto dopo. Ma la vittoria basta per allungare sul +4 ai danni dell’Inter dopo 20 giornate. Il Parma resta settimo con 28 punti,  a -2 dal Cagliari.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da News