Resta in contatto

Approfondimenti

Qui Chievo – La cura Di Carlo resuscita i clivensi

Il Cagliari lo aveva lasciato in pessime condizioni poco più di un mese fa, ora il Chievo si sta riprendendo con la cura Di Carlo.

UNA CONDANNA. Il naufragio è annunciato. Prima un mercato deficitario e le diatribe giudiziarie con il -3 in classifica, poi l’inesperienza di D’Anna e l’imbarazzante era Ventura hanno contribuito a sancire la condanna ormai quasi certa della retrocessione. Che, a meno di un miracolo sportivo, sarà impossibile evitare.

LA CLASSIFICA. Il Chievo si trova, alla fine della 14° giornata, a soli due punti in classifica. E ancora cerca la prima vittoria in campionato. Eppure, sorride.

CURA DI CARLO. Già, perché il sempreverde Mimmo Di Carlo ha reso possibile abbozzare una smorfia di gioia, o quanto meno serenità, sul volto di dirigenti e giocatori clivensi. Due pareggi assolutamente insperati, contro due big: prima lo 0-0 raggiunto con i denti e con una strepitosa prestazione difensiva al San Paolo contro il Napoli; poi quella che potremmo addirittura definire una vittoria mancata contro la Lazio, con Pellissier che ha portato in vantaggio i gialloblù, beffati poi da Immobile, per l’1-1 finale al Bentegodi.

RIVALSA CHIEVO. Due risultati che non cambiano né la classifica né le speranze del Chievo, certo. Ma che hanno ridato fiducia all’ambiente. Ecco perché il Cagliari, che se la vedrà proprio contro i clivensi in Coppa Italia mercoledì, deve preoccuparsi eccome dei gialloblù.

IN GUARDIA. La cura Di Carlo sta funzionando. E quella squadra ai limite della competitività che la formazione di Maran aveva incontrato poco più di un mese fa, ora si è alzata dal letto di ospedale. Deambula a stento, ma è capacissima di beffardi sgambetti.

RISERVE IN CAMPO? Certo è che l’undici gialloblù non sarà comunque quello titolare. I grandi sforzi messi in atto in queste due imprese hanno debilitato i clivensi. Ed è probabile che Di Carlo voglia continuare a puntare sul campionato per provare a rendere meno imbarazzante la situazione in classifica. Pertanto spazio alle riserve. Con il Cagliari che dovrà stare in guardia contro la voglia di rivalsa di una squadra comunque in salute.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti