Resta in contatto

News

Posticipo Inter e Napoli finisce 0-0: la Juve ritrova la vetta

A San Siro finisce 0-0 tra Inter e Napoli. Un pareggio che non serve a nessuna delle due squadre. Partenopei che vedono la Juventus (che deve recuperare mercoledì la gara con l’Atalanta) in vetta, nerazzurri che sciupano una chance per centrare un posto in Champions. Napoli aggressivo in avvio ma mai una vera occasione da gol, se si eccettua la chance del minuto 11, quando Insigne aggancia in area  e cerca l’imbucata per Callejon, anticipato da Skriniar. Col passare dei minuti i partenopei aumentano l’intensità e stazionano spesso dentro la metà campo nerazzurra. Ma la prima vera opportunità per andare in vantaggio capita alla squadra di Spalletti con Candreva al 37’: conclusione e palla di poco fuori con Reina comunque attento. 0-0 della prima frazione che rispecchia il big match della giornata.

La ripresa parte con il palo colpito dall’Inter (3’) con Skriniar, sulla punizione concessa per fallo di Hysai su Cancelo. Che risposta il Napoli al 6’: Insigne, fa partire un bolide con il destro che sfiora il gol. Al quarto d’ora esatto Rafinha crossa in area dalla sinistra, Koulibaly però è vigile respinge con un colpo di testa in tuffo. Ora c’è partita al Meazza: 22’ Mertens pesca Insigne, il quale calcia al volo ed effettua un morbido pallonetto che esce alta di pochissimo. Al 36’ Insigne recupera la palla dopo l’errore di Miranda, va al tiro, trovando però la deviazione di Skriniar. E’ l’ultima azione degna di nota di match che finisce a reti bianche.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Tutta la vita un solo nome....Claudio Ranieri....mi dispiace per Agostini ma non è ancora pronto e ha dimostrato la sua inadeguatezza"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News