Resta in contatto

News

Muzzi: “A Cagliari devo tutto, sono tornato per amore”

Un ruolo nuovo, da ritagliarsi all’interno di una società anch’essa da ristrutturare. A partire dalle 12, dalla sala stampa della Unipol Domus, vi raccontiamo il ritorno a Cagliari dell’ex bomber rossoblù

Oltre 25 minuti di conferenza stampa, con tanta felicità. Così, 23 anni dopo essere stato calciatore, Roberto Muzzi è tornato nel Cagliari con un ruolo diverso. Le sue parole:

È un’emozione forte. Se ho fatto questa scelta è per l’amore che ho verso il Cagliari e per Giulini che mi ha voluto fortemente. Stare vicino a Capozucca è un punto importante, soprattutto per la sua esperienza. Il tifoso del Cagliari è sempre stato attaccato alla squadra e ai colori”.

“L’emozione alla prima chiamata è stata forte. Mi ha chiamato il presidente e ho accettato per amore del Cagliari. La città è cambiata in tutto da quando sono arrivato”.

Quando retrocedi devi ripartire con umiltà e sacrificio, parlare poco e lavorare tanto. Siamo retrocessi tutti e dobbiamo ripartire insieme. Quando si retrocede qualcosa non è andata. Non so spiegarmi il perché”.

Trasmettere ai giocatori la dedizione al lavoro è quello che posso dare. Si retrocede tutti e bisogna rimanere compatti per ricostruire qualcosa di importante Siamo retrocessi, mi ci metto anche io da tifoso. Joao? Non voglio parlare di mercato, sicuramente è un giocatore importante però vediamo. L’ho visto motivato”.

Giulini mi ha proposto questo nuovo ruolo, devo migliorare e crescere. Col mister Liverani siamo stati compagni, ci stimiamo e questo è fondamentale. Quando sono retrocesso mi sono sentito colpevole. Ho fatto una scelta, ma ognuno è fatto a modo suo”.

Pavoletti ha voglia di restare, i consigli glieli darò, ci accomuna il cuore. Per chi verrà qui invece dico solo che dovrà sputare sangue. Il presidente è il primo che sta soffrendo, mette i soldi ed è amareggiato. Gli devo dire grazie perché dopo tanti anni che volevo tornare è stato lui a rivolermi qui. A Cagliari devo tutto: la mia carriera, ho cresciuto i figli, sono diventato uomo”.

44 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
44 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "Di Pardo acquisto inutile.. Ha giocato nel Cosenza e Vicenza, squadre che han disputato i play out, zappa lo conosciamo... Carboni al primo anno serio..."

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News