Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. Hellas Verona e Bologna non si superano: al Bentegodi finisce 2-2

Gli uomini di Juric giocano meglio dei felsinei siglando con Faraoni e Kalinic ma vengono raggiunti entrambe le volte

L’Hellas Verona saluta lo stadio di casa con un pareggio. Un 2-2 contro un Bologna, che capitalizza al massimo le poche occasioni create.

LA SFIDA DEL BENTEGODI. In attesa di ritrovarsi in Serie A anche nella prossima stagione, le due squadre si sono ritrovate sgombre da pensieri stasera. Il match si vivacizza subito: al 2’ Faraoni sfrutta una palla vagante in area, fa partire un tiro al volo che supera Ravaglia. Il suo collega di reparto Pandur è autore di due parata coi piedi: la prima al 6’ su Palacio, la seconda su Sansone. De Silvestri impatta al 32’. L’arbitro Marchetti attende l’ok dal Var dove c’è Ghersini. Gol convalidato. Al 40’ Kalinic di testa in girata, colpisce l’incrocio dei pali.

A inizio secondo tempo (1’) Sansone sfiora il raddoppio per gli ospiti. Che dopo 8’ vanno invece sotto. Kalinic arriva al posto giusto e al momento giusto, per superare Ravaglia non esente da responsabilità. La reazione dei felsinei è stentata, anche perché il calo fisico è evidente in particolare rispetto alla prima frazione di gioco. Eppure arriva un lampo: cross di Skov Olsens, deviato da Dimarco, Palacio si trova la palla tra i piedi e segna al 38’. Nel finale Mihajlovic fa esordire il classe 2004 Raimondo. Nonostante il 2-2 l’Hellas Verona mantiene il decimo posto con tre punti di vantaggio (44 contro 41) sul Bologna.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Anto 67
Anto 67
27 giorni fa

Ci vorrebbe un campionato con 16/18 squadre a vivacizzare il tutto.

Francischeddu
Francischeddu
27 giorni fa

Verona e Bologna hanno disputato un campionato più che dignitoso, queste partite di fine campionato sono solo delle formalità , possibilità di disputare coppe europee non ne hanno salvezza acquisita con largo anticipo per cui si gioca all’insegna del ” volimosebbene “

Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "peccato che perdemo 4-2"

Gigi Riva

Ultimo commento: "Quel 12 aprile 1970 avevo compiuto 14 anni da una settimana e lo ricordo ancora perchè è uno di quei giorni che non puoi dimenticare. Fu la..."

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "Cavallo ha sudato la maglia più di Cammarata... costando 1/25"
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Poesia applicata al calcio ...grazie Enzo"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Nel '67 avevo nove anni, ma ricordo quando la formazione iniziava con: Colombo, Martiradonna, Tiddia ... ('64)"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News