Resta in contatto

News

Euro Under 21. L’Italia non va oltre l’1-1 con la Repubblica Ceca e chiude la gara con due espulsi

Allo Stadion Z’dezele di Celje fanno tutto gli azzurrini. Al gol di Smacca nel primo tempo si unisce purtroppo la sfortunata autorete di Maggiore nella ripresa

REPUBBLICA CECA U21 (3-4-1-2): Jedlička; Vitík, Chaluš, Krejčí L.; Holík (4’ st Granečný), Bucha, Sadílek, Šulc; Karabec (34’ st Drchal); Lingr, Šašinka (44’ st Janošek). A disp.: Kovář, Trmal, Plechatý, Havelka, Kohút, Žitný, Fukala, Ostrák, Vaníček.

All.: Krejčí K.

ITALIA U21 (3-5-2): Carnsecchi; Delprato, Gabbia, Marchizza; Zappa (28’ st Bellanova), Frattesi (20’ st Rovella), Tonali, Maggiore (44’ st Pobega), Sala; Scamacca, Cutrone (28’ st Raspadori). All.: Nicolato. A disp.: Plizzari, Cerofolini, Frabotta, Lovato, Colombo, Ranieri, Pirola. All.: Nicolato.

ARBITRO: Higler (OLA)

RETI: 31’ pt Scamacca, 30’ st Maggiore (aut.)

AMMONITI: Vitik, Zappa, Marchiza, Bucha

ESPULSI: 39’ st Tonali per fallo su Šulc, 49’ st Marchiza per doppio giallo

Comincia con un pareggio allo Stadion Z’dezele di Celje  in Slovenia, la prima parte della fase finale dell’europeo Under 21. Un 2-2 per l’Italia con la Repubblica Ceca che si chiude con gli azzurrini in nove, effetto dei cartellini rossi rimediati da Tonali e Marchiza. La gara era valida per la prima parte della fase finale dell’europeo di categoria. Al termine dei confronti con Spagna (sabato) e Slovenia padrona di casa (martedì) verrà stilata la classifica. Le prime due accederanno alla fase a eliminazione diretta, in programma dal 31 maggio al 6 giugno.

Il MATCH. Bell’inizio azzurrino. Al 2’ punizione di Scamacca, palla alta sopra la traversa di non molto. Grande intervento col piede di Carnesecchi (palla in corner al minuto 11), sulla conclusione ravvicinata di Lingr. Due minuti dopo il portiere azzurrino deve rimediare coi pugni ad un errore di Tonali, che ha permesso a Lingr di conquistare il pallone e calciare da circa 25 metri. Al 17’ Scamacca vicino al gol con un diagonale violento. Palla, su assist di Cutrone, che non va in rete  per l’opposizione di Vitik il quale si rifugia in angolo. Gara vivace. Tiro improvviso di Sadilek col sinistro in diagonale (29’) palla di poco fuori. Italia avanti al 31’: splendida intuizione di Cutrone, che mette in area una splendida palla per Scamacca che con freddezza guarda in faccio il portiere dei cechi, poi lo supera e deposita la sfera in rete col mancino. Ottimo momento del genoano, autore di una doppietta venerdì scorso in campionato sul campo del Parma. Al 40’ botta di Cutrone, altro salvataggio con pallone in angolo, stavolta mandato con un grande intervento da Jedlička. Brivido al 44’ con il tiro di Sasinka, con pallone allontanato da Carnesecchi che evita guai. Compagini alla pausa, decretata dall’arbitro olandese Higler, senza recupero.

Al 6’ della ripresa, galvanizzato dalla marcatura di sabato ai danni del Cagliari con lo Spezia, Maggiore sfiora il raddoppio con una botta da circa 25 metri. Buona la gara di Zappa (vicino al gol al al 26′ con un gran tiro in diagonale) ammonito al 19′ per fallo commesso su Bucha. Sfortunata autorete di Maggiore, che al 30′ infila il proprio portiere, nel tentativo di allontanare il pallone giunto in area sulla pericolosa punizione calciata da Karabec. Reazione azzurra con il piazzato di Tonali (32′) respinto da Jedlička, mentre un attimo dopo Gabbia non arriva alla deviazione vincente. Italia in dieci al 39′. Rosso diretto a Tonali per un calcio rifilato a Šulc. Nonostante l’inferiorità numerica gli azzurrini  vicini al 2-1 prima con Maggiore che grazia il portiere, come fa un minuto dopo Scamacca col palo sfiorato. Nulla da fare neanche per Sala al 49′, nel secondo dei quattro di recupero. Un minuto dopo rosso anche a Marchiza per doppio giallo. Ma il match si chiude 1-1.  Ora testa alla Spagna

Nell’altro match del girone la Spagna (prossima avversaria dell’Italia sabato sera) si è imposta 3-0 sui padroni di casa della Slovenia, grazie ad un uno-due in un minuto, con reti siglate da Puado, dal romanista Villar e da Miranda. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Indagare Giulini, aprire un' inchiesta sul campionato appena finito. Fare chiarezza sui risultati delle squadre che lottavano per la salvezza. Troppi..."

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "A casa a raccogliere pomodori. ..."

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "e allora se voleva retrocedere continuiamo a difendere questo incapace e vediamo dove andiamo a finire!"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News