Resta in contatto

News

L’Europa League è del Siviglia: Inter battuta 3-2. Delusione per Barella & Co

Allo stadio Rhein Energie di Colonia la squadra di Conte gioca bene solo il primo tempo siglando con Lukaku dopo 5’, poi va sotto impatta con Godin ma subisce la terza rete

SIVIGLIA (4-3-3): Bounou; Jesus Navas, Koundé, Diego Carlos, Reguilón; Jordán, Fernando, Banega; Suso, de Jong, Ocampos. A disp: Vaclík, Sánchez, Sergi Gómez, Munir, Gudelj, Escudero, Oliver Torres, Vázquez, José Alonso, Genaro, Pablo Pérez, En-Nesyri. All.: Lopetegui

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Bastoni; D’Ambrosio, Barella, Brozovic, Gagliardini, Young; Lukaku, Lautaro. A disp.:  Padelli, 7 Sanchez, 11 Moses, 12 Sensi, 13 Ranocchia, Valero, Eriksen, Esposito, Pirola, Biraghi, Skriniar, Candreva. All.: Conte

ARBITRO: Makkelie (OLA)

VAR: Kamphuis (OLA)

Allo stadio Rhein Energie di Colonia l’Inter manca la vittoria finale nell’Europa League. Il successo è del Siviglia, impostosi 3-2 in rimonta.

L’ATTO FINALE. Al 5’ azione travolgente di Lukaku, abbattuto in area da Diego Carlos. Nessun dubbio per l’arbitro Makkelie, che indica il dischetto dove il belga fa partire il tiro col piatto sinistro, che non lascia scampo a Bounou. Gli iberici pareggiano al 12’ con De Jong, molto bravo nel prendere il tempo a Godin e superare Handanovic, con un colpo di testa sul primo palo. Grande nervosismo in campo, in particolare tra Banega (alla sua ultima gara con questo club) e Conte. L’olandese insacca al 33’ il 2-1 in smarcamento da Young, supera Gagliardini e, ancora di testa, stacca in modo perfetto e sigla ancora.  Che partita a Colonia, con Godin che colpisce la sfera con taglio giusto e pareggia al 36’, sull’imbeccata perfetta di Brozovic, direttamente su punizione. Barella (41’) ammonito per fallo inutile su Banega. Squadre al riposo dopo 1’ di recupero, non prima del grande intervento sull’ex Genoa e Milan Ocampos, da parte di Handanovic.

12’ della ripresa: sinistro potentissimo di Reguilon, palla sull’esterno della rete. Otto minuti dopo gran palla di Barella, che innesca Lukaku il cui sinistro è fermato coi piedi in uscita da Bounou. Ritmi decisamente più bassi nella ripresa. Ma, nonostante questo, al 29’ arriva la deviazione di Lukaku sul tiro in rovesciata di Diego Carlos, che porta in vantaggio il club spagnolo. Tre cambi contemporanei di Conte al 32’ per recuperare ancora una volta il risultato: fuori Lautaro Martinez, D’Ambrosio e Gagliardini, dentro Moses, Sanchez ed Eriksen. Nel primo dei 6’ di recupero Brozovic inventa per Candreva in area, destro di prima intenzione da posizione ravvicinata. Bounou, in qualche modo, devia in angolo il pallone e salva i suoi.

32 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Si vergogni sindaco e amministrazione di cagliari che fanno giocare la squadra ds 17 anni in uno stadio prefabbricato"

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News