Resta in contatto

Miti

Darìo Silva

Protagonista della nostra rubrica l’attaccante uruguaiano ricordato con tanto affetto dalla piazza rossoblù, nonostante tantissimi errori che gli fecero guadagnare il soprannome di Sa Pipinca

E’ un giocatore mulatto, molto forte. E’ più basso di Dely Valdes, ma salta di testa più di lui. Ha una velocità superiore a quella di Fonseca, il più veloce giocatore militante in Italia…Sarà un grande acquisto per il Cagliari”.

Queste parole furono pronunciate da Massimo Cellino al giornalista di Videolina Valerio Vargiu che, in esclusiva, gli chiese informazioni su Darìo Debrey Silva Pereira, o semplicemente Darìo Silva.

Il forte centravanti panamense Julio Cesar Dely Valdes era stato ceduto al Paris Saint-Germain che lo scelse per sostituire George Weah, ed il presidente di Sanluri puntò deciso sul giovane uruguaiano.

Nei salotti del Penarol era soprannominato “El poeta dell’Olimar”, i goal e la velocità erano il suo marchio di fabbrica. Seppur l’impatto con il campionato italiano sembrò positivo (splendido goal in corsa in coppa Italia contro la Lucchese e pallonetto delizioso nella gara contro la Sampdoria) pian piano entrò in un vortice di errori grossolani che gli fecero presto guadagnare il soprannome di Sa Pipinca, dal dialetto sardo, persona con movenze agili, ma allo stesso tempo buffe e scoordinate.

Nonostante qualche inevitabile fischio era comunque voluto molto bene per il suo spirito di abnegazione e mai domo, classico dei sudamericani. Indimenticabili pure le sue apparizioni in trasmissioni comiche presso emittenti locali.

Spesso e volentieri mandava letteralmente in confusione le difese avversarie e qualche compagno di squadra (Sandro Tovalieri su tutti) ne approfittare per mandare in rete i palloni lasciati per strada dall’attaccante di Trenta Y Tres. In serie B Darìo trovò maggior confidenza con il goal e, dopo due stagioni in serie A dove timbrò il cartellino solo 7 volte, contribuì al ritorno del Cagliari nella massima serie con ben 13 marcature.

Dopo Cagliari giocò in Spagna ed Inghilterra. A trentatré anni fu costretto al ritiro a seguito di un grave incidente stradale che gli costò l’amputazione di una gamba.

E voi che ricordo avete di Darìo Silva, alias Sa Pipinca?

13 Commenti

13
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Mortimermouse
Ospite
Mortimermouse

Velocissimo e trafelato in area, metteva ansia con i passaggi a compagni e avversari, mitici i cross da destra a sinistra che nemmeno a footbol americano avrebbero determinato touch down.

Salvatore
Ospite
Salvatore

Bellissimo ricordo che fa parte della storia cagliaritana come tanti altri

Cagliari
Ospite
Cagliari

Idolo…ridevamo troppo in curva nord quando scompaginava con i suoi movimenti maldestri le difese avversarie…idolo…uno dei giocatori più amati dai tifosi.

Pierpaolo Fenu
Ospite
Pierpaolo Fenu

A uno come lui, che dava l’anima in campo, gli si poteva concedere qualsiasi errore. Anzi, spesso ci si rideva sopra,come quella volta che arrivò sotto porta dopo aver percorso tutto il campo,lasciandosi dietro compagni e avversari e calciando clamorosamente in curva Nord la palla del vantaggio contro la Juve.Ma Sa Pibinca è uno di noi. Ciao grande Dari’o!

Cristian
Ospite
Cristian

Simpatico e casinaro in campo..ma Dely Valdés era 10 volte più forte..pochi vedevano la porta come Delyrio..con Oliveira e Moriero uno dei tridenti più forti che il Cagliari abbia mai avuto.

Cazaputas 42
Sottoscrittore
Cazaputas 42

Un mito. Grande Dario

Sanimek
Ospite
Sanimek

Indimenticabile: che emozioni!

Tore Trattore
Ospite
Tore Trattore

Oh sa pibinca!!!
XD

Tonio
Ospite
Tonio

Troppo forte in campo e fuori uno di cricca immenso

MARIANO
Ospite
MARIANO

Dario silva-a me personalmente piaceva tanto-veloce-creava spazzi-forte fisicamente- e mi faceva anche divertire-era simpatico fuori e dentro il campo-insomma era uno di noi-al Cagliari a dato tutto-grande dario-in bocca al lupo per tutto-grazie di aver giocato nel cagliari-ciao Dario silva(sa pipinca)

Checco
Ospite
Checco

Dario Silva tutto e il contrario di tutto un grandre attaccamento ai colori rossoblù. ottimo

Sergio
Ospite
Sergio

Cuore e polmoni, lo stadio che ride a lacrime ma sempre comunque incitandolo, memorabile un tiro di Fabian Oneil diretto in porta, goal al 99%, deviato sul fondo da Dario. Ineguagliabile

nenno
Ospite
nenno

Come dimenticare Darìo… Persona estremamente cordiale e legatissima alla ns città, tott’oggi (che è un semplice cameriere, ndr) la ricorda sempre con grande affetto!

Advertisement

Comunardo Niccolai

Ultimo commento: "Un difensore come Comunardo ci avrebbe evitato tante sconfitte, e sarebbe titolare in tantissime squadre. Grazie Comunardo"

Gigi Riva

Ultimo commento: "Ho cominciato a interessarmi di calcio che avevo 11 anni e, guarda caso, in occasione del campionato 69-70. Da quel momento mi sono sentito pervadere..."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Stefano Di chiara"

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "Ma se non segnava mai! Se avesse avuto le doti che dici sarebbe stato in nazionale... non in serie b! Che ti sei fumato?"

Guglielmo Coppola

Ultimo commento: "grande!. Guglielmo Coppola facci un gol.. oo o o ooo :-d"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Miti

  • Giampietro Piovani

    Nuova puntata della nostra rubrica. Il protagonista è un attaccante della fine degli anni...

  • Guglielmo Coppola

    Solo poco meno di due stagioni in maglia rossoblù per l’attaccante, ma il suo...

  • Comunardo Niccolai

    Ricordato ancora oggi per la propensione involontaria agli autogol, è stato tra i protagonisti...

  • Mario Brugnera

    Nativo di Venezia, si è legato per tutta la carriera alla maglia rossoblù, diventando...