Resta in contatto

Miti

Enrico Albertosi

Come Gigi Riva è stato uno dei grandi protagonisti dello storico scudetto ’69/’70. Arrivò al Cagliari nell’estate del ’68 e rimase fino al 1974

Questa è la pagina dedicata a Enrico Albertosi, il portiere dello Scudetto con Manlio Scompigno in panchina. Arrivò in rossoblù nell’estate del 1968 dalla Fiorentina. Difese la porta del Cagliari Calcio 117 volte, incassando 143 reti. Nell’estate del 1974 passò al Milan.

Cosa è stato, cosa ha rappresentato per voi Enrico Albertosi? Ditecelo qui.

25 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
25 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Jano
Jano
8 mesi fa

Un grandissimo portiere, tra i più grandi di sempre. Dotato di straordinaria reattività e di grande tecnica individuale. Memorabile una sua partita alle soglie dei quarant’anni, difendeva la porta del Milan della stella (1979), si giocava un Lanerossi Vicenza Milan. In quella partita paro’l’impossibile.

Pito
Pito
8 mesi fa

È stato il primo portiere a non usare il completo nero, usava la maglia rossa o blu…mitico

alberto
alberto
8 mesi fa

almeno in italia il + grande……

Mauro campagnola
Mauro campagnola
8 mesi fa

Un grandissimo portiere

Carmelo
Carmelo
8 mesi fa

È stato il più grande portiere del Cagliari e della nazionale italiana, nessuno come lui.

Carmelo
Carmelo
8 mesi fa

È stato il più grande portiere del Cagliari e del nazionale italiana, nessuno come lui

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Il primo portiere a battere i falli laterali e uscire dai piedi fuori dall’area di rigore,e parare i tentativi numerosi di autogol da parte di Niccolai ????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Il miglior portiere che il Cagliari abbia mai avuto!!!!!

PIERO
PIERO
8 mesi fa

Il piu’ grande!

Roy 58
Roy 58
8 mesi fa

Ricordo l’eleganza, il fisico, la tecnica, la bellissima presenza scenica di questo mito del Cagliari dello scudetto…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Unico

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Grandissimo Ricky a livello nazionale e internazionale

Giorgio Vargiu
8 mesi fa

Carisma,tecnica e carattere questo era il GRANDE Ricky Albertosi

Leonardo
Leonardo
8 mesi fa

Unico ….grande nel suo ruolo….con la mediatica di adesso altro che Buffon e company….carismatico non ci sono aggettivi per esprimere quanto fosse forte in tutte le squadre che ha giocato…pagava l’esiberanza e il non essere Juventino ….non era affatto inferiore a Zoff…e quest’ultimo lo sapeva….un mito per me rossoblu da 50 anni…….grande!!!!

CASTEDDAIU
CASTEDDAIU
8 mesi fa

Io ricordo il momentaneo 3-3 di Mueller a Messico 70, se avesse potuto avrebbe mangiato vivo Rivera, perchè si era fatto infilare quel pallone fra se ed il palo, per fortuna Rivera si rifece subito dopo siglando il definitivo 4-3 per buona pace di tutti, purtroppo nella finale col Brasile, nelle gambe degli azzurri pesarono quei supplementari, infatti il primo tempo si chiuse 1-1 poi nella ripresa non entrarono subito i sostituti ed il Brasile dilagò. In quella Nazionale c’era mezzo Cagliari!

Roy 58
Roy 58
8 mesi fa
Reply to  CASTEDDAIU

Ho rivisto con calma la partita Italia-Brasile di Messico 70, posso dire in tutta onestà che fino a metà ripresa la nazionale italiana aveva prevalso su quella carioca per atteggiamento tattico e per occasioni da gol, avendo subìto pochissimo il maggiore tasso tecnico degli avversari, solo dopo il 2-1 è emersa la maggiore freschezza atletica dei brasiliani, che alla fine hanno dilagato, ma per chi capisce di calcio quella sconfitta non è stata una disfatta, anzi…

CASTEDDAIU
CASTEDDAIU
8 mesi fa
Reply to  Roy 58

Ricordi molto bene, perchè non eravamo per niente inferiori a quel Brasile, pagammo nel secondo tempo i supplementari massacranti della semifinale con la Germania, complice Valcareggi che non fece subito i cambi necessari per dare nuove energie alla squadra, ricordo che fece entrare Rivera solo sul 4-1 a 5 minuti dalla fine!

Umberto
Umberto
8 mesi fa
Reply to  Roy 58

Sono d’accordo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Il mio idolo????spettacolare in tutte le cose che faceva….ha cambiato il ruolo del portiere….iniziando dal cambiamento del colore della maglia del portiere…in quel periodo rigorosamente vestiti a lutto????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Albertosi nessuno come lui il migliore

James
James
8 mesi fa

Ricordo (quando 11enne facevo il raccattapalle dei MITI), che alla fine di ogni allenamento Albertosi e Riva scommettevano la birra o la pizza, battendosi a vicenda 5 rigori.
Vinceva sempre Albertosi perché riusciva a parare qualche bomba di Riva ed inoltre con i suoi “Tiri Sbilenchi” centrava sempre la porta…Riva sconsolato segnava i suoi rigori ma non sapeva parare e perdeva!!!
In questo clima goliardico vigilava attento Manlio Scopigno mentre gli altri ridevano…Poli e su tutti

Danilo Bg
Danilo Bg
8 mesi fa

Un Grande Portiere, un mito per chi è cresciuto come me a pane….e Cagliari.

ZioFranco
ZioFranco
8 mesi fa

Grande portiere in alcuni frangenti superiore anche a Zoff ma che non doveva macchiare il suo finale di carriere in quel modo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Che Grande Portiere e che Personaggio

Giulio
Giulio
8 mesi fa

Il miglior portiere italiano che ho visto in 50 anni.

Altro da Miti

  • Massimiliano Cappioli

    La puntata odierna sui miti del Cagliari è dedicata all’esterno destro protagonista del triplice...

  • Tiddia Tiddia

    Mario Tiddia

    Prima arcigno difensore, poi allenatore innovativo che si fece le ossa alle spalle di...

  • Carmine Longo

    Arrivato come consigliere personale di Tonino Orrù nel lontano 1987, diventò ben presto un...

  • Josè Oscar Herrera

    Il centrocampista uruguaiano è una pietra miliare della squadra rossoblù dei primi anni novanta...