Resta in contatto

Rubriche

Amarcord – Quando Bernardini scodellava per Cappioli

I tifosi di una certa fascia d’età non possono non ricordare le magie su punizione di Massimiliano Cappioli in tandem con Lucio Bernardini

Un anno fa andava in scena il cosiddetto The last match, ultimo atto di vita dello stadio Sant’Elia.

Tra gli invitati due dei grandi protagonisti della splendida cavalcata dalla C1 alla serie A di fine anni 80: il capitano Lucio Bernardini Massimiliano Cappioli, alias cavallo pazzo.

Il sottoscritto ha sperato fino all’ultimo di vedere assegnato un calcio di punizione dal limite.

Il motivo? Ammirare a distanza di 17 anni Bernardini che delicatamente alzava il pallone per il tornante romano che esplodeva il suo destro micidiale.

Era il 7 gennaio del 1990, infatti, quando al 12′ del primo tempo il capitano rossoblù prende il pallone e lo sistema nei pressi del limite dell’area.

Arriva Cappioli che gli sussurra qualcosa all’orecchio. È un attimo: il pallone ferma la sua corsa alle spalle del malcapitato portiere di turno, quello del Messina.

Il buon Massimiliano ci prese gusto e si ripeté la settimana successiva contro l’Avellino.

Stavolta fu Pino Taglialatela a raccogliere il pallone dal sacco, dopo aver tentato invano di fermarne la folle corsa.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche