Resta in contatto

Rubriche

Amarcord – Quando Bernardini scodellava per Cappioli

I tifosi di una certa fascia d’età non possono non ricordare le magie su punizione di Massimiliano Cappioli in tandem con Lucio Bernardini

Un anno fa andava in scena il cosiddetto The last match, ultimo atto di vita dello stadio Sant’Elia.

Tra gli invitati due dei grandi protagonisti della splendida cavalcata dalla C1 alla serie A di fine anni 80: il capitano Lucio Bernardini Massimiliano Cappioli, alias cavallo pazzo.

Il sottoscritto ha sperato fino all’ultimo di vedere assegnato un calcio di punizione dal limite.

Il motivo? Ammirare a distanza di 17 anni Bernardini che delicatamente alzava il pallone per il tornante romano che esplodeva il suo destro micidiale.

Era il 7 gennaio del 1990, infatti, quando al 12′ del primo tempo il capitano rossoblù prende il pallone e lo sistema nei pressi del limite dell’area.

Arriva Cappioli che gli sussurra qualcosa all’orecchio. È un attimo: il pallone ferma la sua corsa alle spalle del malcapitato portiere di turno, quello del Messina.

Il buon Massimiliano ci prese gusto e si ripeté la settimana successiva contro l’Avellino.

Stavolta fu Pino Taglialatela a raccogliere il pallone dal sacco, dopo aver tentato invano di fermarne la folle corsa.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Bellissimi ricordi dal vivo in Curva Nord ?

Michele Cagliari
2 anni fa

momenti stupendi con tifo da urlo!!

Massimo
Massimo
2 anni fa

Ricordiamoci il gol strepitoso a san siro contro l’inter di testa (1/1) indimenticabile

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

E ricordo pure che la Samp di Boskov imitò quella punizione in A… E vinsero lo scudetto quell’anno

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Paolo Roccatani

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Nn si dimenticano certi Goal ?????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

A quei tempi Zola era inferiore a Lucio..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

ricordo un altro aneddoto,quando gli proposero zola.pare che.ranieri disse che avevamo già bernardini..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Cappioli è Bernardini due grandissimi campioni

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

la cosa piu’ rimarchevole dell’anno del ritorno in “b” era l’entusiasmo della tifoseria …….non sembrava si giocasse la serie “c” ( seppure d’alta classifica ) ma invece la coppa dei campioni ………

Pierpaolo Fenu
Pierpaolo Fenu
2 anni fa

E non furono le sole. Comunque se non era goal,arrivava qualche angolo, traversa o palo. Che non portano punti…ma che goduria!!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Certo, ricordo anche i gol

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Assolutamente si . Se non sbaglio fu goal con Avellino e Catanzaro . Furono tre grandi annate con Ranieri , due promozioni e una salvezza in rimonta.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Bei ricordi! Segnava sempre

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

E chi la scorda la punizione a foglia morta

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un gran signore. Un artista nel suo ruolo. Come Francescoli e Fonseca."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Oggi che ho una certa età, la figura di Riva per me rappresenta il ricordo di un'infanzia vissuta di pari passo con una squadra di calcio che ti..."

Giampietro Piovani

Ultimo commento: "Cosa de maccusu, anche io volevo parlare di Piovani."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "

Ops dal Carbonia😉

"

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche