Resta in contatto

Euro 2020

Barella in gol contro il Belgio: Cagliari invasa dai tifosi sardi con cori, trombette e clacson

Centinaia di persone si sono riversate in piazza Yenne, storico punto di ritrovo dei tifosi sardi dai tempi dello scudetto

Notte di festa, quella scorsa, anche a Cagliari per l’impresa dell’Italia approdata alla semifinale degli Europei con la vittoria sul Belgio. In Sardegna, scrive l’ANSA, doppio entusiasmo perchè a spianare la strada alla Nazionale è stato il cagliaritano Nicoló Barella (ora all’Inter) ma cresciuto nella scuola calcio di Gigi Riva e poi passato al Cagliari. Una regione che sente ancora di più affetto ed entusiasmo per la maglia azzurra grazie proprio alla presenza di Barella. Il centrocampista nella storia del calcio sardo: è il primo giocatore isolano ad aver realizzato un gol nella fase finale di una competizione europea o mondiale.

PRIMA DI BARELLA. In passato avevano partecipato Cuccureddu, Zola (che c’era andato molto vicino, ma aveva sbagliato un rigore con la Germania) e Sirigu, senza mai però andare a rete. Centinaia di persone si sono riversate in piazza Yenne, storico punto di ritrovo dei tifosi sardi dai tempi dello scudetto. La festa si è scatenata intorno alla statua di Carlo Felice, ancora vestito dei colori rossoblù per la celebrazione dell’ultima sofferta salvezza della squadra di Semplici. Una marea di maglie della Nazionale e bandiere tricolori. E caroselli di auto e motorini con colonna sonora di clacson e di cori del mondiale 2006.

32 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Euro 2020