Resta in contatto

News

Euro Under 21: l’Italia ferma la Spagna sullo 0-0 ma finisce la gara in nove

Allo stadio sloveno della Ljudski vrt di Maribor buona prova degli azzurrini sporcata nel finale per le espulsioni di Scamacca e Rovella

SPAGNA U21 (4-3-3): Fernández; Mingueza, Guillamón (1’ st Pipa), Cuenca; García, Zubimendi (35′ st Beltrán), Villar (11’ st Moncayola); Puado, Ruiz, Cucurella. A disp.: Martínez, Domínguez, Pipa, Pedrosa, Pozo, Fran, Brahim Díaz, Dani Gómez, Puig, Barrenetxea, Yéremi. All.: de la Fuente

ITALIA U21 (3-5-2): Carnesecchi; Lovato, Del Prato, Ranieri; Bellanova, Frattesi, Rovella, Pobega, Frabotta; Scamacca, Cutrone (24’ st Raspadori). A disp.: Plizzari, Cerofolini, Colombo, Pirola, Zappa, Sala, Maggiore. All.: Nicolato

ARBITRO: Osmers (GER)

AMMONITI: Guillamon, Frabotta, Pobega, Villar, Del Prato, Rovella, Zubimendi, Scamacca

ESPULSI: 42’ st Scamacca e Rovella per doppia ammonizione, Mingueza rosso diretta

L’Italia soffre nel finale, quando resta in nove contro dieci, ma ferma la favorita Spagna sullo 0-0 al termine di una gara ben giocata nella seconda giornata della prima fase finale di Euro Under 21.

LA SFIDA.  Assenti in casa azzurra per squalifica Tonali (tre giornate e prima parte dell’europeo già finita) Marchiza e Gabbia entrambi invece per una giornata. Buon inizio azzurrino che al 9’ va vicino alla rete con una botta di Rovella indirizzata in rete, ma deviata da Cucurella, arretrato fino alla difesa. Le furie rosse si fanno vedere al 20’, con la conclusione da circa 30 metri di Miranda, che sfiora l’incrocio dei pali alla destra della porta difesa da Carnesecchi. Due minuti dopo ci prova senza successo Pobega, quindi al 26’ Miranda fa partire un colpo di testa, palla fuori. Al 30’ traversa di Frattesi, iberici fortunati per il tocco di Fernandez che evita la rete. Gara vibrante. Al 42’ grande intervento Del Prato è bravissimo a chiudere ed a fare arrivare il pallone a Carnesecchi sulla girata di Ruiz. Squadre negli spogliatoi dopo 1’ di recupero.

Al 5’ del secondo tempo Pobega cade in area, proteste degli azzurrini ma l’arbitro tedesco Osmers non ravvisa nulla di irregolare e lascia proseguire il gioco. La panchina corta azzurrina non permette, al contrario del suo collega de la Fuente, tanti cambi a Nicolato. 13’: destro da fuori area di Garcia, Carnesecchi interviene para in tuffo. Cinque minuti dopo, il da poco Moncayola che salta due avversari e poi calcia da circa  25 metri, pallone sfiora il palo. Col passare dei minuti la pioggia disturba non poco contendenti e quaterna arbitrale sul terreno di gioco. Le due squadre restano in inferiorità numerica al 42: già ammonito Scamacca lascia il campo. Rosso diretto invece per Mingueza. Protesta Rovella e rimedia l’espulsione anche lui. Strepitosa parata di Carnesecchi, che tiene l’Italia sullo 0-0 al 47’ con una doppia parata su Pipa. Ci giochiamo la qualificazione martedì contro la Slovenia.

L’ALTRA SFIDA. Alle 18 altro pareggio per la Repubblica Ceca, dopo quello con l’Italia mercoledì. 1-1 con la Slovenia, andata in vantaggio al 32’ per la rete di Matko. A 5’ dalla fine lo sfortunato autogol di Prelec. Martedì Italia-Slovenia e Repubblica Ceca-Spagna.

LA CLASSIFICA DOPO DUE GIORNATE

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Indagare Giulini, aprire un' inchiesta sul campionato appena finito. Fare chiarezza sui risultati delle squadre che lottavano per la salvezza. Troppi..."

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "A casa a raccogliere pomodori. ..."

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "e allora se voleva retrocedere continuiamo a difendere questo incapace e vediamo dove andiamo a finire!"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News