Resta in contatto

News

Champions League: la Juventus vince 3-2 ma viene eliminata dal Porto

Lusitani avanti sul rigore siglato da Oliveira al 19’. Poi la rimonta bianconera firmata nella ripresa al 4’ e al 18’ da Chiesa prima dell’epilogo amaro

Come ad agosto scorso. La Juventus esce di scena agli ottavi di finale della Champions. Allora fu il Lione ad estromettere i bianconeri, stavolta il Porto che, dopo 2-1 dell’andata, ha perso 3-2 allo Stadium ma passa il turno.

DENTRO O FUORI SENZA APPELLO. Pirlo si affida in attacco alla coppia Morata-Ronaldo, Conceição. risponde con lo stesso undici titolare dell’andata a Oporto compreso l’attacco composto da Taremi e Marega. L’esperto arbitro olandese Kuipers, lo stesso che diresse Juventus-Atletico Madrid 3-0 giocata il 12 marzo 2019, fischia le ostilità, che vedono come prima azione con Morata che sfiora la rete al 3’, sul cross di Cuadrado, con Marchesin che mette in atto un grande riflesso. Risposta lusitana con Taremi (7’) che colpisce l’incrocio dei pali, un attimo dopo il salvataggio di Bonucci. Punizione di Cuadrado (9’) palla in area per Ramsey, il quale manda fuori di poco. Squadre aggressive fin dal via dunque, Ospiti avanti al 17’ su rigore, concesso per fallo di Demiral su Taremi, con battuto dal dischetto di Olivera che spiazza il portiere di casa. I piemontesi sembrano accusare il colpo, con gli avversari che la mettono sul piano fisico e, quando possono, mettono in atto ripartenze velenose alla ricerca del raddoppio (come fanno Otàvio e Zaidu al 26’) che spezzerebbe le gambe a Chiesa e compagni. Altro super intervento stile portiere di hockey (27’) di Marchesin su Morata, e poco dopo, 30’, opposizione su Rabiot. Squadre all’intervallo dopo i 4’ di recupero, concessi per dell’infortunio subito in uno scontro fortuito, da Pepe. Da segnalare la parata di Szczesny su Olivera al 47’.

A rientrare in campo c’è una Juventus motivata, che al 4’pareggia col destro a giro di Chiesa sulla gran palla servita da Chiellini. Gol convalidato anche dal Var, che ha controllato la posizione di Ronaldo. Gli ospiti restano in dieci al 9’: Taremi, già ammonito, commette un’ingenuità e lascia i suoi in dieci. Chiesa sigla la doppietta al 18’, sfruttando l’imbeccata di Cuadrado, per superare Marchesin di testa. Il portiere dice no a Bonucci (21’) e a Rabiot in respinta al 24’. Porto alle corde e squadra di casa a cercare il 3-1 che vale i quarti prima dei supplementari, ma rischiano il 2-2 con Marega (che fortunatamente sbaglia un controllo) al 29’. Morata manda fuori la sfera al 33’, quindi Chiesa grazia Marchesin al 38’ del 3-1, Sarr del 2-2 la Juventus un minuto dopo. Girata di Marega al 40’ e traversa di Cuadrado al 48’. Dopo 6’ di recupero Kuipers fischia la fine dei tempi regolamentari.

I 30’ dell’overtime iniziano (2’) con l’ammonizione per protesta di Cuadrado, che diffidato non sarebbe disponibile per gli eventuali quarti. Stesso discorso dall’altra parte al 7’ per Olivera. Marega, talento messicano, si divora incredibilmente il 2-2 al 9’. Ormai sono saltati tutti gli schemi, con entrambe le contendenti (abbastanza stanche) che cercano di evitare la lotteria dei calci di rigore. Marchesin al 12’, interviene in area con i piedi in modo pulito su Ronaldo. Si riparte dopo i 2’ di recupero. Pepe si oppone a Ronaldo al 4’, due minuti dopo grande intervento di Mbamba su Kulusevski, quindi Morata fallisce la rete (8’) non così Oliveira che su punizione pareggia. La Juventus non molla: Rabiot sigla il 3-2 a 3’ dalla fine, ma il quarto gol che porta alla qualificazione non arriva. Ai quarti ci va il Porto.

LE ALTRE GARE. Ai quarti anche il Borussia Dortmund. Dopo il 3-2 ottenuto all’andata in Spagna, Siviglia eliminato grazie anche al 2-2 di stasera, maturato al Signal Iduna Park.  Domani alle 21 altre due gare: Liverpool-Lipsia con i campioni della Premier che devono difendere 2-0 ottenuto tre settimane fa e PSG-Barcellona, con i francesi virtualmente ai quarti con il 4-1 inflitto ai catalani. La prossima settimana si giocano Manchester City-Borussia M. (2-0), Real Madrid-Atalanta (1-0), Chelsea-Atletico Madrid (1-0) e Bayern Monacao-Lazio 4-1.

28 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News