Resta in contatto

Approfondimenti

Accadde oggi: 1971, la memorabile tripletta di Eraldo Mancin

Era il 23 maggio 1971. Al Sant’Elia, nell’ultima giornata del campionato che aveva visto il Cagliari con lo scudetto sul petto, il compianto terzino visse una giornata memorabile

MAGICO TRIS. Eraldo Mancin, terzino sinistro, aveva finalmente trovato maggiore spazio nel Cagliari dopo lo scudetto 1970. L’ex difensore della Fiorentina sostituì Zignoli, partito per Milano, che nell’annata tricolore gli aveva lasciato appena 8 presenze. Il 23 maggio 1971, ultima di campionato, Mancin trovò la sua giornata di gloria mettendo a segno una tripletta al Verona: evento più unico che raro nella carriera di un terzino, talmente memorabile da consegnarlo ulteriormente alla storia rossoblù.

LE RETI. Un sinistro da fuori area al volo (32°), direttamente all’incrocio dei pali; un destro a mezz’altezza sul palo opposto (40°); un tocco da due passi ancora di destro, dopo la respinta del portiere su punizione di Riva (65°): questo il dettaglio dello splendido tris di Eraldo Mancin.

Eraldo Mancin, scomparso nel 2016 a 71 anni

 

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Grandissimo terzino sinistro ❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
12 giorni fa

Grazie infinite ❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
12 giorni fa

Uno dei miei eroi da bambina!ed anche bello come te.X sempre nel cuore❤💙

Pito
Pito
13 giorni fa

Io ero al Sant’Elia con mio fratello…e anche lui non c’è più

Commento da Facebook
Commento da Facebook
13 giorni fa

Un protagonista mai dimenticato ❤️💙 Federica Mancin

Fabrizio
Fabrizio
13 giorni fa

Conservo un vago ricordo di questa lontana impresa, ero un bambino, ma già tifoso del Cagliari, una passione intramontabile .
In tempi più recenti ( ….. si fa per dire ) ci fu la tripletta dello stopper Cornacchia all’Atalanta .
Forza Cagliari Sempre !

Mordi e fuggi
Mordi e fuggi
13 giorni fa
Reply to  Fabrizio

Si perchè facevi il chierichetto…

Fabrizio
Fabrizio
13 giorni fa
Reply to  Mordi e fuggi

Mordi e fuggi, Pepino ( fantomatico Pepe Mujca ), Zorro, Prima Linea, Brigate Monicelli, Matteo Boe, tanti nomi per una sola identità .
Bravo, complimenti, sei una persona brava ed intelligente .
Forza Cagliari Sempre !

Matteo Boe
Matteo Boe
13 giorni fa
Reply to  Fabrizio

Ma tocca caghineri pregidicau, aicci nanta i tuoi colleghi dell’alpla. Ponimi sa facci inqu tui e tottu is nominisi chi tenisi po pighai po qulu a is caggiusu chi ci funti in custu forum

Matteo Boe
Matteo Boe
13 giorni fa
Reply to  Matteo Boe

Senza dignità, senza terra, emigrato, chiacchierato, senza neanche una squadra da amare, erbaccia da estirpare. Un habilis ancora nano e sporcaccione

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grandissimo Herrera!!! Garra uruguagia, cuore rossoblu."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti