Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. Il Napoli vince in rimonta 2-1 all’ultimo respiro in casa del Sassuolo

La squadra di Gattuso, alla sua prima vittoria dall’arrivo in panchina, coglie un successo che mancava da oltre due mesi. Ko immeritato per gli emiliani

Successo per 2-1 del Napoli nell’ultima gara della Serie A di questo 2019, in casa del Sassuolo. Tre punti giunto un attimo prima che Chiffi fischiasse la fine della partita. Ko beffa per gli emiliani parti forte e che, al 2’ con Locatelli colpiscono di testa a botta sicura, ma non fanno i conti con Mario Rui, che salva il gol. Due minuti dopo, grande parata di Meret sulla botta di Duncan da fuori area. Sbagliano troppo Di Lorenzo e compagni, tutto a beneficio della squadra di casa, che al 18’ si rifugia però in angolo su una palla vagante fatta arrivare in area da Callejon, con Muldur. Al 20’ Manolas colpisce la parte alta della traversa.

NEROVERDI IN RETE. Cinque minuti dopo Kyriakopoulos innesca Caputo, che per un non nulla sfiora la rete. Che invece sigla al 29’ Traoré perfetto ad inserirsi nei tempi giusti sul passaggio di Locatelli, per battere un Meret non esente da errore nella circostanza. Che al 42’ si riscatta ribattendo col corpo il tiro di precisazione dell’autore del gol, ancora una volta servito in modo sublime da Locatelli. Squadre a riposare per 15’ dopo sessanta secondi di recupero concessi da  Chiffi.

ALLAN LA PAREGGIA. Subito emozioni al rientro in campo. Al 3’ Hysaj viene saltato da Boga, in area calcia, mandando fuori di poco. Poco dopo Pegolo scivola sul tiro non forzato di Insigne, poi recupera e salva il gol del pareggio. Il portiere di casa (11’) dice no a Milik, ma nulla può un minuto dopo sul pareggio siglato da Allan in girata. 11’ dopo fondamentale intervento di Romagna, entrato in campo al posto di Marlon, che nega il raddoppio praticamente certo, ad Allan dopo aver scambiato palla con Callejon. Che al 33’ centra la traversa su passaggio di Zelinski, poi ci prova di testa colpo Mertens, ma la palla non entra in rete. Al 37’ annullato un gol dal Var per fuorigioco millimetrico, di Callejon. Al 44’, destro a giro di Mertens (dopo aver dialogato con Insigne) palla fuori davvero di poco. Al 49’, all’ultimo respiro segna Elmas (deviazione sfortunata di Obiang per la verità) un attimo dopo la gran parata di Pegolo su Zielinski, che mette la sfera in rete.

 

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "ma che caxxo dici??? allora cellino è stato peggio del polentone???? magari avercelo ancora, non saremmo sicuramente in questa situazione."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News