Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. L’Atalanta regala spettacolo, ma vince 3-1 in rimonta la Juventus che resta in vetta

I bergamaschi tengono in pugno la sfida per oltre un’ora di gioco costruendo tanto e fallendo un rigore con Barrow. Nel secondo tempo decisivo Higuain

La Juventus si conferma cinica capolista. Soffre per lungo tempo, va sotto, poi batte in rimonta 3-1 una bella Atalanta,  A conferma di ciò il fatto che, a fare la gara sono i padroni di casa fin dall’avvio, i quali al 4’ ci provano senza successo con Djimsiti, il quale manda la sfera (arrivata dall’angolo di Gomez) di testa svetta su un calcio d’angolo di poco fuori. Al 16’ Khedira tocca il pallone ingenuamente in area e Rocchi, supportato dal VAR, indica il dischetto. Il risultato però non si schioda perchè Barrow, pur avendo calciato la palla con destro potente spiazzando Szczesny, colpisce la traversa. Sulla ribattuta aggancia Hateboer, che di testa manda alto. Sarri perde Bernardeschi per infortunio al 26’ e lo sostituisce con Ramsey. Nel frattempo altre due chance per i nerazzurri: prima c’è la strepitosa parata del portiere bianconero su Pasalic, che toglie il pallone dall’angolino basso un attimo prima che si infilasse, quindi è De Sciglio a compiere un grande intervento sulla linea di porta, su Hateboer dopo la smanacciata di Szczesny sulla battuta da parte del Papu.  Poca cosa la prima della classe, già agli ottavi di Champions, nel primo tempo. Atalanta invece sfortunata nel trovare il meritato vantaggio, come accade a Djimsiti nella doppia deviazione col tacco ad un passo dalla porta al 48’.

GOSENS E HIGUAIN. Anche in avvio del secondo tempo sono gli uomini di Gasperini (al tiro 16 volte nella prima frazione) a fare ancora la contesa e a siglare dopo 11’. Assist di Barrow, apparso in difficoltà dopo il rigore sbagliato per Gosens, il quale batte sul secondo palo Szczesny, che altro non può fare che raccogliere la sfera dal fondo della rete. I bianconeri subiscono il colpo e (18’) per poco non subiscono il raddoppio, evitato solo da De Ligt bravo al salvataggio sul tiro a botta sicura calciato da Muriel, che poco prima era subentrato a Barrow. Al 22’ Dybala accende i suoi con una super azione  facendo fuori quattro avversari, ma entrato in area viene chiuso poco prima di riuscire a calciare col mancino a giro. Il pareggio è a vicino. Lo sigla al 29’ Higuain in modo fortunoso, trovando prima un appoggio involontario di Castagne e quindi la deviazione di Toloi, che mette fuori causa il proprio portiere Gollini. Che non può nulla sul secondo gol realizzato (37’) ancora dal Pipita, stavolta con un destro vincente sull’imbeccata di Cuadrado all’altezza del dischetto. Al 42’ Palomino salva in scivolata il terzo gol alla Juventus, che sarebbe stata la tripletta di Higuain. Il 3-1 arriva lo sigla Dybala con una rete assolutamente spettacolare, che chiude i giochi ben prima dei 6’ di recupero concessi da Rocchi.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pavoletti, voglia di restare. Meglio lui di Lapadula e altri?

Ultimo commento: "Pavoletti se non succedono altri terremoti in casa Cagliari... Ci riporterà in serie a e segnerà 18-20 gol"

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "E aperto anche il master per come gestire una società di calcio il caso di studio che verrà analizzato è il cagliari calcio affrettatevi i posti..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Fidatevi di Capozucca..... è una che vede lontano!!!!"

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "diciamo che può tornare utile come riserva"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News