Resta in contatto
zola

Miti

Gianfranco Zola

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto, l’unico in grado di ricevere l’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico per meriti sportivi

Questa è la pagina Gianfranco Zola, o meglio Magic Box, appellativo che gli venne dato dai tifosi del Chelsea durante la militanza in Inghilterra. Dopo Gigi Riva, è sicuramente il giocatore più importante della storia del Cagliari, in particolare di quella recente, con il classe 1969 che dal 2003 al 2005 è approdato in rossoblù portando la squadra alla promozione in Serie A con due grandi annate chiudendo nel migliore dei modi una carriera da sogno.

E qualche anno fa Zola aveva raccontato un aneddoto: “Il Cagliari era il mio sogno fin da bambino, ma da giovane mi aveva scartato per via del fisico minuto”. 

Cosa rappresenta per voi Gianfranco Zola? Ditecelo qui.

84 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
84 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Angelo
Angelo
1 anno fa

Un gran signor giocatore , memorabile resta il suo gol di testa alla juve

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Con l’immenso rispetto che ho x Gianfranco,il più forte giocatore sardo di tutti i tempi e stato Onnis ,pluri capocannoniere in Francia.

marcello
marcello
1 anno fa

Non l’ho mai sentito nominare.

Tizi
Tizi
1 anno fa

Ma io dico bohhhh…Tu sei il classico tipo di persona che dice ……aaaa si bella la Sardegna…Si ci sono stato ….È dove sei stato in sardegna???? Beh sono stato vicino Catania…….aiutooo..zola è sardo ajoo

Lo svizzero
Lo svizzero
1 anno fa

Cosa c’entra ONNIS con la Sardegna?
Nascita: 24 marzo 1948 (età 71 anni), Giuliano di Roma, Italia
Naturalizzato Argentino

Arturo CAPORALE
1 anno fa
Reply to  Lo svizzero

A sto punto mettiamoci Eric Cantona, sardo di Ozieri

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande Zola

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grandeeeeee…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

un principe,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,?⚽️?⚽️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Il giocatore più forte d’Italia, fuori e dentro il campo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Un Grande!

Fabio
Fabio
1 anno fa

Orgoglio sardo,un esempio per tanti.

Lucio Cabriolu
1 anno fa

Sono d’accordo per Gigi Riva,per Zola,ma non dimentichiamoci dei vari Conti,Scopigno e la squadra del 69/70 e tanti altri che ci hanno fatto sognare.

Sedda Rinaldo
Sedda Rinaldo
1 anno fa

Grande Gianfranco Zola ed insieme a lui non scordiamoci di Gianfranco Matteoli

Roy 58
Roy 58
1 anno fa

Giocatore corretto, leale, sportivo, intelligente, equilibrato, dotato di classe e di tecnica straordinaria, forte atleticamente, autore di giocate e di gol indimenticabili (ricordate nel Gennaio 2005 il gol al novantesimo alla Juventus, di testa, svettando tra i giganti della difesa bianconera?)

Massimo
Massimo
1 anno fa

Grandissimo. Nel 1994 non gli hanno permesso di dimostrare che sarebbe stato il miglior giocatore del mondiale, era sicuramente quello più in forma. 1) l’assurda espulsione decretata da un personaggio che non si può definire arbitro. 2) la vergognosa decisione dei giudici di assegnare due turni di squalifica. 3) l’ottusa decisione dell’allenatore dell’Italia Ottavio bianchi che non ha capito che Gianfranco Zola sarebbe stata la carta vincente nella finale con il Brasile.

Luigi55
Luigi55
1 anno fa
Reply to  Massimo

quasi tutto vero un’Italia spenta venne risvegliata con l’ingresso di Zola chè rianimò un’Italia spenta e ovviamente R. Baggio finalizzò il diverso atteggiamento mentale….l’errore è che l’allenatore non era il povero Bianchi ma il tanto osannato Sacchi che nella finale non ebbe il coraggio di schierare Gianfranco al posto dell’infortunato R.Baggio che non volle perdersi la finale mondiale ed il relativo palcoscenico (giocammo praticamente con un uomo in meno),

Mauro muscas
Mauro muscas
1 anno fa
Reply to  Luigi55

La presunzione di sacchi,contro l’umiltà di Zola…..morale sacchi zero Zola 4……un vero cappotto……

Massimo
Massimo
1 anno fa
Reply to  Luigi55

Chiedo scusa a Ottavio Bianchi (grande allenatore) volevo scrivere Arrigo Sacchi.

Hunter
Hunter
1 anno fa
Reply to  Massimo

Sacchi vinceva con il Milan perché a fare l’allenatore ci pensava Berlusconi, Sacchi era solo una figura ( mitologica se fosse ai giorni d’oggi).inoltre Sacchi oggi è diventato un personaggio antipatico perché dimostra o vuole dimostrare quello che non è e non è mai stato.

Prima Linea
Prima Linea
1 anno fa
Reply to  Hunter

Sei terrapiattista?

Sergio
Sergio
1 anno fa

Un bell’esempio per tutti, si è fatto amare e rispettare dovunque sia andato. Orgoglio di Sardegna

Tizi
Tizi
1 anno fa

Gianfranco ZOLA ..chi è?????…era quello che Maradona quando andò via dal Napoli…..Ne avete un altro di Maradona..GIANFRANCO ZOLA…SIR ZOLA….GRANDE….MITO!!!

antonello
antonello
1 anno fa

Un giocatore immenso. Avrebbe meritato maggior rispetto in nazionale. Incantevole vederlo giocare.

Giuseppe60
Giuseppe60
1 anno fa

Zola è un ottimo calciatore, ma Francescoli aveva una spanna in più

Paolo
1 anno fa
Reply to  Giuseppe60

Francescoli come tecnica pura era (di poco) superiore, ma se parliamo di concretezza e consistenza Zola lo era molto di più.

Leo
Leo
1 anno fa

Che meraviglia è stata vedere Gianfranco Zola nel Cagliari. Un giocatore fantastico. E come si può dimenticare il goal alla Juve? Sto ancora sbandierando!

Uno della nord
Uno della nord
1 anno fa

Sir Gianfranco please….
In arte Magic box…
E con questo ho detto tutto.
Un signore fuori dentro e tutto intorno… classe smisurata dentro e fuori dal campo. Sardo Doc che ha portato a conoscere la sardita’ a tutto tondo fuori dai confini nazionali. Che dirgli… Una sola cosa ???? GRAZIE SIR GIANFRANCO

Roberto
Roberto
1 anno fa

Un omino grande, che con la sua umiltà sia da uomo che da calciatore professionista, ha rappresentato la nostra isola ad alti livelli, Grazie Gianfranco

Sabatino Zazzaro
1 anno fa

Dopo Gigi viene lui…non aggiungo altro ❤?
.

gorroppu
gorroppu
1 anno fa

ricordo il gol di testa contro la juve con in porta buffon…aveva saltato pure zebina che era alto 1 e 90…

Giggirrivva
Giggirrivva
1 anno fa

Scartato per il fisico minuto…vedo che aveva un grande intuito già da allora coi giovani il Cagliari…hahahaha

ForzaChiagliari
ForzaChiagliari
1 anno fa

All’epoca vivevo a Nuoro. Zola giocava per strada con noi ed era un promettente ragazzino abile con il pallone come nelle strade ce ne erano decine allora in tutta la sardegna. Allora giocavamo un calcio naturale e libero e c’erano potenziali Zola in ogni strada. I campioni così non nascono più perché adesso appena vieni al mondo le scuole calcio ti ammazzano l’estro e ti crescono come un pollo da batteria .

Elio
Elio
1 anno fa

Un campionissimo anche fuori dal campo. Sfortunato il suo ingresso ai mondiali ’94,quando fu espulso del tutto ingiustamente,sfortunato perché fino all’ultimo istante Sacchi gli preferì testardamente Baggio persino quando non stava bene. Un vero uomo,concreto,serio,con dei sentimenti nobilissimi per la sua Terra. Un orgoglio per i Sardi e per chi ama la Sardegna che vanno ben oltre il calcio. E poi quei due gol alla juve,chi li dimentica? Una vera bandiera.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

GRANDE UOMO GRANDE GIOCATORE CIAO GIANFRANCO CAMPIONE IN TUTTO???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande anche in caserma, persona splendida

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

un UOMO VERO!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per me è stato Matteoli

Franck
Franck
1 anno fa

L Essere Uomo in primis.Grande con la palla nei piedi…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grandissimo

Stefano
Stefano
1 anno fa

Un monumento

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande.

Daniel
Daniel
1 anno fa

Un gran calciatore ,un grande uomo ,una persona umile ,un vero Sardo ,di parlerà sempre di lui come di Gigi Riva ,senza dimenticare Pier Paolo Virdis e Gaetano Cuccureddu e Matteoli anche loro grandi campioni del passato

Mauro
Mauro
1 anno fa
Reply to  Daniel

Cuccureddu si chiamava Antonello non Gaetano, quello era Scirea

Chri73
Chri73
1 anno fa
Reply to  Mauro

Si chiama ancora Antonello

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grandissimo ! Un esempio per i giovani

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per me Riva, sardo a tutti gli effetti!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Matteoli bravissimo anche lui.ma non è arrivato hai livelli di Zola??

Bagai
Bagai
1 anno fa

Zola è nato il 5 luglio del 1966…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Indimenticabile il GOL di testa,in mezzo a due giganti…unu furittu grande ZOLA✌️??????????

Federico
Federico
1 anno fa

Già, ricordo quel gol come se fosse ieri …lancio di Brambilla dalla trequarti e grande stacco di testa tra Thuram e Zebina e palla sotto gli incroci, con in porta un certo portierone di nome Buffon. Grandissimo Zola!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande galciatore e grande uomo ?♥️

La Sala Castenzo
La Sala Castenzo
1 anno fa

Niente ha pensato prima ai soldi e poi al CAGLIARI.Ha fatto bene soldi sono soldi

Miki
Miki
1 anno fa

Veramente ha fatto il contrario

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grandissimo Gianfranco ❤️?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande grandissima persona

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Trai i grandi aggiungerei Conti, grande cuore e attaccamento alla maglia, dote ormai quasi scomparsa nel calcio.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Gioco con la sua maglia un CAMPIONE VERO .

James
James
1 anno fa

1-Luigi Riva da leggiuno;
2-Gianfranco Zola da Oliena e Pietro Paolo Virdis da Sassari:
3-Gianfranco Matteoli da Nuoro;
4-Antonello Cuccureddu da Alghero;
5-Daniele Conti da Roma
Incredibile… ma per trovare un Cagliaritano bisogna risalire a Tonino Congiu!!!
Fuerza Castijo

Chri73
Chri73
1 anno fa
Reply to  James

Cuccureddu non ha mai giocato nel Cagliari quindi non bisogna nemmeno citare quel gobbo

James
James
1 anno fa

Tra i “grandi”, anche se non Sardo, bisogna non dimenticare FRANCESCOLI…

Tore Trattore
Tore Trattore
1 anno fa

Mi fa ancora rabbia che per colpa di Cellino, Zola non giocò con noi anche la stagione 2005-2006.
Vederlo giocare era una gioia per gli occhi, classe ed eleganza.

Giancarlo
Giancarlo
1 anno fa

Un mito, un giocatore serio e professionale sia in campo che nella vita privata, un esempio per molti.

Anonimo
Anonimo
11 giorni fa
Vincenzo Palimodde
Vincenzo Palimodde
11 giorni fa

La migliore espressione del calcio sardo. Un campione immenso dentro e fuori dal campo

Altro da Miti

  • Josè Oscar Herrera

    Il centrocampista uruguaiano è una pietra miliare della squadra rossoblù dei primi anni novanta...

  • Massimiliano Cappioli

    La puntata odierna sui miti del Cagliari è dedicata all’esterno destro protagonista del triplice...

  • Tiddia Tiddia

    Mario Tiddia

    Prima arcigno difensore, poi allenatore innovativo che si fece le ossa alle spalle di...

  • Carmine Longo

    Arrivato come consigliere personale di Tonino Orrù nel lontano 1987, diventò ben presto un...