Resta in contatto

News

Europa League. Torino ko 2-1: granata eliminato dal Wolverhampton. Niente fase a gironi

Dopo il 3-2 subito in casa una settimana fa serviva un’impresa alla squadra di Mazzarri che ha giocato comunque una buona gara al Moulinex

Esattamente come un anno fa l’Atalanta (fuori col Copenaghen ai rigori) il Torino esce di scena ai play-off della Europa League a vantaggio del Wolverhampton. In questo caso i granata lo fanno al termine di un doppio confronto perso. Infatti al 2-3 di una settimana fa ha corrisposto il 2-1 di stasera al Molineaux. Nei precedenti turni preliminari i granata avevano eliminato rispettivamente gli ungheresi del Debrecen (3-0 all’andata al Moccagatta di Alessandria, 4-1 al ritorno) e i bielorussi dello Shakhtyor, imponendosi pesantemente 5-0 all’andata e pareggiando 1-1 al ritorno.

Nulla da fare dunque per i ragazzi del presidente Cairo, purtroppo peggiorano lultima partecipazione nel torneo, avvenuta nella stagione 2014-15, quando superarono la fase a gironi secondi dietro il Bruges, estromettendo poi l’Athletic Bilbao ai sedicesimi di finale, ma fermandosi agli ottavi contro lo Zenit San Pietroburgo.

DOMINIO MA GOL SUBITO al 29’. Subito aggressivo al Moulinex l’undici di Mazzarri con Aina (4’ e 6’) e Baselli un minuto dopo, ma soprattutto col colpo di testa di poco fuori, da parte di Belotti al 9’.  Solo Torino in campo, e altra occasione da rete non sfruttata al 18’ da Rincon. Sirigu è fondamentale cinque minuti dopo, nel ribattere con i piedi la conclusione col piede destro di Traorè, al termine di una potente accelerazione nel primo vero tiro in porta dei padroni di casa. Al 29’ il Wolverhampton sblocca il punteggio con Jimenez che, ricevuta sfera da Traorè, elude Bonifazi e infila il portiere sardo del tiro (colpevole nel non coprire bene) sul primo palo. Reazione granata al 36’ con l’assist di De Silvestri per Zaza, il quale colpisce centralmente in area di testa, non sorprendendo però Rui Patricio.

BOTTA E RISPOSTA. Al rientro dall’intervallo la compagine italiana ci riprova, almeno a riaprire la partita. Al 5’ infatti il portiere di casa, smanaccia in corner il pallone giunto dal tentativo di Baselli. Minuto 11’: eccolo il gol atteso: Punizione di Baselli dalla per Belotti, il quale taglia in area e colpisce di testa in maniera vincente. Ma l’illusione dura lo spazio di pochi istanti. Infatti, rimessa la sfera in gioco, la squadra di Espirito Santo si riporta avanti, siglano il 2-1 grazie a Dendoncker, con un destro da centro area, che va a morire in rete, nell’angolino basso della porta difesa da Sirigu. Di fatto la gara si chiude qui. Nei restanti minuti la squadra inglese controlla la situazione, fino al fischio finale. Da segnalare l’ingresso di Cutrone (acquistato un mese fa dal Milan) al Finisce così il percorso in Europa League del Torino, comunque applaudito e incitato dai circa 500 tifosi arrivati al Moulinex.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News