Resta in contatto

News

Champions, gol e spettacolo: Roma battuta a Liverpool 5-2

Cigarini

Sette reti a Anflied Road nella semifinale d’andata. Gara che sembrava chiusa riaperta nel finale dai gol di Dzeko e Perotti. Ma all’Olimpico tra una settimana serve un’altra impresa

La Roma perde 5-2 in casa del Liverpool, ma i due gol nel finale tengono in corsa la squadra di Di Francesco, apparsa in difficoltà quando l’undici di Klopp ha attaccato a pieno regime.

Eppure l’avvio dei giallorossi, che (2’) si presentano verso la porta difesa da Karius, che para a terra il tiro di Strootman su passaggio di Dzeko, era stato ottimo. Brivido (6’) quando dal fondo dalla destra Firmino fa partire un tiro che l’ex Salah aggancia, ma manda fuori.

NESSUNA DELLE DUE AVVERSARIE VUOLE SCOPRIRSI. A differenza del Barcellona, il Liverpool gioca molto la palla di prima con delle verticalizzazioni, che Nainggolan e compagni non faticano a controllare in avvio di partita. Klopp al quarto d’ora è obbligato al cambio. Oxlade-Chamberlain è out per un problema al ginocchio, al suo posto entra Wijnaldum.

La Roma gioca a viso aperto e al 18’ sfiora lo 0-1 con Kolarov. Infatti l’ex Lazio fa partire una bordata dalla distanza che il portiere avversario devia in modo goffo, con palla che prende in pieno la traversa.  Risposta del Liverpool (28’) imperiosa con Firmino che innesca Mane’: piatto sinistro in area, palla che si alza di un non nulla sulla traversa.

L’EX SALAH FA MALE DUE VOLTE IN 10’. Momento importante per la squadra di casa. Che al 31’ si vede negare il vantaggio da Alisson. Infatti il portiere della Roma è decisivo sul tiro a giro dell’attaccante egiziano, agevolato da un rimpallo. Il gol purtroppo è nell’aria. Al 34’ rete annullata a Mane’, per posizione irregolare.

Regolare invece ancora di Salah, che non lascia scampo (36’)  dopo aver ricevuto da Firminio, col sinistro a giro sul secondo palo che cozza la traversa e finisce nel sacco.  Il Liverpool ha alzato il ritmo e giallorossi in affanno, e trova il raddoppio con un contropiede micidiale di Firmino, che al 46’ manda in rete ancora Salah, che mette a sedere Alisson per la seconda volta.

SECONDO TEMPO DEVASTANTE DEL LIVERPOOL. Roma in difficoltà anche a inizio secondo tempo. Dopo 11’ i padroni di casa allungano sul 3-0: Salah fa partire un rasoterra in piena area per Mane’, che di prima intenzione col destro e mette la palla all’angolino.  Di fatto a Anfiled Road non c’è più partita, perché il Liverpool fa quello che vuole e al 16’ cala il poker: Juan Jesus viene saltato senza problemi da salah, che imbecca Firmino nell’area piccola: destro e palla in rete.

Tre minuti dopo Juan Jesus salva sulla linea di porta su Mane’, dopo una palla persa da Alisson. Al 24’ il 5-0: Milner batte un angolo per il perfetto stacco di testa di Firmino che non sbaglia. La Roma, pur al tappeto, non molla e al 36’ accorcia con Dzeko, che perfeziona al meglio un suggerimento di Nainggolan. Prima del tiro bello lo stop di petto del bosniaco.

DUE GOL PER RIACCENDERE LA SPERANZA. La squadra di Klopp, fortunatamente per i giallorossi, si rilassa e arriva il secondo gol, che può cambiare le sorti del match dell’Olimpico tra una settimana. Al 40’, su tiro di Nainggolan, Milner tocca con la mano e l’arbitro tedesco Brynch decreta il rigore, che Perotti dal dischetto non sbaglia con un tocco morbido che spiazza Karius.

Un minuto dopo Dzeko va vicino al 5-3, mandando la sfera di poco alta sopra la traversa. Cinque i minuti di recupero per le speranze di un ulteriore gol, da parte dei ragazzi di Di Francesco. Ma non succede più nulla: vince il Liverpool 5-2. Appuntamento al 2 maggio all’Olimpico per il ritorno.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Bravo, tienitelo stretto Giulini..... lo striscione di Venezia era per te e per lui."

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "I soldi non li mette lui...comunque ha in passato fatto bene"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News