Resta in contatto

Il muro del Tifoso

Da emergenza ad abbondanza, merito del mercato o capolavoro di Mazzarri?

Da emergenza ad abbondanza, merito del mercato o capolavoro di Mazzarri?

Il Cagliari ha cambiato faccia e ora riesce a mantenere un atteggiamento spregiudicato a prescindere da avversari e assenze. Ma qual è la chiave?

L’epurazione di Godin e Caceres era sembrato l’inizio dell’affondamento, invece il Cagliari non solo galleggia ma va pure veloce. Il 2022 dei rossoblù sta mostrando una squadra molto diversa rispetto all’anno precedente, con un gruppo unito non solo a parole. Il campo parla e racconta di un collettivo che mantiene la propria identità a prescindere da chi scende in campo, che ha scoperto giovani di talento come Obert e Kourfalidis e che ha rispolverato giocatori ai margini come Altare e Pereiro.

Il mercato era stato etichettato come deludente e lo stesso Mazzarri non ha nascosto un pizzico di rammarico, pur nella consapevolezza che i mezzi economici a disposizione erano pressoché nulli. Eppure il prestito di Lovato ha svoltato la retroguardia, Baselli è stato tra i migliori in campo alla prima da titolare, Goldaniga si è rivelato un lavoratore infaticabile. In tutto questo restano gli arrivi estivi di Grassi e Bellanova, sbarcati in sordina e ora fondamentali nello scacchiere sardo. Una rivincita per il ds Capozucca, messo in discussione da tanti tifosi e cronisti per le operazioni svolte, ma che ora inizia a raccogliere i frutti del proprio lavoro.

Così come inizia a raccoglierli anche Mazzarri, discusso per un impatto deludente e ora applaudito per il gioco espresso ancor più che per i risultati. Il tecnico toscano ha finalmente capito il materiale a disposizione ed è riuscito a sfruttarlo nel suo disegno. Giocatori come Grassi, Pereiro, Pavoletti e Bellanova non erano stati immediatamente compresi, mentre ora appaiono centrali nelle scelte. Ma anche i vari Altare, Obert, Deiola, sono riusciti a ritagliarsi i loro spazi facendo sì che tutta la rosa sia ora coinvolta al 100% nel progetto. Non ci sono più giocatori ai margini, tutti sono utili, e questo è il vero capolavoro di Mazzarri.

Nel muro di oggi vi chiediamo: come si spartisce il merito di questo cambio di rotta della squadra? A voi la parola nei commenti!

157 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
157 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Il muro del Tifoso