Resta in contatto

Approfondimenti

Prima osannato, poi rimpianto e ora attaccato: come è mutato il pensiero del tifoso su Capozucca…

Quando arrivò per ricostruire il Cagliari dalla retrocessione in B era considerato un guru per alcuni anni, ora il ds viene attaccato. Il calcio è anche questo

Ex calciatore in Serie C dal 1973 al 1984, con le maglie di Monza, Derthona e Biellese, Stefano Capozucca (appese le scarpette al chiodo) ha intrapreso la carriera di direttore sportivo mettendo a segno colpi importanti per i club dove ha lavorato, Ternana e Genoa in primis.

LA DOPPIA ESPEERIENZA COL CAGLIARI. Nell’estate 2015 approda in rossoblù. Con lui al primo anno arriva la promozione in massima serie, e rimarrà un’altra stagione nella quale otterrà l’undicesimo posto anche grazie all’acquisto del suo pupillo Borriello, che risulterà capocannoniere della squadra. Dopo essere andato via  diventa per una stagione consigliere di mercato del Frosinone e poi nel 2019 ritorna per la terza volta al Genoa, ma l’esperienza si conclude già a dicembre. Lo scorso 22 febbraio Giulini lo richiama a Cagliari nuovamente come direttore sportivo del Cagliari, in sostituzione di Pierluigi Carta, ritornato a lavorare per il Settore Primavera.

Nella doppia avventura in rossoblù, Capozucca subisce tre cambi di pensiero da parte della maggior parte dei tifosi: per qualche anno osannato e poi rimpianto, ora (assieme al presidente) è bersaglio degli attacchi per la pesante situazione in classifica. Quando ci sono state le possibilità ha convinto giocatori come Borriello e Isla a giocare nel Cagliari. Ma ora in tanti se stanno dimenticando. Purtroppo…

 

169 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
169 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Non credo possa essere Agostini il nuovo ct. Non mi sembra all'altezza."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti