Resta in contatto

Il dribbling di... Mario Frongia

IL DRIBBLING DI… Mario Frongia. Semplici? È costretto a partire con il piede giusto

Il Cagliari sa di dover tenere i piedi per terra, onesto e trasparente con i tifosi. Strategia che paga meglio di proclami e interviste ad effetto

Partiamo da una considerazione banale: andava fatto o no il monumento a Leonardo Semplici? Direi proprio di sì. I risultati e i fatti non mentono mai. Il Cagliari che in casa perdeva 3-1 con il Parma e si è preso la posta nell’extratime, aveva un piede e mezzo in B. La squadra, tenuta per i capelli dal tecnico, ha trovato tempi e modi per svangarla. Le trasferte di Napoli, Benevento e a San Siro con il Milan sono state, almeno per acume tattico e concentrazione, un piccolo capolavoro. E la sconfitta con il Genoa non ha intaccato il percorso. Bene. Ma la strombazzata zona sinistra, il profumo d’Europa, una rosa che vale il nono monte ingaggi, il decimo posto o almeno un punto in più dei 47 firmati nell’annata di Massimo Rastelli – vero e proprio bersaglio ancora da raggiungere, questione che fa venire capogiri di rabbia all’Uomo solo al comando – sono ancora da cogliere. I rossoblù non chiudono al quart’ultimo posto la serie 2020/21 solo per una risicata migliore differenza reti nei confronti del Torino. Insomma, sedicesimi. E tutti vissero felici e contenti. Con gli yesman societari in corteo a urlare di gioia per lo scampato pericolo anziché trarre insegnamenti dai rischi corsi.

LA STORIA VA AVANTI. Ma il passo indietro è d’obbligo. La miracolosa salvezza acchiappata da Leonardo Semplici non è ancora stata rifinita che il Cagliari si guarda attorno per un tecnico. Possibile tanta irriconoscenza? Sì. Mossa sapiente? Radiomercato, procuratori e ds esperti dicono di no.  Il presidentissimo è appena scampato da una retrocessione annunciata, e da un bagno di sangue economico finanziario, complicato anche dalla pandemia e dall’infortunio di Rog, che va a cercare un altro allenatore. Eppure, il campionato è finito da poche ore. E Semplici? A sapere, e leggersi, che nonostante la clausola che lo lega al club in caso di salvezza, potrebbero indicargli l’aeroporto di Elmas. Dunque, un signore che ha dato una mano decisiva per mantenere la categoria, non ha avuto la certezza di proseguire. Peggio, ti ha appena levato dall’inferno e tu, in barba a strette di mano e accordi, vai in giro a caccia di un altro. Immagino gli strali del lettori-tifosi: basta, ce l’hai sempre con il presidente, ma cosa ti ha fatto, la polemica è fuori luogo, l’importante è che il Cagliari stia in A, eccetera.

JURIC SI, JURIC NO. E siamo, di nuovo, al ruolo del cronista. Il potere trova asilo anche nella mia categoria. E spesso salta il ruolo di cani da guardia al servizio della collettività con tanti che, come diceva Enzo Biagi, si mettono in ginocchio ancora prima che il padrone di turno glielo chieda. In breve, piaccia o meno, sappiate che Juric ha avuto almeno vari contatti con l’Uomo solo al comando. Insomma, il presidentissimo era intenzionato a voltare pagina. Tutto questo Semplici lo sa e lo ha sempre saputo. Ma l’ex Verona ora ha chiesto e messo così tanti paletti (bonus su quasi tutto, dalla salvezza, al decimo posto, dall’avanzamento in Coppa Italia a una percentuale sui giovani da lanciare che generano plusvalenze, oltre ad almeno sei giocatori da comprare di sua fiducia, e l’addio ad almeno una decina di pedine in rosa, più due milioni di euro per tre anni: che Cairo gli ha dato) che il patron ha desistito.

Anche, e qui ci siete voi, perché la piazza ha apprezzato e sostenuto il lavoro di Leonardo. Cacciare Semplici avrebbe provocato cataclismi. Poi, ben assistito da Stefano Capozucca – conoscendo il ds è un mistero che non ci sia stato un ulteriore repulisti anche nel team dirigenziale: ma c’è tempo – è tornato sui propri passi e ha riconfermato l’allenatore toscano. Che nel contempo, da non trascurare, ha visto che in giro grandi proposte alternative ai Quattro mori forse non ce n’erano. “Noi abbiamo fatti quel che dovevamo fare. Ho la coscienza a posto. Ma i matrimoni si fanno in due” le parole di Semplici.

LE NOZZE SONO ANDATE IN PORTO. Dunque Semplici sarà il tecnico rossoblù anche per la prossima stagione. E sa che, se le cose non virano da subito al meglio, potrebbe andare in altalena. Per saperne qualcosa basta una telefonata a Rastelli, Maran, Zenga e Di Francesco. Dunque, si sta cucinando la miscela giusta per un campionato più sereno degli ultimi quattro? Datevi la risposta. Anche perché la passata stagione salvata in extremis, è nata da un mix di insipienze tecnico-tattiche, gestione inadeguata, ingerenze della proprietà, mercato estivo e invernale totalmente sbagliato. Per intenderci, il Cagliari si è salvato con, tra i nuovi (Deiola era di ritorno e sono rimasti in panca Zappa, Tripaldelli, Sottil, Duncan, Rugani, Asamoah, Tramoni, Calabresi!), il solo Godin in campo.

Ma il centrale non ha dato, se non in cinque, sei gare quel di più che vale un ingaggio da tre e quattro milioni di euro a campionato: e infatti si sono subito affrettati a scaricarlo. Intanto, il torneo segnato negativamente dal timoniere Di Francesco – da via Mameli sarebbe opportuno se inviassero un cesto di prodotti enogastronomici sardi al Verona che se lo è ripreso, permettendo la risoluzione di un contratto, incluso lo staff, di circa dieci milioni di euro! – si è chiuso con dubbi pesanti. La permanenza di Nainggolan, ad esempio. Nandez e Cragno sul mercato. Ma se ci fosse un’offerta seria, anche Joao Pedro potrebbe salutare. Il braccio di ferro con Godin e Ceppitelli. L’idea di sbolognare Simeone. Su tutto, il discorso degli ingaggi da tagliare. Impresa complicata, comunque la si rivolti, che gestisce Capozucca.

La prima tappa riguarda i big in uscita. A seguire, ci sarebbero pedine in entrata. Ma per questo c’è tempo. Quel che filtra è un pesante ridimensionamento. Specie sul monte ingaggi. L’Uomo solo al comando ne ha parlato anche su Repubblica, e pare si sia anche lamentato per il trattamento! Calcio in crisi, senza risorse finanziarie. Certo, incassi e merchandising sono mancati, i diritti tv sono arrivati in ritardo. Ma non si può dimenticare chi è l’autore degli stipendi milionari di, per dire, Pereiro, Cerri, Ceppitelli, Pavoletti, Simeone, Nandez e diversi altri. Insomma, chi è causa del suo mal…

NOTARELLA
I tifosi sanno che la giostra del mercato è fenomenale nel mettere sui seggiolini nomi e cognomi per poi scaricarli dopo un giro. Va così. Buon divertimento. E, mi raccomando, forza Cagliari! E anche forza Italia: mi dispiace per chi se la prende con Nicolò Barella. È forte, merita rispetto, è sardo come tutti voi. E fa il professionista.

La questione stadio pare andare avanti. Bel colpo. Ma una domanda è evidente: prima di ipotizzare ristoranti e piscine, boutique di settore e tecnologie, non sarebbe meglio dire ai residenti del quartiere dove andranno ad abitare?

 

 

 

 

 

 

55 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
55 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Sardocharrua
Sardocharrua
1 mese fa

O frongia…raccontavi di semplici non confermato e faggiano già in città a firmare.

Angelo rossoblu
Angelo rossoblu
1 mese fa

Ci sono calciatori che driblano sempre senza costrutto, fine a se stessi. Si specchiano nel loro alter ego credendosi superiori agli altri, raccolgono tanto fumo e niente arrosto. Ma il coro fracchiano a dire “bravo… bravo”

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Quest’anno nessuna squadra sarà completa prima del ritiro, non ci sono soldi e molte squadra hanno un sacco di esuberi da piazzare per fare cassa, ma chi compra!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Bisogna anche dare a Semplici una squadra competitiva e non solo a parole

alexandercook
alexandercook
1 mese fa

premessa: il calcio attuale fuori dal campo non mi piace. Detesto l’idea della super lega, trovo indecente lo spezzatino del calendario ai fini televisivi, la spremitura commerciale dei tifosi, la coppa Italia senza squadre C con le presunte big che possono vincere giocando 5 partite, Lotito e la Salernitana, l’ipocrisia dell’Uefa e della Fifa, ecc. Non mi è piaciuta l’intervista di Giulini a Repubblica a raccontare la crisi di un sistema che hanno tutti loro contribuito a creare e ora invocano

alexandercook
alexandercook
1 mese fa
Reply to  alexandercook

aiuti per salvarsi il fondoschiena.
ciò premesso l’articolo di frongia continua a spargere il consueto veleno. Quasi tutti i club hanno fatto dei balletti sugli allenatori. dalla Juve all’inter dalla Roma alla Fiorentina al toro all’Udinese ecc. Il Cagliari ha pochi giorni dalla fine del torneo ha incontrato semplici e longa confermato. Se anche avesse fatto un giro di valutazioni dove sta il problema? vai di ricostruzioni velenose su semplici che accetta ma è rabbuiato. E’ a rischio se nn parte bene?

alexandercook
alexandercook
1 mese fa
Reply to  alexandercook

Ma perché? frongia cita allenatori che sono stati esonerati a furor di popolo dopo una sfilza di risultati negativi. Anzi a Giulini vedi con difra è stato imputato eccesso di attendismo invocando lo stile celliniano (sic…). Difra fu accolto giustamente come una scelta ambiziosa. Vendiamo cragno e nandez (anche JP10 e magari pavoletti e pure Marin come no?) e allora? qualcosa in uscita li devi fare. Abbiamo Vicario pronto (ovviamente non l’ha preso Giulini è arrivato da solo a piedi…). Nandez sono due anni che col suo procuratore programma di andarsene.

alexandercook
alexandercook
1 mese fa
Reply to  alexandercook

Godin ha un contratto e moralmente andrebbe rispettato se vuole restare però la realtà che l’apporto tecnico non ha giustificato l’ingaggio. Purtroppo la verità è che se forzare l’uscita consente di investire su altri giocatori va fatto. poi se trovano l’accordo è resta male non fa. E’ dura per tutte le squadre quindi prima vediamo cosa accade per davvero e poi giudichiamo. Il commento sociologico sullo stadio è francamente senza senso in questo contesto. La società se ci riesce fa un miracolo. Punto. Ogni tanto sarebbe bello leggere un Frongia critico magari ma obiettivo.

Danilo BG
Danilo BG
1 mese fa

Ho letto “un’ altra minestra riscaldata più volte”.
Contento che Juric non sia approdato al Cagliari
(di lui apprezzo il suo amore x il Rock ) xchè è un altro allenatore integralista, Zeman e l’Innominabile ci hanno lasciato ferite profonde.
Contento che San Semplici sia rimasto x meriti sportivi, non una seconda o terza scelta.
Il sig. Frongia è un disco rotto che continua a girare, sempre critico e astioso verso Giulini.

Danilo BG
Danilo BG
1 mese fa
Reply to  Danilo BG

Ci siamo salvati nonostante si sia sbagliato parecchio, allenatore sbagliato, acquisti in gran parte sbagliati.
Facciamo un reset e ripartiamo fiduciosi, bene l’accoppiata Semplici-Capozucca, fiducia in Giulini, ricordiamoci che siamo il Cagliari e non il Man.City o il Bayern, niente voli pindarici che poi ci si fa male, niente illusioni e tanta praticità.
Questo mercato sarà molto ridimensionato x le cosiddette provinciali o medio-piccole, ma restiamo una società sana e solida.
FORZA CAGLIARI !!!! MOLA MIA !!!SEMPRE !!!

Danilo BG
Danilo BG
1 mese fa
Reply to  Danilo BG

P.S. BASTA PROCLAMI !!!!!
(Anche la società ha le sue colpe).
Primo: una salvezza tranquilla, poi giochiamoci le nostre chance per scalare una alla volta posizioni più alte, non parliamo più di Europa inutilmente prima di iniziare i giochi in campo.

Dave
Dave
1 mese fa

L’ uomo solo al comando da quando eal timone del Cagliari Calcio purtroppo ha gia preso 2 colossali abbagli (Zeman & il suo discepolo Di Francesco) che hanno provocato una retrocessione ed un’altra miracolosamente evitata da Semplici. Deve ancora imparare a selezionare bene i suoi collaboratori ed a saper delegare competenze e ruoli altrimenti rimarrà sempre un uomo solo al comando circondato da yesman…FORZA CAGLIARI SEMPRE !

Marco
Marco
1 mese fa

L’uomo solo al comando è una brava persona niente a che vedere con chi lo ha preceduto..tutto si può dire su di lui tranne che non ci metta cuore e anima per il Cagliari e direi anche portafoglio. Però come dimenticare tutti i proclami fatti? ..a partire da Zeman fino ad arrivare a Di Francesco ..tutte le presentazioni in pompa magna..Champions…centenario..parte sinistra etc etc ..io penso che lui ci credesse veramente ..ecco questo è il punto ..incomincio a credere che manchino le capacità.

Adriano
Adriano
1 mese fa

Forza Giulini, forza Capozucca, forza Cagliari.

Danilo BG
Danilo BG
1 mese fa
Reply to  Adriano

FORZA CAGLIARI !!!!

Adriano
Adriano
1 mese fa

Credo che per “uomo solo al comando”, Frongia intenda un presidente al quale nessuno toglie il suo ruolo ma, al contrario lui toglie i ruoli dei vari collaboratori che ha assunto e paga per alimentare il suo narcisismo e sentirsi dire ” come è bravo lei” “come è umano lei”, ricordate Fracchia?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa
Reply to  Adriano

Infatti Carta che molti accusano di essere l’artefice della stagione penosa del Cagliari, in realtà non ha mai contato nulla, solo unprestanome per fingere di avere un DS quando il vero DS lo ha sempre fatto Giulini.

Adriano
Adriano
1 mese fa

Giulini dovrebbe andare a lezione da Percassi (ad esempio). I suoi collaboratori, ds tecnici e Gasperini scelgono e propongono, lui li guarda negli occhi e poi firma il bonifico. Difficilmente prende un bidone, tuttalpiù il pacco lo rifila agli altri.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa
Reply to  Adriano

Non sono un difensore di Giulini e non piacciono i vari “eh vorrei vedere te al suo posto…” eccetera, ma mi sembra troppo facile ora dire “dovrebbe fare come quello dell’Atalanta”.
Ora sento ovunque squadre e tifosi di altre squadre parlare di “modello Atalanta”, pure squadre ora appena retrocesse che in Serie A son sempre state solo di passaggio.
Si, tutti vorremmo una cosa simile, ma tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.
Non credo che il miracolo di Percassi sia facilmente ripetibile.

Adriano
Adriano
1 mese fa

Chiarisco che per confronto Giulini Percassi intendo dire il modo di rapportarsi ognuno con i propri collaboratori: Percassi li sceglie e li cambia all’occorrenza per fidarsi di loro, visto che li stipendia. Giulini sembra invece che paghi una claque, dirigenti sempre pronti ad applaudirlo, mai a criticarlo. Che poi è lui il capo, quello che rischia i soldi non si discute. Diciamo che è costruttivo solo a parole volendo invece fare e sbagliare da solo. Ajo’

Mario
Mario
1 mese fa

Come al solito l’articolo c’entra tutti i problemi. Speriamo si cambi registro anche se non sembra che Giulini abbia tratto insegnamento da quanto accaduto cercando di mollare Semplici. Un altra cosa che non condivido è la richiesta di compartecipazione da parte dell’ Inter allo stipendio di Pinamonti nel caso venga a giocare al Cagliari. Sono dell’idea che chi viene a Cagliari lo debba fare per convinzione perché vuole emergere e non per lo stipendio.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Dobbiamo sperare in un campionato da squadre materasso delle neopromosse. Se anche solo un quarto dei partenti dovesse avverarsi la vedo male per Semplici.

Wolly
Wolly
1 mese fa

Si racconta che un emirato arabo nel volere chiudere un grande affare disse a Giuly: io metto il petrolio, lei? Tranquillo, io i Bidoni. Ne sono passati talmente tanti a Cagliari che non li contiamo più! Purtroppo i presidente di oggi non hanno ancora imparato il famoso detto “ad ognuno il suo mestiere!” Non a caso abbiamo un campionato mediocre con giocatori scarsi strapagati. Speriamo che il bravo CapoZucca gli metta un poco di sale nella testa del nostro! FATTI non parole!

massimo
massimo
1 mese fa

L’inter ha messo un banchetto con sopra hakimi perisic lautaro tenta di sbolognare vidal kolarov nainggollan d’ambrosio ecc. ed è l’ inter di suning. Il cagliari responsabilmente si pone l’obiettivo di ridurre i costi con qualche cessione ed i “nostalgici” fanno intendere di una smobilitazione!mah !

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa
Reply to  massimo

Eccetto il Cagliari non è indebitato all’inverosimile come l’Inter, questa è la differenza.

Claud
Claud
1 mese fa

Mi sfugge un piccolo particolare. Ma Semplici rimane senza prolungare il contratto. Se così fosse perché non ha accettato un biennale da un’altra parte?

Pino la lavastoviglie
Pino la lavastoviglie
1 mese fa
Reply to  Claud

Ma guarda che a firmato un biennale

Claud
Claud
1 mese fa

Se è così mi era sfuggito. Grazie

Adriano
Adriano
1 mese fa
Reply to  Claud

Ti voglio aggiungere che io ho visto quel breve filmato con Semplici che esce dalla sede Italsid di Milano, inseguito dalle telecamere di Sportitalia e Cilli che quasi correndo al suo fianco gli chiede “allora tutto fatto”? “tutto fatto” la risposta. Ti giuro che non sembrava in quel momento un uomo felice, anzi. Si sa che Giulini voleva Juric, ma con tante “pinniche”, solo perciò l’ha mollato. Ma è comunque un tradimento e, per il futuro la vedo brutta. Ajo’

Oettam
Oettam
1 mese fa
Reply to  Adriano

Ma basta, se non era contento, salutava e se ne andava, stipendiato ancora per un anno, dovete sempre cercare storielle e complotti anche dove non ci sono.

Antonio
Antonio
1 mese fa

Ormai leggo i pezzi del sig. Frongia solo per avere conferme. Ritengo poco rispettoso affibbiare etichette o soprannomi (“uomo solo al comando”. Invece nelle altre società comanda chi mette i soldi o una cooperativa?). Non c’è a mio avviso nessuna obiettività, ma la sensazione di un fatto personale fra il sig. Frongia e il sig. Giulini. Mi rifiuto di leggere, d’ora in poi, pezzi scritti da Frongia

Già sesi a frori
Già sesi a frori
1 mese fa

Commento solo l’ultima parte perché il resto e sempre la solita solfa da quando scrive qua, poi dovrà anche dire quali sono le società che non sbagliano mai nulla e che azzeccano sempre tutto, riguardo allo stadio la domanda che si pone dovrebbe farla al sindaco, oppure non si dovrebbe fare lo Stadio e rimanere con i tubi innocenti? La zona dovrebbe essere riqualificata a prescindere dallo stadio oppure anche questa è colpa di giulini?

oettam
oettam
1 mese fa

Poi che capozucca ha fatto cambiare idea su juric e semplici, e tutto da vedere, perche secondo me dietro l’idea juric c’era tanto di capozucca, ma facciamo finta di niete, cosi possiamo continuare a criticare…

ietti
ietti
1 mese fa

Articolo complesso, con molte verità ma anche qualche posizione pregiudiziale che si ripropone. Ho sempre sostenuto che finito lo scellerato campionato, la società dovesse fare un profondo esame della situazione e valutare i molti, troppi errori commessi, parecchi giocatori non all’altezza, altri (stra)pagati, tecnici arroganti e presuntuosi e dirigenza, dal ne. 1 in giù, non sempre all’altezza. Adesso è il momento di mettere in pratica gli insegnamenti.

ietti
ietti
1 mese fa
Reply to  ietti

Se non si farà un profondo rinnovamento, se non si cambieranno alcune brutte abitudini nel fare le scelte strategiche e se non si darà fiducia a DS e Mister per costruire una squadra equilibrata e competitiva, ci troveremo ancora a soffrire in campionato. Non si deve aver paura di affrontare i cambiamenti se si è capaci di gestire positivamente energie, attaccamento ala squadra e risorse finanziarie. Ma come l’anno scorso non si può proprio andare avanti! Forza Cagliari.

oettam
oettam
1 mese fa

Ancora con chi era in panchina??? Cagliari Bologna 1 a 0, gol di rugani, duncan assist per nandez a napoli, zappa diverse volte titolare anche con semplici. Poi anche naingollan era un acquisto, dai su, analizziamo con onesta…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Speriamo proprio che la societa dia a Semplici La formazione al completo prima del precampionato , e non come negli ultimi anni a Dicembre, facendo sempre fare al mister di turno I salti mortali…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Importante che la squadra sia quasi fatta prima di partire in ritiro,vedremo una inquadratura definita è la mano del allenatore

Beppe Mangili
Beppe Mangili
1 mese fa

Io nn condivido nulla di quanto scritto..si può scrivere il contrario di tutto quanto ho letto. Ognuno nel calcio ha le sue idee… Comunque sempre Forza Casteddu

Giorgio
Giorgio
1 mese fa

Ho letto con molta attenzione il suo articolo molto ben articolato e dettagliato, credo però che bisognerà far lavorare la Società prima di tirare le somme, perché noi SARDI, Tifosi siamo molto pazienti ma, non dimentichiamo i proclami fatti! E crediamo ancora che Giulini e Capozucca per l’anno prossimo facciano quello che quest’anno non è stato fatto. Smettiamola di fare campagna elettorale coinvolgendo lo sport! Se alla politica fosse interessato risolvere il problema Sant’Elia ha avuto tempo

Pizzikorru
Pizzikorru
1 mese fa

Ottimo articolo.. è vero.. ora è tempo di ripulire.. la squadra è sulla carta da parte di sinistra ma la mentalità di molti calciatori è da B.. il Mr ha compiuto un miracolo e se lasciato lavorare serenamente può toglierci soddisfazioni.. speriamo il Presidente capisca una volta per tutte che l’amore e la voglia di fare certe volte inducono all’errore.. ora tra Capozucca e Semplici ha due ottimi collaboratori.. speriamo bene.. forza Casteddu!!!

carlo p.
carlo p.
1 mese fa

La verità sul mercato del Cagliari la diranno i nomi di chi verrà ceduto e di chi verà acquistato. Per ora solo la solita girandola di ipotesi e di chiacchiere.

Albione Rossoblu
Albione Rossoblu
1 mese fa

Sig. Frongia – mi sa che il taglia / incolla ha colpito ancora… l’articolo e’ stato editato male.. il testo centrale appare due volte

Regis64
Regis64
1 mese fa

Vero

Bruno Dessì alias Fogusabbruxsidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxsidi
1 mese fa

Dott.Frongia, voglio che lei mi immagini al momento con un bavaglio in bocca, un bavaglio che mi autoimpongo. Attendo la fine del mercato per togliermi quel bavaglio e parlare, e lei sa meglio di me, non c’è persona peggiore di chi silente per scelta, decide di uscire dal suo silenzio e parlare. Spero e mi auguro che facciano le cose per bene, perché l’amor non mi ha reso cieco, ho visto e sofferto, e se sono andato in ginocchio è stato sempre e solo per amore. Ma ho visto, questo basti.

UCCN
UCCN
1 mese fa

Quoto tutto Bruno, sei il solito grande!

Quinto Moro e
Quinto Moro e
1 mese fa

Sempre a fare polemiche.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa
Reply to  Quinto Moro e

Beh abbiamo fatto un campionato disastroso con una rosa da zona europa, io dico che le critiche e polemiche ci stanno tutte invece.
Poi di aver ottenuto una salvezza insperata all’ultimo siamo tutti felici, ma resta il fatto che la salvezza non doveva nemmeno essere in discussione.

Carlo
Carlo
1 mese fa
Reply to  Quinto Moro e

Io dico che qualche verità ci sia!

Paolo
Paolo
1 mese fa
Reply to  Carlo

Forse più di qualche ..

Max
Max
1 mese fa

Questa dei cani è bellissima!

Lorenzo Scano
Lorenzo Scano
1 mese fa

Prendete Maksimovic, che è a costo zero, e tenete l’ossatura della squadra, vendete i superflui che sono tanti!

Carlo
Carlo
1 mese fa
Reply to  Lorenzo Scano

Maksimovic ha chiesto due milioni d’ingaggio

dododj58
dododj58
1 mese fa

Lasciatelo lavorare in famiglia adesso…se sta in vacanza di sicuro sta pensando come iniziare il prossimo campionato del Cagliari…non stare li a commentare i scoop giornalkistici fake tanto per riempire una pagina di giornale o di un sito calcistico ( in questo casu marzu ) Cagliari forever Casteddu !!!

dododj58
dododj58
1 mese fa

sinistro o destro…poridi imburchinai,ma perchè non andate in spiaggia a godervi il sole,invece di farvi seghe mentali ???

Advertisement

(SONDAGGIO) – Nandez in partenza, come sostituirlo?

Ultimo commento: "MA TUI BIVISI INNNOI IN SA TERRA O TEISI SA RESIDENZA IN SA LUA?"

Nandez, in caso di partenza i lettori di CalcioCasteddu punterebbero su un assistman

Ultimo commento: "Nandez un ottimo calciatore duttile, speriamo venga sostituito degnamente, tuttavia anche lui ha avuto in questi due anni delle pecche nei momenti..."

I lettori di CalcioCasteddu hanno scelto: Godin è da tenere a tutti i costi

Ultimo commento: "Godin,Nandez e Naingollan: due su tre devono restare per garantire la salvezza; o almeno sostituiti con giocatori di pari valore, ciò che mi sembra..."

(SONDAGGIO) Godin si allontana, chi per sostituirlo?

Ultimo commento: "il vero Godin si è visto a fine campionato ed in paticolare contro il milan, tirava fuori di tutto anche al posto di cragno"
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Xche ci mettete in difficolta 2 canpioni in canpo e fuori. Forza Casteddu.mia Madre Cagleritana .Pandori Amelia.e mio Figlio direttore Sportivo..."

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Ultimo commento: "Che dire di Gigi Riva, sei unico al mondo, hai rinunciato a tantissimi soldi per stare in una terra povera che ti hanno voluto bene, io ho avuto un..."

Altro da Il dribbling di... Mario Frongia