Resta in contatto

News

Serie C Girone A. Olbia show, doppietta di Lella e gol di Udoh: la capolista Como cade 3-0

Grande partita dei galluresi nel recupero della ventottesima giornata. Salvezza in cassaforte e ora si guarda ai play-off

Un pomeriggio da incorniciare per l’Olbia. Tris spettacolare alla capolista Como. Sontuosa prova per i bianchi di Canzi ai danni della capolista del Girone A, favorita per la promozione diretta in Serie B.

GALLURESI DA URLO. I padroni di casa hanno una chance per segnare al 4’ con Biancu che (servito da Ragatzu) fa partire un tiro col destro, obbligando  Bertoncini alla deviazione provvidenziale in angolo prima che il pallone possa beffare Facchin, bravo al 10’ ad anticipare Pennington in agguato sul pallone fatto arrivare in area da Arboleda. Gara piacevole, con i lariani che affondano al 16’ con Ferrari. Tornaghi però non si fa impensierire. Un minuto dopo, in area comasca, Crescenzi gestisce con qualche difficoltà di troppo la sfera calciata da Udoh. 24’, su punizione concessa per fallo di Altare su Arrigoni, il pallone arriva in qualche modo a Bovolon. Ancora una volta il portiere di casa è attento. Nella seconda parte della prima frazione, cresce l’intraprendenza della prima della classe pur senza pericoli reali. La Rosa al 32’ dalla distanza, non è fortunato nel trovare la rete. Al 45’, senza recupero,   l’arbitro Vigile di Cosenza indica gli spogliatoi per l’intervallo.

Giallo al 4’ della ripresa; dopo il colpo di testa di  Pennington arriva il salvataggio di Facchin aiutato dal palo, poi la zuccata di Udoh con Crescenzi a dire non ancora sulla linea. Per i giocatori dell’Olbia la sfera era entrata, non per il direttore di gara. Fortunatamente la rete è solo rimandata e arriva al 12’. Lella vince un rimpallo con Arrigoni, poi fa partire una staffilata che va a morire all’angolino, dove Facchin non ci può arrivare. La reazione dei ragazzi di Gattuso non solo non arriva, ma due minuti dopo Udoh sfiora il raddoppio come Emerson al 17’, ma non Lella. Saltato Bellemo con un colpo di testa mette ancora all’angolino. Al 20’ Arrigoni sfiora la rete che potrebbe riaprire la contesa, mentre due minuti dopo Altare innesca Pennington, che grazia gli ospiti dal 3-0. Certificato da Udoh dopo aver fatto impazzire Bertoncini e Crescenzi, superando Facchin. Che nel finale (42’) nega su punizione il 4-0 a Biancu, mentre Occhioni ci va vicino al 44’. Ma per oggi va benissimo così.

LA GRANDE FELICITA’ DI CANZI.  “Avevo chiesto ai ragazzi la partita perfetta e hanno fatto la partita perfetta – ha detto in conferenza stampa – contro una squadra meritatamente in testa alla classifica, una grandissima squadra sia per individualità che per modo di stare in campo e conduzione tecnica. Cosa mi è piaciuto dell’Olbia? Tutto. Oggi abbiamo fatto benissimo la fase difensiva, siamo stati attenti e intensi e siamo riusciti a non subire reti per la terza partita consecutiva e molto bene anche nella fase di sviluppo e conclusione”.  Con i 44 punti conquistati e una gara ancora da recuperare, questa è l’Olbia alla sua migliore stagione nella Serie C unica: “Un traguardo importante perché in un’annata così complicata, quando a volte si respirava aria negativa e si parlava di ultima spiaggia, arrivare a fare un primato del genere mi riempie di orgoglio. Ma soprattutto, con la grande consapevolezza che abbiamo ancora quattro partite per migliorare la nostra classifica. Play-off? Siamo qui per giocarcela, pensando sempre partita dopo partita. Da domani inizieremo a preparare la partita di Lecco, Ci restano quattro sfide da giocare al massimo delle nostre forze e ambizioni”.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "È da anni che la difesa è imbarazzante ma pare che nessuno della dirigenza se ne sia mai accorto"

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Chi sceglie 'è' Liverani. Questo nostro è un gioco."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "per me Deiola è prezioso non sarà un fuoriclasse ma dà l'anima per la squadra e tiri da lontano che sono belli da vedere"

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News