Resta in contatto

News

Champions League: fine dei giochi anche per l’Atalanta battuta a Madrid 3-1 dal Real

Nel freddo e vento dello stadio Di Stefano i bergamaschi, che dovevano rimontare lo 0-1 dell’andata vanno sotto per un errore di Sportiello che complica tutto

Il sogno dell’Atalanta in casa del Real Madrid finisce al 34’. Il 3-1 subito (che fa il paio con lo 0-1 dell’andata) maturato al Gewiss Stadium, è figlio del gol rimediato al 34’ dopo un bell’inizio.

CHI FESTEGGIA AL DI STEFANO?  Gasperini opta per Muriel unica punta e trequarti con Malinovskyi e Pašalić, mentre Zidane in attacco risponde con Vinicius a far coppia con Benzema. Neanche 3’ di gioco e Gosens, sul movimento in area ad aprire di Muriel, calcia col destro (non il suo piede) ma Courtois si salva, graziato dal nerazzurro. Grande personalità in avvio degli orobici, che giocano nella metà campo degli iberici che col passare dei minuti iniziano a pressare per non essere schiacciati, ma si espongono alle accelerazioni degli ospiti, al tiro con Djimisiti (16’) che manda però alta la sfera sopra la traversa, con tiro col destro potente. Al 21’ Kroos si oppone ad un Muriel sempre presente in fase d’attacco. Sei minuti dopo conclusione di Vinicius, respinta da Djimsiti in modo provvidenziale, visto che Sportiello si era già buttato. Check del Var per un tocco di mano di Djimsiti nella scivolata, ma tutto ok e si gioca. Regalo atalantino su una giocata errata di Sportiello che vede il pallone arrivare Modric, il quale serve Benzema che si trova davanti al portiere e lo supera con un gioco da ragazzi. Intervallo concesso dall’arbitro olandese Makkelie, dopo 1’ di recupero.

Ad inizio secondo tempo Pašalić lascia il posto a Zapata, nel tentativo di aumentare la pressione in avanti.  Al minuto 8’ clamoroso errore davanti alla porta di Vinicius, il quale fortunatamente calcia a lato. Poco dopo rigore per fallo di Toloi sull’appena citato Vinicius, che manda dal dischetto al 14’ Ramos, che (nonostante Sportiello intuisca e tocchi il tiro) insacca e di fatto chiude la contesa. Che al 23’ vede Benzema colpire il palo, dopo una prima ribattuta di Sportiello a negare il 3-0. Courtois (30’) nega la rete a Mahele, con un doppio intervento. Un minuto dopo dice no anche al diagonale fatto partire da  Zapata, ma nulla può sulla splendida punizione di Muriel al 38’.  Fuoco di paglia, visto che un minuto dopo Asensio sigla il definitivo 3-1.

DEBACLE ITALIANA. Dopo la Juventus, uscita una settimana fa col Porto, anche l’Atalanta esce agli ottavi di Champions. A meno di un miracolo domani a Monaco, con i campioni d’Europa e del mondo Bayern (che hanno vinto a Roma sulla Lazio 4-1) nessuna italiana si qualifica per i quarti. Le speranze sono risposte in Europa League, dove sono ancora in corsa Roma e Milan, comunque magra consolazione per il nostro calcio a e meno di una settimana dalla prima delle due fasi finali di Euro 2021 Under 21 e a pochi mesi (meno di tre) a Euro 2021, differito causa Coronavirus, di un anno.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News