Resta in contatto

News

Andata ottavi Champions: una bella Atalanta in dieci uomini per oltre 70’ cade 1-0 col Real Madrid nel finale

Pessimo l’arbitraggio del tedesco Stieler, non solo per l’espulsione incredibile di Freuler messa in scena dopo 18’ di gara

Finisce 1-0, con la vittoria del Real Madrid, la gara d’andata degli ottavi di finale contro una bella Atalanta. Nonostante la sconfitta, ottima la prestazione dei ragazzi di Gasperini, in dieci dal 18’ del primo tempo per un abbaglio dell’arbitro che espelle Freuler, autore di un fallo (al massimo da ammonizione) su Mendy, autore del gol partita.

LO SPETTACOLO DEL GEWISS STADIUM. Dopo il Liverpool, la squadra spagnola è la seconda big internazionale (senza nulla togliere alle altre avversarie) a giocare nel rinnovato impianto bergamasco, adattato a poter ricevere le gare casalinghe valide per la massima competizione europea per club, da parte del club del presidente Percassi. Purtroppo, causa Covid, ancora una volta i tifosi sono privati dal poter assistere dal vivo allo spettacolo. Cerca di sorprendere gli avversari con l’aggressività la compagine orobica, accompagnata allo stadio da tanti tifosi lungo il tragitto dal suo Centro Sportivo di Zingonia, che al 5’ vede Gosens sfiorare di testa ad un passo da Courtois. Eccessivo cartellino rosso estratto dall’arbitro tedesco Stieler (coadiuvato al Var dal connazionale Dankert) al 18’ a Freuler, per il fallo appena fuori area su Mendy.

Non mollano i padroni di casa, nonostante l’uomo  per muscolare Zapata (29’) sostituito da Pašalić. Isco (37’), Modrić un minuto dopo e soprattutto Vinicius al 39’, hanno la chance per fortuna non concretizzata dagli iberici, che hanno decisamente aumentato il ritmo nel tentativo di affondare il colpo. Vantaggio che (41’) sfiora Muriel con un tiro da circa venti metri, e che poco dopo cade in area commettendo però fallo in attacco su Vazquez. Pizzico di fortuna  per Gollini che evita lo 0-1 opponendosi col petto sulla botta al 46’ in mischia sulla punizione calciata da Isco. Intervallo dopo 48’.

Che brivido al 3’ della ripresa col tiro di punta esterna, da parte di Modrić e dir poco fondamentale il tocco di Mahele, ad evitare la marcatura del croato vice campione del mondo a Russia 2018. 8’: super intervento di Gosens in scivolata su Vinicius, venutosi a trovare solo davanti a Gollini, che al 27′ dice no anche ad Asensio. al 34′ gran tiro di Kross dalla lunga distanza, Gollini controlla la traiettoria che si spegne a lato. Nulla può al 41′ il portiere di casa sulla rete di Mendy , che lo supera con un bel destro. Vince il Real Madrid 1-0. Al Bernabeu il prossimo 16 marzo servirà un’impresa. Ma, giocando in undici contro undici, l’Atalanta è capace di tutto.

 

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News