Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. Sampdoria battuta 2-1 nel derby: prima storica vittoria al Picco dello Spezia

Gara a tratti convincente tra le due squadre. Padroni di casa in rete con Terzi al 20′, poi la reazione degli ospiti che pareggiano con Cndreva prima del rigore di Nzola

Lo Spezia insiste: reduce dal 2-1 al Maradona sul Napoli regola con lo stesso punteggio la squadra di Ranieri nel primo derby ligure  della storia giocato al Picco. Passo indietro della Sampdoria, in particolare sul piano del gioco, pochi giorni dopo la vittoria meritata contro l‘Inter.

PUNTI PESANTI PER IL FUTURO. Bell’avvio tra le due squadre, con i padroni dì casa pericolosi con Nzola già al 1’(aiutato dall’errore di Colley) che obbliga Audero alla parata, e poi al 4’ quando lo stesso attaccante si vede la sfera respinta in corner dalla retroguardia blucerchiata. Al 9’, dall’altra parte fondamentale intervento di Terzi su Keita. 11’: Provedel si oppone prima a Thorsby, quindi ancora a Keita con palla spazzata ancora in angolo. 14’: Audero salva con i piedi ed evita la rete a Nzola, mentre Estevez non la sigla al 16’ sulla grande giocata di Farias, che lascia il campo al 20′ della ripresa per far posto a Agudelo. Vantaggio locale (20’) firmato Terzi sugli sviluppi del corner. Pesante reazione ospite. Un minuto dopo sfiora il pareggio con Jankto poi lo segna al 24’ in contropiede grazie a Candreva che fredda Provdel, con un destro al volo. Gran ritmo in campo (affievolito dalla mezz’ora in poi) nonostante tanto freddo. Pobega sfiora il 2-1 al 27’di testa. Il primo tempo si chiude dopo 3’ di recupero, concessi dall’arbitro Piccinini di Forli, assistito al VAR da La Penna di Roma.

La seconda frazione si apre come la seconda parte della prima: ovvero ritmi non eccelsi. Serve un guizzo, da una delle due compagini e l’occasione arriva al 15’, quando il direttore di gara assegna un rigore per fallo di Thorsby su Pobega. Dal dischetto Nzola non sbaglia e batte Audero, riportando avanti i suoi nel derby. Che la squadra di Ranieri non intende perdere ma la squadra appare meno brillante col passare dei minuti e rischia al 21′ il 3-1 con Nzola, che la grazia sbagliando l’ultimo passaggio. Audero, nega la rete al 40′ a Piccoli entrato poco prima. Nel finale (45′) Thorsby fallisce il 2-2, calciando malissimo davanti a Provedel, quindi anche Yoshida (48′) non inquadra la porta. Dall’altra parte Marchiza non trova il guizzo vincente al 49′.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Alex
Alex
1 mese fa

Anche lo Spezia ci saluta. Qualcosa mi ricorda il primo anno del pidocchioso interista. g, per il bene del Cagliari, VATTENE!!!

massimiliano rossi
massimiliano rossi
1 mese fa

Ci siamo ridotti a sperare (invano) che la Sampdoria battesse Lo Spezia…che amarezza!

Tore
Tore
1 mese fa

GIULINI VATTENE, IN QUASI SETTE ANNI DI OPERATO, SEI SEMPRE RECIDIVO !!!

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da News