Resta in contatto

News

Coronavirus Sardegna con i dati aggiornati del Sassarese: 413 nuovi contagi e 6 decessi

Italia: 34.505 nuovi casi su 219.884 tamponi. 445 i morti. Forte preoccupazione in tutto il Paese per l’andamento degli ultimi dati registrati

413 nuovi casi di positività e altri 6 decessi in Sardegna, con all’interno i dati del Sassarese, aggiornati dopo il problema tecnico riscontrato ieri. Il dato, che può considerarsi gonfiato, supera quota 400 per la prima volta dal febbraio scorso, quando iniziò la pandemia anche nella nostra isola.  Dei 413 nuovi positivi, fa sapere l’Unità di crisi regionale, 280 rilevati attraverso attività di screening e 133 da sospetto diagnostico. I tamponi effettuati sono stati 4.036.  Con le 6 vittime accertate, il totale è a stasera di 247 conteggiate. Si tratta di tre residenti nel nord Sardegna, due uomini e una donna rispettivamente di 63, 81 e 87 anni, due uomini della provincia del Sud Sardegna, di 84 e 94 anni, e un ottantenne della Città Metropolitana di Cagliari. C’è un paziente in più in terapia intensiva (46 in tutto) mentre cala da 344 a 340 il numero di ricoverati con sintomi. Sono 6.982 i sardi in isolamento domiciliare.  Il dato progressivo dei casi positivi comprende 3.381 (+87) pazienti guariti, più altri 57 guariti clinicamente. Sul territorio, di 11.053 casi positivi complessivamente accertati, 2.264 (+61) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 1.763 (+58) nel Sud Sardegna, 966 (+68) a Oristano, 1.394 (+34) a Nuoro, 4.666 (+192) a Sassari.

IL SINDACO DI CAGLIARI TRUZZU FA IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

ITALIA. “Oggi i casi nuovi di contagio da coronavirus sono 34.505, non un buon segnale, anche se i tamponi sono stati quasi 220mila (219.884). I morti sono 445“. La preoccupazione dopo gli ultimi dati su tutto il territorio nazionale del Direttore Generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, intervenendo al punto stampa al ministero sulla situazione epidemiologica, è ovvia. Ieri i nuovi contagi erano stati 30.550 su quasi 212mila tamponi, 352 i morti. I pazienti in terapia intensiva salgono a 2.391 (+99 nelle ultime 24 ore). L’indice positivi/tamponi è del 15,69%. Il numero delle vittime non era così alto dal 2 maggio, quando si erano registrati 474 decessi. “Rispetto a marzo, oggi i casi di coronavirus sono distribuiti su base nazionale. Tutto il Paese è colpito: se dico ‘rosso’ vuol dire circolazione del virus elevata, se dico ‘arancione’ è lo stesso elevata perché siamo a un Rt tra 1,25 e 1,5, ci sono poi incidenze elevate anche in zone gialle dove l’Rt è sopra 1. L’incidenza – ha concluso Rezza – è elevata in tutte le regioni, la curva cresce e dobbiamo stare attenti perché la situazione di disagio è generalizzata. Una regione rossa o arancione resterà per almeno due settimane in questa condizione”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News