Resta in contatto

News

La Nuova Sardegna – Matri: “Un onore far parte della storia del Cagliari”

L’ex calciatore rossoblù, che ha da poco appeso le scarpette al chiodo, ricorda i suoi momenti nell’isola: “Orgoglioso di aver eguagliato il record di Riva”

Intercettato da La Nuova Sardegna, Alessandro Matri ha parlato del suo trascorso in rossoblù non negando una certa emozione.

IL SUO CAGLIARI.Il centenario è un bel traguardo di una società seria, organizzata, con tanti progetti. Un club che se riesce a costruire lo stadio nuovo può fare il salto di qualità. Io mi sono trovato immediatamente a mio agio in quel gruppo, con un allenatore, Marco Giampaolo, che ha creduto in me. Finchè c’è stato lui giocavo, poi facevo fatica a trovare spazio, ci ho messo un anno per diventare titolare

NELLA STORIA.Contro la Lazio ho segnato il goal numero 1000 della storia rossoblù. Di quella rete, di testa su cross di Agostini, ho la foto in camera. Mi fa piacere avere un piccolo spazio nella storia del Cagliari ma la cosa più bella resta aver eguagliato il record di Gigi Riva (sette gare consecutive a segno ndr). Lui è un monumento del calcio, per me è un onore essere riuscito in questa grande impresa. Non mi permetto di paragonarmi al più forte attaccante di tutti i tempi, però è bello e mi rende orgoglioso sapere che ho eguagliato il record di un fenomeno“.

UNICO RAMMARICO. “Peccato per la frattura con la tifoseria, mi fa male”.

CELLINO.Non posso che parlarne bene. Mi ha ripreso a Brescia ma alla fine ho deciso di andare via per divergenze che non coinvolgono il presidente. Lui mi ha lanciato nel grande calcio e negli anni ci siamo sempre sentiti. Quando ho detto sì al Milan l’ho chiamato per chiedergli dei consigli. Con me ha avuto sempre un comportamento da padre a figlio“.

LE AMICIZIE.Con Lazzari mi sento ancora, con Biondini siamo stati insieme al Sassuolo. Con Marchetti, Fini, Daniele Conti e Bianco, uscivamo sempre insieme. Con loro si è creato un rapporto di amicizia che va oltre il pallone. Abbiamo ancora una chat di gruppo. Ricordi? La vittoria a Torino con la Juventus, momenti incancellabili. Erano 40 anni che non succedeva, sono situazioni speciali che conservi nel cuore. Anche il gol segnato all’esordio è una immagine indelebile nella mia memoria“.

I LOCALI DI CAGLIARI. “Eravamo fissi da Maurizio, un bar dove andavamo a fare l’aperitivo prima della cena. Anche lui è nella chat“.

26 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
26 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pavoletti, voglia di restare. Meglio lui di Lapadula e altri?

Ultimo commento: "forse gli anni passati, purtroppo dopo l'infortunio non la prende più manco di testa...in quel ruolo ben venga Lucca dal Pisa"

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "E aperto anche il master per come gestire una società di calcio il caso di studio che verrà analizzato è il cagliari calcio affrettatevi i posti..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Fidatevi di Capozucca..... è una che vede lontano!!!!"

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "diciamo che può tornare utile come riserva"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News