Resta in contatto

News

Coronavirus, Gravina pensa ad una nuova Serie C a 20 squadre , Sibilia a far ripartire la LND

L’idea del numero uno della FIGC sarebbe quella di una terza serie con le big tra le quali Avellino, Palermo e Olbia e il ritorno alla C2 per le altre

Che la Serie C abbia bisogno di un netto cambiamento per sopravvivere è cosa ben nota a tutti. Purtroppo  l’emergenza legata al Covid-19 sta creando grosse problematiche anche alla terza realtà professionistica italiana del calcio, mettendo in evidenza tutte le fragilità economiche di un sistema che non riesce più a reggersi sulle proprie gambe. La palla è quindi passata nelle mani delle istituzioni, che da qualche mese si stanno trovando a fare i conti con uno dei momenti storici più complicati della storia dello sport in Italia. E la Serie C, resta uno dei punti di massima difficoltà, viste tutte le complicazioni legate agli interessi in ballo, al numero di squadre e alla debolezza economica. Ecco perché Gravina, presidente della FIGC, sta pensando di riformare dalla base il modello della Serie C, riportando alla luce la vecchia C2, che potrebbe andare ad accogliere tutte quelle realtà che non sono in grado di sopportare il peso del professionismo dal punto di vista finanziario.

Va comunque scritto che, l’idea al momento è poco più di una suggestione, ma c’è l’intenzione di creare una Serie C composta da 20 big, tra le quali ci potrebbero essere Avellino, Palermo e Olbia, e andare nel contempo a riformare la C2, che diverrebbe un campionato semi-professionistico, e quindi più facile da sostenere per i club, nel quale confluirebbero le altre  40 società, anche perché una Serie C a 60 squadre non è più sostenibile e il taglio delle squadre si fa sempre più urgente.

LND. Intervenuto giovedì notte a Sportitalia, anche il numero uno dei Dilettanti Cosimo Sibilia, si è espresso per il ritorno in campo a emergenza finita: “Aspettiamo senza fare previsioni, che possono essere smentite da un giorno all’altro. Come LND vogliamo portare a termine il campionato, perchè il giudice deve essere il campo e vogliamo raggiungere questo obiettivo, quando le condizioni saranno ottimali. Sono il responsabile di una miriade di società: 12000 atleti, 60000 squadre con oltre un milione di tesserati e organizziamo circa 550-600 partite l’anno. Siamo stati i primi a fermare il campionato, e per questo ringrazio anche i comitati regionali. Non vogliamo mandare nessuno allo sbaraglio. Vogliamo impiegare 40 giorni per chiudere il campionato. Si riparte dall’ultima giornata e si completa (8 partite nei Gironi del Sud e 11 per quelli colpiti dal Coronavirus). Se ci saranno le condizioni, ci si potrà allenare quanto prima, ma dobbiamo aspettare i fatti. Noi siamo pronti a discutere il tutto e raggiungeremo il risultato. Serve un fondo per questi calciatori, che vivono con i 1000 euro di rimborso spese. Dobbiamo essere sensibili e aspettiamo le decisioni. Rischieremo di perdere il 30% delle società, che moltiplicate per le squadre saranno circa 18mila: siamo lo specchio del paese”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Joao Pedro deve restare

Ultimo commento: "IN TURCHIA RESTERÀ FERMO UN MESE PER STIRAMENTO, GRANDE FORTUNA DEL CAGLIARI PER LA SUA FUORIUSCITA."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News