cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Serie A a porte chiuse, c’è il decreto: salta SPAL-Cagliari

Il Governo ha deciso per gli avvenimenti senza pubblico fino al 3 aprile. Giornata difficile: respinte le dimissioni del presidente della Lega Calcio

Lo sport non si ferma, ma prosegue mutilato, ovvero senza il pubblico, fino al 3 aprile. Nel pomeriggio il Ministro Spadafora era alla Camera per il question time proprio sul tema dei risvolti sportivi dell’emergenza Coronavirus. In serata le decisioni del Premier Conte.

IL DECRETO. “Sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano”.

“Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d). All’art 4, comma 1, si può leggere: “Le disposizioni del presente decreto producono il loro effetto dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020”.

LE NUOVE DATE DEI RECUPERI DELLA SERIE A. Il programma verrà aperto da Sampdoria-Hellas Verona, sabato sera, mentre domenica tocca a Milan-Genoa alle 12.30, poi Parma-Spal e Sassuolo-Brescia alle 15, quindi Udinese-Fiorentina alle 18 e il gran finale con Juventus-Inter alle 20.45. Per quanto riguarda le coppe europee, Valencia-Atalanta di Champions (10 marzo al Mestalla) e Getafe-Inter (Europa League il 19) si giocheranno senza spettatori.

GIONATA DIFFICILE. Dopo ore di discussioni al CONI il presidente della Lega Calcio Paolo Dal Pino (eletto neanche due mesi fa)  si era dimesso, ma le stesse dimissioni sono state fermamente respinte.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Non si placano le polemiche per la gestione dei calendari da parte della Lega Serie...
Dopo il derby genovese del marzo 2021, Claudio Ranieri e Davide Ballardini ritornano a scontrarsi...

Dal Network

Ultima gara casalinga per i neo campioni d’Italia. A inizio partita, sullo 0-0, gol annullato...
Le parole del tecnico, ex di turno, alla vigilia della delicata gara in programma domani...
Al San Nicola, davanti a oltre 33.000 spettatori, gli umbri falliscono un rigore con Casazola....

Altre notizie

Calcio Casteddu