Resta in contatto

Approfondimenti

E alla fine Giulini tolse il coperchio dalla pentola

Parole inequivocabili, quelle pronunciate dal presidente del Cagliari nella conferenza stampa di presentazione di Zenga come nuovo allenatore

PENTOLA SCOPERCHIATA. Nel caso qualcuno avesse avuto ancora dubbi sul fatto che il Cagliari fosse imploso negli ultimi mesi, per più di un motivo, Tommaso Giulini oggi ha sgombrato il campo definitivamente. Il numero uno rossoblù, durante la conferenza stampa alla Sardegna Arena che lo ha visto accanto al nuovo allenatore Walter Zenga, ha scoperchiato quel pentolone che borbottava da troppo tempo: “Da tre mesi facciamo ridere, dobbiamo innanzitutto salvare la faccia. Ci sono stati atteggiamenti sia in campo che fuori per il quale ho richiamato i giocatori. Abbiamo fatto ridere tutti. Da Lecce in poi il Cagliari non è più stato lo stesso. Stasera ho parlato con la squadra. Ho espresso la mia delusione, perché sono innamorato di questa rosa. Dopo 15 gare avevamo una delle difese meno battute. Non ho potuto far altro che fargli capire quanto ero ‘incazzato’ per questi tre mesi“.

RESET. Il presidente ha vuotato il sacco, come si dice in questi casi. Senza entrare nello specifico di episodi e protagonisti, Giulini ha lasciato intendere di essere stanco e deluso per quelle che – a quanto pare – non erano a questo punto solamente delle voci incontrollate. Castro dapprima punito per motivi disciplinari e poi ceduto; il vortice dei vocali-gossip Whatsapp che parlavano di una presunta rissa in occasione della cena di gruppo, sfociata con l’assurdo infortunio-bis di Pavoletti; la conferenza stampa di Cigarini e Pavoletti per mettere una pezza su una situazione ormai impossibile da contenere. Tanti particolari stonati, all’interno di uno spartito macchiato (seppur parzialmente…) d’inchiostro. Si sa, al giorno d’oggi ogni cosa viaggia sui social network alla velocità della luce. Il tutto a far da cornice al rendimento pessimo della squadra in campionato. Chiunque, dal primo degli addetti ai lavori all’ultimo tifoso irriducibile, ha percepito inequivocabile puzza di bruciato. Alla fine è saltato Rolando Maran: ora tocca a Zenga. La faccia tutt’altro che rilassata di Tommaso Giulini, questa sera, trasmetteva un solo termine: RESET.

119 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
119 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Forza Zenga, forza Cagliari.

carlito
carlito
2 mesi fa

Il Padrone del vapore, ancor più del Comandante ha il dovere e obbligo, di farsi carico dei problemi della nave.
In modo chiaro,preciso e definitivo!
Forza Cagliari !

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

A questo punto mi sorge un dubbio il problema era MARAN o i giocatori o società che lo boiccotavano? Stimo Giulini perché comunque credeva (e spero vivamente) lo creda ancora investendo di suo in questo progetto altrimenti avrebbe venduto e fatto cassa con Nandez rientrando in parte con le spese..ma forse doveva prendere subito dei provvedimenti ho cacciare l’allenatore o cacciare qualche giocatore di disturbo anche quelli di un certo spessore e inserire in prima squadra giovani talenti della primavera..dando un forte segno di autorevolezza e in parte di comando…sono convinto che niente è perso e che ci sono le… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Un Presidente che ama il Cagliari non dovrebbe avere dubbi su quanto accaduto, meglio mettere in castigo chi ha sbagliato, non conosco i nomi di chi alla minima difficoltà ci ha portato dalla Champions a rischiare la retrocessione, fuori rosa subito e spazio ad alcuni ragazzi di Canzi, meglio in B a testa alta che, aspettare questi ex Calciatori…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

…considerando che era conscio che stavano facendo pena, fuori e dentro il campo di calcio da ben 3 mesi…piagnucolare a marzo lo trovo ridicolo. Esonerare Maran che non aveva più da tempo il polso della situazione, integrare la rosa nel mercato invernale, (soprattutto nel reparto arretrato), e fare la “voce grossa” con qualche testa calda…erano tutte azioni da compiere con le rispettive cónsone tempistiche . Sottolinearlo e stupirsi ora, mi sembra la sfogo di uno sprovveduto che ha sperato che tutto si risolvesse magicamente senza intervento alcuno. Per me Giulini, era e rimarrà, il presidente poco competente delle imbarcate e… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Giulini… mi sa..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Severo ma giusto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Troppo tardi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Io se avessi le idee chiare, prendevo l’allenatore per il prossimo per MONITORARLO già con questi Calciatori. Non mi dite che era Zenga poiché è una BUFALA LUMBARDE! Altrimenti non si prolungava un contratto a MARAN, pertanto: non c’è stato mai un progetto! SVELATO L’ARCANO IL BLUFF DOPO LO STADIO….
PASSATI CINQUE ANNI….NISBA!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Mi meraviglio però di Maran….. tecnico bravo e di esperienza……. mah

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Strano sfogo….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Noi tifosi sapevamo. Giulini ha perso troppo tempo, doveva intervenire prima

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Troppo tardi, chiude la stalla quando i buoi sono già scappati!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ora si riparte!!!! ❤️💙💪💪💪

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Avresti dovuto esonerarlo prima, hai sbagliato anche tu si è perso troppo tempo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Finalmente, anche se questa decisione la doveva prendere da gennaio, così avrebbe liquidato i giocatori ex Chievo, sono una palla al piede……😂😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Forza presidente. Sempre forza Cagliari ❤ 💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Siete dei grandi bugiardi …il tifoso merita rispetto .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Va bene, ma se avesse sbottato un mesetto fa sarebbe stato meglio…ora avanti tutta con il nuovo mister e Forza Cagliari ora e sempre…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Comunque…. La prossima squadra di Maran sarà formata da giocatori del Cagliari provenienti dal Chievo vi piaccia o no ma sarà così😂😂😂😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Speriamo non sia troppo tardi . Io non è che mi fido di Zenga

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Caro giulini. Sei tu il responsabile di tutto ciò Buona Ventura. … In Sardegna. Grazie di tutto ciò

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Non capisco perché abbia confermato lo Staff tecnico .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Quando si vinceva maran era il genio…poi…ma dall articolo non si capisce cosa sia accaduto.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Dalla padella alla brace….spero di non fare la fine dell’Emilia di Malesani….e non dite cugurra. ..perché …è lampante l’incompetenza di molti in questa società la difficoltà a gestire casi spinosi Nandez in primi s …poi la storia di Pavoletti ..l’allontanamento di Castro e Cerri…..è potrebbe andare avanti…….lavoro sudore lavoro e poche chiacchiere…….

Maurizio Teti
Maurizio Teti
2 mesi fa

Chi ha tradito deve pagare, chiunque esso sia…..tradito il cagliari che poteva entrare nella storia, traditi i tifosi.

Giacomo pischedda
Giacomo pischedda
2 mesi fa

Forse sa qualcosa in più che noi non sappiamo, strano si esprima così, poi l’ addio di castro…troppo strano…

Agostino Giacomini
Agostino Giacomini
2 mesi fa

Come fa un presidente ad esprimersi in questi termini. Non era al bar, ma in conferenza stampa.

Marco
Marco
2 mesi fa

Aver parlato chiaro denota rispetto per i tifosi, non servivano le solite frasi di circostanza,ha detto quello che pensava sinceramente, bravo Presidente

Vrangu
Vrangu
2 mesi fa

Giulini ,dove sei stato negli ultimi tempi ,seguivi la squadra o facevi altro ?
Facendo ,adesso ,questi discorsi sottovaluti l’intelligenza dei tifosi

Jano
Jano
2 mesi fa

Giulini, hai realizzato solo il 50% dell’opera, ora dai il benservito a Passetti. Direttore Generale inadeguato.

Marco1
Marco1
2 mesi fa
Reply to  Jano

Qualcuno ha voluto autofregiarsi dei meriti di aver scovato dopo mesi di indagini 2 tifosi che poi hanno avuto il Daspo per razzismo avendo scoperto che avevano urlato qualcosa contro avversari. Ecco un esempio dei meriti di passetti, altro per il momento non mi viene in mente..

Marco1
Marco1
2 mesi fa
Reply to  Marco1

…ovviamente parlo di meriti in senso ironico, credo sia l’unico dirigente di squadre professionistiche al mondo che passa il tempo a scovare con solerzia 2 si proprio due tifosi che in una partita hanno urlato qualcosa a giocator/tifosi avversari,mentre dei cori offensivi contro di noi dagli avversari non gliene frega nulla.

Marco1
Marco1
2 mesi fa
Reply to  Marco1

…ed una volta scovati gli fa dare il Daspo a vita magari pensando di avere meriti in sede di media nazionali e in lega..

Paolo
Paolo
2 mesi fa
Reply to  Marco1

È proprio l’atteggiamento della gente come te che fa sì che in Italia più che tifare per la propria squadra si pensi ad offendere l’avversario..Se non si comincia dai propri tifosi da cosa si dovrebbe partire secondo te ? Che vuol dire che dei cori offensivi ricevuti non gli frega niente..e cosa potrebbe fare ? dare il Daspo ad un tifoso avversario a cosa serve ? gli impedisce forse di tornare a casa sua ed entrare nel suo di stadio ?

Marco1
Marco1
2 mesi fa
Reply to  Paolo

Ma ci sei mai stato in uno stadio o le partite le guardi solo in tv?? Ma ci sei o ci fai?

Paolo
Paolo
2 mesi fa
Reply to  Marco1

Si, ci sono stato ..ho visto parecchie volte il Cagliari qui a Genova dove sono nato e vivo..e che cosa vorresti dire con questo..che se vai allo stadio devi per forza insultare..non sopporto quelli che ti vogliono menare solo perchè sei dell’altra sponda e ancora meno quelli della mia sponda che vogliono menare gli avversari..così ti sta bene ?

Marco1
Marco1
2 mesi fa
Reply to  Paolo

No ovviamente non si va allo stadio con l’intento principale di menare o offendere, ma proprio a Genova dove c’è un derby cittadino dovresti sapere che durante una partita c’è anche tensione e nervosismo sia in campo che in panchina che fra tifosi, e qualche parola offensiva ci scappa anche in un contesto di trarre vantaggio dall’innervosire gli avversari, questo c’è sempre stato in passato così come c’e’ nel presente e ci sarà nel futuro. Scovare con telecamere e far dare daspo ai propri tifosi

Urru
Urru
2 mesi fa

Secondo me non è che la stima per Maran sia venuta a mancare ma era l’unica cosa che poteva fare, comunque questa è l’ora X resettiamo e ripartiamo.
Sempre forza Casteddu
Vedrete che i risultati torneranno.

Asorosa
Asorosa
2 mesi fa

Gli ultimi 2 presidenti del Cagliari stanno agli antipodi…
Uno è un mangiaallenatori, l’altro esonera quando il campionato è compromesso(al rialzo o al ribasso…).
… ma una via di mezzo no…?…
Presidente Giulini, impari dagli errori…! Suoi e degli altri.

Asorosa
Asorosa
2 mesi fa

Ma…?! Era il suo gemello che appena 3 giorni fa diceva:” La mia stima in Maran è cresciuta a dismisura”…?

Nico
Nico
2 mesi fa

Il problema è stato iniziare l’anno con un allenatore”da salvezza”.Se il Parma non avesse sbagliato la terza di campionato contro di noi Maran sarebbe stato subito esonerato e ora stavamo commentando un altro campionato.Già l’approccio sbagliato alle 2 partite togliendo cigarini da regista a favore di nainggolan ci stavano già raccontando di un allenatore in confusione buttando 2 mesi di ritiro con un Cagliari costruito su cigarini.Un altro allenatore non avrebbe tollerato mancanza di disciplina

Riccardo
Riccardo
2 mesi fa
Reply to  Nico

Beh, con Zenga Cigarini il campo lo vedrà col binocolo

RAF
RAF
2 mesi fa
Reply to  Riccardo

Speriamo 🤞

Andres
Andres
2 mesi fa
Reply to  Nico

😂😂😂

Piero
Piero
2 mesi fa

mi dispiace ma queste dichiarazioni doveva farle quando maran era ancora in carica .

Marcus
Marcus
2 mesi fa

Il presidente ha commesso l’errore di non inca..arsi prima, mentre ha continuato a dire che il crollo aveva origine dalla partita con la Lazio, crollo psicologico.
Un altro presidente avrebbe preso a calci nel c… tutti in fila allenatore e giocatori e dopo poche settimane avrebbe preso la decisione che oggi sta prendendo dopo tre mesi. A Giulini riconosco la generosità di aver messo sul piatto tanti soldi ma spero che l’esperienza lo aiuti a leggere meglio e subito le situazioni del calcio.

Barrosu
Barrosu
2 mesi fa

Era ora che il presidente si rendesse conto che qualcosa non quadrava: squadra aĺlo sbando, allenatore nel caos e presidente troppo buono. Dopo tante carote mi auguro che Giulini usi anche il bastone, visto che volente o nolente i soldi e la faccia ce li mette lui. Certi atteggiamenti in campo hanno fatto indispettire noi, figuriamoci Giulini. Non credo sia felice dell’immagine che il Cagliari ha dato a tutta l’isola è l’italia intera.

Tonyrossoblu
Tonyrossoblu
2 mesi fa

Ieri per la prima volta ho visto il presidente parlare da presidente-capo e non la solita mammoletta tutta buone maniere e college style. Quello che però che mi ha lasciato sconcertato è stata l’ammissione pubblica dei veleni dello spogliatoio, evidentemente marcio fino al midollo, altro che sano come ci hanno sempre raccontato. E poi, perché accidenti ha aspettato così tanto? Speriamo d’essere ancora in tempo per salvare la stagione

Lorenzo
Lorenzo
2 mesi fa

1) Giulini ha sperato sino all’ultimo che la squadra si ricomponesse. 2) Maran non è stato in grado di ricompattare il gruppo perdendo la bussola e non sapendo più dove andare e cosa fare; 3) alcuni calciatori hanno minato il gruppo (vedi Castro etc) e hanno fatto perdere alla squadra concentrazione e voglia di vincere; 4) la Società pur conoscendo i motivi non è intervenuta in tempo per paura di un ulteriore ammutinamento eliminandole mele marce. 5) Poi vengono anche gli errori tattici di Maran

CASTEDDAIU
CASTEDDAIU
2 mesi fa
Reply to  Lorenzo

Bravo Lorenzo, anch’io ho pensato la stessa cosa e l’avevo anche scritto che Giulini non aveva esternato pubblicamente ciò che realmente pensava, perchè inizialmente aveva ritenuto che fosse più giusto come si suol dire “lavare i panni sporchi in casa” perchè in cuor suo era convinto (o almeno ci sperava) che il tutto si sarebbe ricomposto, purtroppo le cose sono andate diversamente e quando ha capito che non c’erano più vie d’uscita ha deciso(aimè un pò tardi)di intervenire, servirà la lezione?

Giambattista Lampis
2 mesi fa

ma chi abbiamo di fronte un Giulini formato dr. Jekyll o un Giulini formato mr. Hyde, perchè una settimana fa rilasciava attestati di stima a Maran e Carli, dichiarando che c’era sintonia in Società fra lui e gli altri componenti, ieri racconta completamente un altro film, se le 2 interviste finiscono nella mani di un psicologo, questi sentenzia che la persona e quanto meno bipolare, oppure bugiarda, ora far finire questa situazione in cancrena, prima di un intervento Societario è comunque una

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Granese

sua esclusiva colpa, quello che poi ci racconta ieri aggrava la sua posizione, ma mi domando gli altri Dirigenti in Società cosa ci stanno a fare? quelli che vanno sulle televisioni a raccontarci che va tutto bene madama la marchesa, Presidente mi permetta di dargli un consiglio, se lei non ha gli attributi, si circondi di persone che gli hanno per gestire queste situazioni, che hanno l’esperienza per farlo, gli ci vorrebbe un Tare come ha Lotito, abbandoni al loro destino tutti questi Yes Men.

alberto69
alberto69
2 mesi fa
Reply to  Granese

Bravo hai perfettamente ragione…quando non si e’all’altezza bisogna almeno circondarsi di persone con gli attributi…..perche’ e’ grave che a conoscenza di una situazione grave dopo Lecce si e’ andati avanti x 2 mesi senza intervenire, pensate quante brutte figure avremmo evitato

Asorosa
Asorosa
2 mesi fa
Reply to  Granese

Granese, siamo sicuri che non sia precisa volontà del presidente circondarsi di yes man…? Ancora non sappiamo la ragione dell’allontanamento di Capozucca… Uno che di calcio e calciatori ne capiva davvero…

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Asorosa

Asorosa per quello parlo di Yes Men perché con Capozucca c’erano i bilanci in positivo e la squadra otteneva il massimo dei risultato con questa Presidenza, ma non andava bene perché? forse perché era uno forte nei numeri e osava rispondere contraddire? ho l’impressione di Si! poi è arrivato Rossi ora Carli, la squadra sino ad ora si salva all’ultima giornata e i bilanci sono in rosso, però stanno attenti a rispondere e non urtare l’umore del Presidente. siamo in 2 a pensarlo Asorosa.

alberto69
alberto69
2 mesi fa
Reply to  Granese

in tre …..se non sbaglio Capozucca aveva strappato la promessa, , a Gasperini x allenare il Cagliari in A, x non fare un torto a Rastelli……Gasperini passo’ all’Atalanta e si sono visti i risultati ( ricordiamo che Capozucca conosceva bene Gasperini da quando era a Gevona )

alberto69
alberto69
2 mesi fa
Reply to  alberto69

Genova certamente

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  alberto69

alberto69, sull’arrivo di Gasperini non c’è certezza, però Capozucca aveva pesato Rastelli in B rendendosi conto che con in mano una buona squadra non era riuscito a dargli un gioco, in A se non si ha un’impostazione di gioco è difficile marcare e fare azioni, diciamo che poi ci salvarono i gol di Borriello, ma ad inizio campionato erano imprevedibili, Gasperini divorziava dal Genova e ancora non aveva squadra, Giulini si fosse convinto Capozucca avrebbe poi fatto il resto, avevano filling.

alberto69
alberto69
2 mesi fa
Reply to  Granese

certo quante occasioni perse…..x incompetenza x approssimazione mancanza di programmazione,

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  alberto69

alberto69 diciamo che in tutte le squadre anche quelle che sono Big si fanno errori o perdono occasioni, nel calcio una sana dosi di errori è fisiologica, bisogna però non sbagliare i fondamentali, la programmazione, se poi un anno sbagli l’anno o il mercato successivo copri il ruolo, a noi occorre più tempo si cercano gli attori sbagliati, insomma è tutto un approssimarsi, quando come D.S. c’era Capozucca, aveva coperto tutti i ruoli con titolari e riserve, poi come tutti qualche giocatore,

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Granese

per via del salto di categoria l’ha dovuto sostituire, per esempio in B come centrale avevamo Salamon che ha fatto un ottimo campionato, in A è stato preso subito Bruno Alves perché Salamon non è da A, il cambio Balzano – Isla uguale, ora chi è il terzino destro? Cacciatore una partita si 2 no, che era ormai rotto si sapeva prima di farlo venire, l’anno scorso è arrivato rotto, nel Chievo aveva fatto 7 partite, altre 7 da noi, si compra uno che 2/3° delle partite è infortunato? questo è uno

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Granese

degli errori fondamentali di cui ti ho parlato prima, poi c’è l’errore di programmazione, prendi Cacciatore 34 anni può fare la nave scuola per un giovane, ma devi prendere anche un giovane affidabile, uno che è stato titolare in B che si è fatto perlomeno un campionato, poi alternandolo a Cacciatore, lo inserisci a fine anno abbiamo un titolare giovane affidabile, che ci fa comodo per il futuro, noi non si fa la programmazione, quando avremmo un terzino destro affidabile per il nostro futuro?

Gió1
Gió1
2 mesi fa
Reply to  alberto69

Aggiungo che capozucca voleva portare allora anche perin ( infortunato ma in fase di guarigione) …….ma cmq il ds migliore che il cagliari abbia mai avuto negli ultimi anni….

Barrosu
Barrosu
2 mesi fa
Reply to  Granese

Ne Jekill, ne Hyde. Semplicemente (credo) che abbia sperato fino alla fine, che la situazione potesse ricomporsi, lavando i panni sporchi in famiglia. L’errore è stato di sottovalutare gli eventi e l’eccessiva fiducia nel tecnico e in alcuni giocatori. Ora serve un uomo di polso che lasci fuori rosa chiunque possa minare la serenità del gruppo. Rimpiango Sor Carletto!

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Barrosu

Barrosu allora siamo a cavallo abbiamo ingaggiato l’uomo giusto il sor Carletto del II° millennio, ma va, io che di calcio ne ho visto abbastanza ho visto anche alcune squadre prese in mano da Mazzone, senza ne capo ne coda, mi sono detto questa volta non si salva, mi pare che vidi un Pistoiese -Ascoli o un Empoli -Ascoli non ricordo bene, lui era subentrato nell’Ascoli nelle prime giornate, una squadra formata da giovani nella quale ognuno suonava la propria musica, quel giorno persero e

Giambattista Lampis
2 mesi fa
Reply to  Granese

giocarono veramente male, alla fine del campionato con la stessa rosa si salvarono, penso che fece il miracolo di fargli dialogare fra se. L’anno scorso ho visto il Venezia, dove Zenga sbraitava con un suo giocatore, ma non aveva il modo di fare di sor Carletto che prima era un padre un insegnante di vita e di calcio, dopo il suo ciclo il Venezia non è migliorato anzi era una squadra senza gioco e che subiva la tattica degli avversari, da un padre accetti un rimprovero da un capo no!

Barrosu
Barrosu
2 mesi fa
Reply to  Granese

No Granese. Mi riferivo solo ai metodi “educativi” solitamente utilizzati dal Sor Magara. Come giustamente hai detto era prima un maestro di vita e di calcio poi. Parliamo esattamente la stessa lingua.

4 mori bolliti
4 mori bolliti
3 mesi fa

Il presidente conscio da mesi delle sciagure dentro e fuori dal campo… e poi che fa a gennaio? Praticamente nulla! Anzi…dichiara di voler arricchire la rosa con buoni elementi per festeggiare degnamente le ricorrenze. A marzo piagnucola. Se la prenda con sé stesso se non ha fatto nulla di ciò che andava fatto 2 mesi fa.

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  4 mori bolliti

Metà squadre di a anche a Gennaio un Pereiro se lo sognano, certo Cepitelli andava sostituito.

Raffaele
Raffaele
2 mesi fa
Reply to  4 mori bolliti

Caro giulini ti dovevi. Muovere prima ora rimane il solito campionato anonimo del siamo abituati.

Raffaele
Raffaele
2 mesi fa
Reply to  Raffaele

Resto

Forza Cagliari
Forza Cagliari
3 mesi fa

Non ha parlato prima sperando che la frattura si ricomponesse, poi suo malgrado ha dovuto prendere la decisione più dolorosa. Comunque questo dimostra che le colpe non erano solo di Maran, che ha avuto la colpa di non usare il pugno duro…. ma dei giocatori che a un certo punto (Lecce..ma probabilmente già prima) hanno smesso di giocare e creato tutti questi problemi

Rob
Rob
2 mesi fa
Reply to  Forza Cagliari

Contro la Lazio hanno giocato una ottima partita

Corry
Corry
2 mesi fa
Reply to  Rob

Si,fantastica!ne capisci molto di calcio sisi…

Forza Cagliari
Forza Cagliari
2 mesi fa
Reply to  Rob

E’ vero Rob! E se quella partita l’avesse vinta probabilmente oggi non staremmo qui a commentare un nuovo allenatore. Purtroppo quella partita l’abbiamo persa in modo sciagurato e da lii problemi che si potevano risolvere si sono amplificati in modo esponenziale.

Danilo BG
Danilo BG
3 mesi fa

Apprezzo ciò che ha detto Giulini, parole “Sante”,da tre mesi una sciagura dietro
l’altra. Giusto anche il richiamo ai giocatori ben pagati che hanno toppato più volte facendoci fare brutte figure sia in campo che fuori.
Adesso ricompattiamoci tutti, società, squadra e Tifosi.
Con delusione e rabbia, ma nuovo entusiamo facciamo un RESET, Zenga deve lavorare
per recuperare il tempo perduto in un ambiente sereno.
FORZA CAGLIARI !!!!!!!!!!!!!

Ludo
Ludo
3 mesi fa

Io, nelle dichiarazioni di Giulini, ho notato quanto fosse stanco di numeri, match analyst, indici di pericolosità, e tutto ciò che va oltre il Romanticismo del calcio, la poesia del passaggio filtrante, eccetera

Sergio
Sergio
3 mesi fa

Miserabili…

Moreno
Moreno
3 mesi fa

Ho letto tanti commenti,il presidente sa bene cosa è sucesso ma nn può mettersi contro i giocatori,guardate cosa è sucesso a napoli contro ancell..un vero e proprio ammutinamento. Nel calcio di oggi chi ha il controllo sono i giocatori. Chi paga sono sempre e solo gli allenatori. Forza casteddu

Fulvio Mereu
Fulvio Mereu
2 mesi fa
Reply to  Moreno

Concordo appieno. Mi dispiace per Maran che tra tutti era sicuramente il più lindo. Purtroppo penso che abbia pagato proprio per questo suo eccessivo rispesto nei confronti del prossimo. Ha sempre tenuto dentro le cose senza mai sbandare prendendosela con altri. Maran si può tranquillamente dire che è agli antipodi di Conte…!

Fulvio Mereu
Fulvio Mereu
2 mesi fa
Reply to  Fulvio Mereu

AGGIUNGO: temo che il Sig. Maran alla lunga potremmo anche rimpiangerlo…

Fabio
Fabio
2 mesi fa
Reply to  Fulvio Mereu

UN PO’ DI POSITIVITÀ FULVIO DAI!Io credo che invece Maran dovesse essere già cacciato da almeno 2mesi..avrva perso la bussola ed è giusto ripartire da zero..PREMETTO CHE NON SONO UN AMMIRATORE DI ZENGA MA SON SICURO CHE PER FARE BENE O COMUNQUE MEGLIO DI MARAN,CON QUESTO ORGANICO(ANCHE SE PECCHIAMO IN DIFESA)ci coglia davvero poco!
FORZA CAGLIARI RIPARTIAMO💪❤💙

Fabio
Fabio
2 mesi fa
Reply to  Fabio

…ci voglia davvero poco. ..

Alex Zupo
Alex Zupo
3 mesi fa

alla fine del primo tempo. Poi è vero che Pisacane come centrale si è un po’ logorato, a parte i cm che rende a molti attaccanti…(vi ricordate il 2a1 dell’Udinese? Praticamente bloccato da Okaka che con comodo serve Fofana). Comunque spero che Zenga+Canzi facciano bene e che arrivino i punti necessari per chiudere la stagione in tranquillità…Forza Casteddu!!!

Rob
Rob
2 mesi fa
Reply to  Alex Zupo

Quello di Okaka era fallo netto

Alex Zupo
Alex Zupo
3 mesi fa

Vero Pepe, come avete detto commentando un altro articolo, a Lecce e cominciato tutto, probabilmente per una serie di cause…Ceppitelli infortunato, Cacciatore che torna ai suoi acciacchi, Nandez con i problemi del contratto, Castro che gioca poco e rompe, Cigarini che non viene fatto rifiatare con Oliva, ecc ecc. Poi in difesa Lyko è stato completamente accantonato, ma ricordo che a Bergamo aveva giocato, facendo anche espellere Ilicic…anche domenica Pellegrini andava tolto…

Danilo Putzolu
3 mesi fa

Ha fatto bene il Presidente a mettere “i puntini sulle i” senza mezzi termini… spero solo che i giocatori abbiano seguito la conferenza stampa in diretta così almeno si sono gustati la faccia di chi li sta pagando profumatamente per passeggiare in campo…. e se si rompono i gioielli a Giulini allora auguri ai nostalgici di Cellino… qui si finisce nei cassonetti di serie C

Pepe Mujica
Pepe Mujica
3 mesi fa

Auguro al mister tante soddisfazioni professionali in Rossoblu.
Che il problema si sia palesato da lecce in poi si era capito così come si era capito che l’implosione era avvenuta nello spogliatoio e non in campo. La difesa granitica che abbiamo ammirato all’inizio del campionato non è diversa da quella che ha oggi a disposizione Zenga. Io sono fiducioso, soprattutto se manterrà la promessa di far giocare chi merita e non chi è più gradasso e debosciato. Non è il nome che conta è la voglia. FC

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grandissimo Herrera!!! Garra uruguagia, cuore rossoblu."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti