Resta in contatto

Rubriche

Il punto sulla A: campionato bellissimo e aperto a tutto

Lotta con colpi di scena sia per lo scudetto che per un posto in Champions e Europa League, senza considerare il rimescolamento nella zona calda

Diciamoci la verità. Finalmente una Serie A che ha tutto in gioco: dallo scudetto, alla zona Europa e, ovviamente anche la lotta per evitare la retrocessione. Nelle ultime stagioni si è spesso assistito a posizioni consolidate per lo scudetto (Juventus ndr) già a novembre, per non parlare della zona bassa. Questo campionato sta invece regalando emozioni e risultati non certo scontati.  La lotta per il tricolore è riservata a tre squadre. Oltre ai già citati bianconeri, ci sono l’Inter di Conte a -4 (fermata a Lecce domenica sull’1-1 che poteva anche essere sconfitta) e la Lazio. L’undici di Inzaghi è in uno strepitoso di forma ma anche di fortuna, come dimostrano i successi sul Cagliari e Napoli. Biancocelesti, che devono recuperare il 5 febbraio la gara con l’Hellas Verona, e virtualmente secondi.

ZONA EUROPA. Chi, tra Juventus, Lazio e Inter, non sarà sculettata a meno di quasi impossibili colpi di scena, gli altri due dei tre posti nella prossima Champions League. Dopo lo scivolone di ieri sera dell’Atalanta con la Spal, il quarto posto è della Roma impostasi  sul campo del Genoa e a +3 sui bergamaschi quinti, che non hanno ulteriormente allungato sul Cagliari sesto, ma anzi col pareggio dei rossoblù per 2-2  a Brescia, hanno perso un punto. Ma il lotto delle squadre si è ampliato, e non solo per il sesto posto. Dai 35 punti della squadra di Gasperini ai 26 dell’Hellas Verona, le pretendenti non sono poche, senza contare un Napoli comunque in difficoltà. Tra gli orobici e i ragazzi di Juric, oltre al Cagliari a 30 punti ci sono il Milan (impostosi con fortuna al’ultimo istante 3-2 sull’Udinese) e il Parma battuto dalla Juventus con 28, il Torino ko col Sassuolo in rimonta a 27. Col Napoli a 24 c’è anche il Bologna di Mihajlovic. Entrambe precedono il Sassuolo con 22.

ZONA CALDA. E’ indubbio che, il 2-1 della Spal ottenuto nel posticipo di ieri sera in casa dell’Atalanta, ha cambiato il fondo della graduatoria. Gli emiliani si sono ritrovati tra le 20,45 e le 22,35 dall’ultimo al terz’ultimo posto a quota 15 punti. Ma la strada per confermare la categoria è lunga, come quella del Genoa sceso all’ultimo posto, ma con squadra di qualità. Se la deve sudare anche il Brescia, mentre il Lecce ha dato un segnale importante, come il Sassuolo. Nel guado la Sampdoria: 19 punti non possono essere felicità per Ranieri, che attende rinforzi dal mercato.

IL PROSSIMO TURNO. Nuovo giro, nuova corsa. La ventunesima giornata, seconda di ritorno, si apre venerdì con l’anticipo (trasmesso da Sky Calcio) tra Brescia-Milan, gara che entrambe non possono permettersi di perdere. Discorso analogo per la contesa di sabato alle 15 (sempre in tv per gli abbonati di Sky Calcio) tra la Spal e Bologna. Alle 18 (Sky Calcio) una Fiorentina letteralmente rivitalizzata da Iachini, attende un Genoa ultimo. L’ultima volta al Franchi, nella gara conclusiva della scorsa stagione, entrambe hanno rischiato la retrocessione nello scontro diretto, terminato 0-0. Alle 20.45 (Dazn e Dazn1) reduce dal ko in casa del Sassuolo, il Torino cerca punti ai danni di un’Atalanta, che dal canto suo non può permettersi un secondo passo falso

La domenica si riparte alle 12.30 Inter-Cagliari, altra gara di grande interesse. Su Dazn e Dazn1 alle 15 anche Sampdoria-Sassuolo. Alla stessa ora, ma su Sky Calcio in programma Hellas Verona-Lecce e Parma-Udinese, con entrambi i confronti che si annunciano da tripla. Alle 18 il derby della capitale Roma-Lazio, mentre alle 20,45 al San Paolo ritornano da avversari Sarri e Higuian in Napoli-Juventus, evento visibile anche su Sky Sport.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Mazzarri sotto esame, da che parte state?

Ultimo commento: "Secondo me Mazzarri. Porterà a gennaio ex suoi giocatori del Torino con cui ha rischiato di retrocedere se nn fosse stato esonerato con questo ho..."

Nandez e il suo ruolo, i lettori di CalcioCasteddu stanno con Mazzarri

Ultimo commento: "Magari ,chiunque sia farebbe meglio."

Il nostro sondaggio premia Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu stanno col mister

Ultimo commento: "Il Cagliari è una squadra che per la rosa che ha non merita di retrocedere. ..."

(SONDAGGIO) Rosa corta, cosa serve a gennaio?

Ultimo commento: "Che compri giocatori utili senza scendere o regalare come ha già fatto un attaccante un centrale offensivo e un difensore esperti ma non vecchi"

Per i lettori di CalcioCasteddu è la mediana a necessitare di maggiori rinforzi

Ultimo commento: "Chi metteresti come presidente mi piacerebbe sapere i nomi di chi farebbe il bene del Cagliari e non il suo di bene soprattutto in questi tempi"
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da Rubriche