Resta in contatto

Miti

Gigi Riva

L’uomo simbolo dello scudetto ’69/’70 che arrivò a Cagliari per giocare una stagione, ma che decise di restare a vita, mettendo radici nell’Isola

Questa è la pagina dedicata a Luigi Riva, per tutti Gigi. È’ stato senza dubbio il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari, simbolo di quello scudetto, finora unico, vinto in quella che una delle date più impresse nella memoria di tutti i sardi: 12 aprile 1970.

Una storia particolare la sua. “Quando arrivai volevo subito andare via – raccontò per anni – poi la prima notte vidi dalla mia stanza d’albergo la città illuminata e decisi che Cagliari sarebbe stata la mia città come scelta di vita”. 

Cosa è stato, cosa ha rappresentato per voi Gigi Riva? Ditecelo qui.

241 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
241 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
denmila
denmila
3 mesi fa

https://www.google.com/search?q=0pPms02Ce2Pe3CUTsoBHxW9R – Qui le ragazze conoscono i ragazzi e non viceversa

Antonio
Antonio
3 mesi fa

E stato e sarà un simbolo per ognuno di noi.La sua semplicità la sua chiarezza il suo cuore e la sua intelligenza,da uno stimolo per poterlo pensare.Se ci sarebbero i nostri componenti al governo o i nostri politici a poterlo essere umili come Gigi,non avremmo i problemi di un paese in debito con tuttu e senza voglia di cambiare la sconfitta e senza possibilità di fare un gol…

Anna Cell
Anna Cell
3 mesi fa

http://trim4.me/bt1 – Qui le raagazze conosscono i ragazzi e non viceversa

Roberto
Roberto
3 mesi fa

Non ci sono più aggettivi per il nostro fenomenale Gigi Riva. Se giocasse in questo periodo sarebbe il migliore giocatore del mondo….. lui continuerebbe a giocare nel suo Cagliari rinunciando ai milioni di euro che gli offrirebbero tante squadre nel mondo.
Grande Gigi e auguroni per la salute.
Roberto

Ferdinando
Ferdinando
3 mesi fa

Gigi sei stato il nostro simbolo, tu eri il Cagliari, sei il Cagliari, per sempre sarai il Cagliari. Ti ho visto giocare, ti ho ammirato ti ho parlato. Sei e sarai per sempre il Cagliari! Ringrazio il mio grande padre per ogni volta che mi ha portato a vedere il Cagliari e poterti ammirare. Ferdy

Riccardo
Riccardo
4 mesi fa

Aggiungo,inoltre,che il suo esempio – ovvero,quello di dimostrare al mondo che per vincere e raggiungere traguardi, all’apparenza imposiibili, non necessariamente bisogna avere il supporto dei potenti – dovrebbe essere emulato non solo nello sport ma,anche,in tutti i settori della vita sociale. Lui avrebbe potuto facilmente usufruire di quel vantaggio: ma non lo volle. Grazie anche per questa lezione di vita,sei e rimani un campione anche fuori dal rettangolo verde.

Riccardo
Riccardo
4 mesi fa

Ho cominciato a interessarmi di calcio che avevo 11 anni e, guarda caso, in occasione del campionato 69-70. Da quel momento mi sono sentito pervadere da una passione travolgente che non mi ha mai abbandonato, da un senso di appartenenza motivato dall’orgoglio di essere sardo.Sono arrivato a vivere la mia esistenza di adolesciente a pane e Gigi Riva,tutto mi riconduceva, inesorabilmente, alle eroiche gesta di questo grande campione e dei suoi magnifici compagni. Grazie di cuore Gigi.

Max55
Max55
4 mesi fa

Bisognerebbe fare conoscere di più ai giovani quello che ha fatto Riva x la Sardegna e per il Cagliari.
Una tristezza sentire dai giovani ..”chi è Riva ?”..

Dario Goracci
Dario Goracci
4 mesi fa

Penso a Riva e rivedo mio papa’che si rotola sul letto dalla gioia dopo il goal in tuffo di testa alla Germania est…son passati 50 anni,sembra ieri!

Pieragelo Agattau
Pieragelo Agattau
4 mesi fa

Un big

Pietro
Pietro
5 mesi fa

L’incontro al Sant Elia era con la Massese

Lele
Lele
5 mesi fa

Rispondo alla precisazione di bruno..infatti io ho scritto a marassi di genova stadio luigi ferraris..e no santelia..il santelia e stato innagurato nel 70 coppa italia se nn sbaglio contro il siena vinto..4a0.

Lele
Lele
5 mesi fa

Io sn del 1961 e riva per me rappresenta la mia giovinezza e il cagliari io sn siciliano ma amo il cagliari e lui mi ha spinto di piu ad essere rossoblu a settembre del 69 avevo 8 anni e alla prma giornata ero a marassi di genova a vedere riva contro la samp.peccato per il risultato zero a zero ma ho visto gigi e il grande cagliari che sarebbe diventato campione d italia.forza sempre cagliari

GIOVANNI MONTANTI
GIOVANNI MONTANTI
5 mesi fa
Reply to  Lele

Alcune coincidenze: anch’io siciliano, anch’io devo a Riva il tifo per il Cagliari, anch’io ero allo stadio (questa volta il Sant’Elia) per la prima partita del Cagliari con lo scudetto sulle maglie, e proprio con la Samp…e gol di Riva su rigore… Da Trapani, tifoso del Cagliari dal 1970

Antonio
Antonio
5 mesi fa

Sono nato nel 1960 e Gigi Riva è stato il mito della mia infanzia. Ho avuto la fortuna di vedere il Cagliari all’Amsicora e ricordo una vittoria 3-2 in rimonta contro l’Inter di Herrera nel 1968 (con un gol di Gigi ovviamente). Ho sempre sognato di conoscerlo e un giorno ho avuto la fortuna di incontrarlo all’aeroporto di Elmas. Gli ho detto che era tutta la vita che aspettavo questo momento e lui ha riso e mi ha stretto la mano,chiacchierando tranquillamente. Modesto, gentile, un Grande.

Leonardo Tilocca
Leonardo Tilocca
5 mesi fa

Una leggenda vivente. Un grand’uomo che ci ha regalato onori e gloria solo per amore della nostra terra e del nostro popolo. Un sardo più di tutti i sardi.

pasquale ticca
pasquale ticca
5 mesi fa

era la forza della natura….” il migliore nell’interpretazione del ruolo di punta al mondo di tutti i tempi.
In grado di fare reparto da solo e far ballare gli avversari fino all’ultimo minuto di qualsiasi partita.
Strepitoso e imprevedibile .
Il suo mito resiste anche alla esplosione di nuovi campioni attualmente quanto verrebbe valutato ???????? visti i valori circolanti??????

Enzo Minichelli ok
Enzo Minichelli ok
5 mesi fa

Gigirriva non è stato il mito è il mito….

Sebastiano
Sebastiano
5 mesi fa

Mi piacerebbe tanto rincontrarlo,scambiare qualche parole e dirle soprattutto grazie per tutto quello che ha fatto per la Sardegna e per aver riempito noi Sardi di orgoglio!!! Ti vogliamo un mondo di bene…come sempre FORZA GIGI! PER SEMPRE FORZA CASTEDDU!!!.

Maurizio
Maurizio
6 mesi fa

Io sono del 72 e purtroppo nn ho potuto godere delle gesta del mio campione, del mio idolo, dell’uomo che con la sua scelta di sposare questi colori, questa bandiera e questa terra ci ha reso orgogliosi. Mi accontento comunque di avere un quadro con la sua foto esultantein una parete di casa mia.
Come te nessuno mai grazie Gigi e Forza Casteddu!!♥️💙

Pito
Pito
6 mesi fa

Quando vedo un giocatore con il numero 11 penso a GIGI.Quel numero emoziona ancora come ai vecchi tempi. Era uno spettacolo!

Bruno
Bruno
6 mesi fa

Quando penso a Gigi una strana sensazione pervade il mio animo, è un misto di tenerezza di poesia, di rimpianto.
Tenerezza perché la sua infanzia mi ricorda la mia. Il collegio, la mamma vedova, i sacrifici e quella atmosfera e quelle paure che solo un orfano conosce. Poesia perché ogni suo gesto era un attestato di dignità e nobiltà, era uno scandire di parole silenziose che esprimevano nobiltà e valori.
Rimpianto perché so che un uomo così grande e generoso non lo incontrerò mai nella vita.
G

Sauro
Sauro
6 mesi fa

Il mio grande cagliari è tornato attenzione voi grandi

Sauro
Sauro
6 mesi fa

Il mio grande cagliari é tornato tremate grandi.

Mario
Mario
6 mesi fa

Sei stato un mito per Quell isola meravigliosa e quella gente fantastica e vera 6. Per me che ora ho 60 anni, sei stato la rivincita di un figlio di sardo emigrato al nord, che ha dovuto subire gli sberleffi dei suoi coetanei, tifosi di grosse squadre. Grazie a te e a quel fantastico scudetto che tutti i ragazzi di quel bellissimo Cagliari, mi sono preso la rivincita che tanto volevo. Mi piacerebbe incontrarti per stringerti la mano e dirti grazie gigi grazie di cuore

Andrea
Andrea
6 mesi fa

Di campioni ce ne sono stati tanti, ma di campioni nello sport e nella vita pochi!!! Un esempio di coerenza e classe!!! THE GREATEST

Peppe
Peppe
7 mesi fa

Solo una parola.UNICO.ha scelto la parola data anziché i milioni.GIGI UNO DI NOI. IL SARDO DI LEGGIUNO

Antonio
Antonio
7 mesi fa

Un gigante del calcio.
Per serietà e coerenza di vita.

Carlo
Carlo
7 mesi fa

Il Mito! Perché come tutti i miti é irraggiungibile, per quello che ha fatto da calciatore e nella vita mostrando orgoglio temperamento e fierezza, in cui si sono rispecchiare le migliori virtù del popolo sardo, che lo ha accolto e lo considera un figlio di questa terra. Per sempre meriterà il nostro amore e rispetto.

ernesto
ernesto
7 mesi fa

Gigirriva… il più forte che abbia mai indossato la maglia rossoblù,un grande in campo e fuori riservato e schivo al clamore di grandi piazze…. un onore, per me che sia nato il 7 novembre, giorno del mio onomastico

Giuseppe Puggioni
Giuseppe Puggioni
7 mesi fa

Ti sarò eternamente grato per tutto quello che hai fatto per la Sardegna,ormai casa tua.
Un abbraccio,spero un giorno di stringerti la mano.Ciao grande Gigi.

mario
mario
7 mesi fa

Nel paese natale, gli hanno dedicato una via , non vedo perché non dovremmo dedicargli il nome dello stadio, dopo tutto quello che ha fatto..

Sergio
Sergio
7 mesi fa

Eterno Gigi. Lo stadio del Cagliari sarebbe il più bello del mondo se portasse il tuo nome.

enrico porcu
enrico porcu
7 mesi fa

Se avessi la fortuna di stringergli la mano piango una settimana

pinu panu
pinu panu
8 mesi fa

un anedotto: lavoravo negli anni 70 all’eroporto di Linateal check-in, ero l’unico sardo.Quando passava Gigi Riva, i miei colleghi , se non ero seduto al banco, dicevano tra di loro “chiama Spanu che c’è Gigi Riva” e lui si voltava e non vedeva nessuno.un giorno al check-in c’era Gigi Riva, mi chiamarono e mi disse ” ah Lei è Spanu, finalmente la conosco” Andammo insieme al bar e Lui volle offrirmi il caffé. Parlammo un pò, lo rividi ancora un paio di volte.Grande uomo, auguri Gigi:

Pinu
Pinu
8 mesi fa

Che dire non ci sono parole,sei un mito con un cuore grande.Hai fatto scrivere,conoscere, la nostra terra e la gente che ci vive, in tutto il mondo. Purtroppo giocatori del tuo calibro,ne nasce uno ogni secolo.Ti ringrazio per tutto ma sopratutto per il sudato scudetto! .Auguri di cuore e forza Castedddddduuuu

Agu
Agu
8 mesi fa

Auguri campione!! e grazie per tutta la vita

Silvio
Silvio
8 mesi fa

GIGGIRIVA HA SDOGANATO LA SARDEGNA RENDENDOLA GRANDE AGLI OCCHI DEGLI ITALIANI.
L’HA FATTA CONOSCERE E AMARE DA TUTTI ! POI CI HA REGALATO L’UNICO (PER ORA) SCUDETTO DELLA STORIA.
DIRE CHE È UNICO MI PARE RIDUTTIVO.
LUI È TUTTI NOI ! LUI RAPPRESENTA UN POPOLO FIERO CHE DOVREBBE DAL SUO ESEMPIO PRENDERE IL MEGLIO E DIMOSTRARE CHE SIAMO ANCORA GRANDI.
FORZA CASTEDDU
RIVA PER SEMPRE

Brando
Brando
8 mesi fa

A 13 anni prima partita vista al Sant’Elia dopo lo scudetto contro il Napoli, punizione in favore del Cagliari al limite dell’area di rigore, con mio grande stupore tutta la gente intorno a noi esultò come se avessimo segnato, non capivo tutto quell’entusiasmo. Riva piazza la palla e, ovviamente, gran goal. Da allora anche per me come per il tifoso di Oristano una punizione dal limite era un potenziale goal. Auguri al Grande GiggiRiva

Pippo
Pippo
8 mesi fa

Sono a Padova da 40 anni e uno zio di mia moglie tifava Padova ma x amore di giggi riva aveva il Cagliari nel cuore

Pippo
Pippo
8 mesi fa

Ciao giggi nostru sei unico

Gian Carlo Podda
Gian Carlo Podda
8 mesi fa

Ero ragazzino e con mio padre e tre suoi amici partivamo da Oristano con un Austin A40 celestina panini imbottiti e due ore prima allo stadio per prendere i posti migliori. Quando Riva prendeva il pallone vicino all’area di rigore o tirava una punizione mi saliva il cuore in gola perchè sapevo che era un potenziale goal. Sensazione irripetibile! Purtroppo mio padre morì nel febbraio del 67 e non potè vedere cio che sarebbe successo dopo. Grazie ancora Gigi e forza Cagliari sempre.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

La Leggenda

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Un Mito e nessuno come Gigi Riva ha messo radici in Sardegna come lui stesso ha detto Io Mi Sento A Casa mia ,onore a te mitico Rombo di Tuono ❤️?❤️?❤️?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Tanti auguri

Beppe Mangili
Beppe Mangili
8 mesi fa

Eravamo una famiglia povera e mio papà con tanti sacrifici mi porto allo stadio di Bergamo a vedere Riva..da quel giorno nn ho più smesso di tifare Casteddu e il grande Rombo di tuono. Tanti auguri da un bergamasco..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

IL MITO, UNICO, INIMITABILE.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

La risposta che tutti davano era!VOGLIAMO VEDERE GIGI RIVVA E NENE”.Molti di questi tifosi erano senza biglietto e spesso avevano delle corde con agganciato un grande gancio che lanciavano sul muro dell’Amsicora.Correva l’anno 1968-1969.Auguri Gigi Riva e un pensiero a Nenè

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Grande grande grande

francesco
francesco
8 mesi fa

Auguri, “MITO”. Il Cagliari nel cuore per merito tuo. Abito in Calabria e domenica, per la prima volta, saro’ allo stadio a cagliari per tifare a squarcia gola “FORZA CAGLIARI”. Il sogno sta per avverarsi, non vedo l’ora. Dopo 51 anni potro’ godere della rinomata ospitalita’ sarda, ma sentirmi anche a casa mia. FINALMENTE.Grazie Gigi Riva per le emozioni bellissime che mi hai fatto provare quando giocavi e che ancora provo, fortissime, per questa squadra. FORZA CASTEDDU SEMPRE.

Gian Carlo Podda
Gian Carlo Podda
8 mesi fa

Mi comuove leggere i commenti di tifosi del Cagliari che non sono sardi ma che ammirano Gigi Riva come giocatore e come uomo che ha fatto conoscere Cagliari e la Sardegna in tutto il mondo.
Auguri Gigi e grazie per tutto quello che hai fatto!

Altro da Miti

  • Massimiliano Cappioli

    La puntata odierna sui miti del Cagliari è dedicata all’esterno destro protagonista del triplice...

  • Tiddia Tiddia

    Mario Tiddia

    Prima arcigno difensore, poi allenatore innovativo che si fece le ossa alle spalle di...

  • Carmine Longo

    Arrivato come consigliere personale di Tonino Orrù nel lontano 1987, diventò ben presto un...

  • Josè Oscar Herrera

    Il centrocampista uruguaiano è una pietra miliare della squadra rossoblù dei primi anni novanta...