Resta in contatto

Rubriche

Il punto sulla Serie A: c’è anche il Cagliari dietro Juventus e Inter per un posto in Europa

21 punti in nove gare dopo la partenza falsa contro Brescia e i nerazzurri di Conte stanno certificando la qualità dei rossoblù

Come ci sta bene il Cagliari al quarto posto. No, non stiamo sognando, ma la classifica è reale. Pensare che i ragazzi di Maran hanno conquistato 21 punti in nove giornate e non nelle undici complessive, per una partenza ad handicap con due sconfitte di fila alla Sardegna Arena con Brescia e Inter. Da quel momento i rossoblù hanno iniziato a far punti con la vittoria per 3-1 a Parma, scalando la graduatoria fino a raggiungere le soglie da quel gradino più basso del podio della Serie A, appannaggio per un solo punto in più (22 contro 21) della Roma, che con Olsen e compagni ha pareggiato solo per la sfortunata autorete di Ceppitelli sul cross in area di Dzeko. Come abbiamo riportato ieri in questo pezzo, il Cagliari è quinto per punti ottenuti lontano dall’isola, anche se il ruolino casalingo sta decisamente migliorando nelle sei partite giocate. Domenica arriva la Fiorentina, formazione indecifrabile, partita male e poi capace di inanellare una serie di risultati utili, per poi rallentare di nuovo. Ecco perché occorrerà massima attenzione per ottenere altri tre e proseguire questa marcia fantastica.

COSA HA DETTO L’UNDICESIMA GIORNATA. Oltre al trionfo del Cagliari per 2-0 in casa dell’Atalanta, l’undicesimo turno andato in archivio ieri sera con la vittoria nel finale della Sampdoria di Ranieri in casa della Spal, ora ultima insieme al Brescia di Cellino (che ha esonerato il tecnico Corini) ha mantenuto le due posizioni di vertice inalterate. La Juventus capolista, tra mille polemiche Var, ha vinto il derby per 1-0 sul Torino ed ha mantenuto la testa per un punto sull’Inter vittoriosa a fatica al Dall’Ara contro un ottimo Bologna. Già scritto della Roma terzo, dopo il 2-1 sul Napoli e del Cagliari quarto, i rossoblù sono affiancati a quota 12 punti proprio dai bergamaschi e dalla Lazio, che giocherà alla Sardegna Arena il prossimo 16 dicembre. Napoli e Fioretina, fermata in casa domenica scorsa dal Parma, seguono staccate dal terzetto appena citato rispettivamente di 3 e 5 punti, con i viola che hanno una lunghezza di vantaggio sul sorprendente Hellas Verona di Juric, che sta facendo un grande campionato. Peccato che alcuni suoi tifosi, con comportamenti inaccettabili sugli spalti, stiano oscurando quanto messo in pratica dai loro beniamini.

 ZONA BASSA. Sette i punti di differenza dal decimo al ventesimo posto. Il parma a quota 14 al momento si sente tranquillo, ma non può cullarsi troppo, visto che alle spalle c’è un Milan battuto in casa dalla Lazio, che ha le potenzialità per essere più su in classifica, come il Torino di Mazzarri (un punto colto in modo fortunato col Cagliari nelle ultime giornate) che resta in una posizione non gratificate, del resto come il Sassuolo, che De Zerbi fa giocare bene, ma difensivamente concede troppo. Discorso a parte merita il Bologna. I felsinei se la giocano con chiunque, ma nelle ultime partite hanno vinto solo col Brescia e i 12 punti non sono rassicuranti, anche se la squadra è abbastanza competitiva. Chiudono la graduatoria, prima della coppia Spal-Brescia, con i lombardi che devono recuperare il 18 dicembre la sfida casalinga con il Sassuolo. Il Lecce di Liverani, beffato due volte nel finale nelle ultime due partite da Sampdoria e Sassuolo e il Genoa di Thiago Motta, che ha perso malamente a Marassi con una Udinese senza l’esonerato Tudor in panchina e con Gotti ad interim.

IL PROSSIMO TURNO.  Dodicesima giornata, come di consueto spalmata in tre giorni da venerdì a domenica, che precede la terza sosta per le nazionali in programma a cavallo del 17 novembre. Si riparte venerdì alle 20,45 con Sassuolo-Bologna (Sky Calcio), derby emiliano tra due squadre che puntano a togliersi il prima possibile dalle sabbie mobili della graduatoria. Sempre su Sky Calcio, ma sabato alle 15 e alle 18, si giocano Brescia-Torino e Inter-Hellas Verona, mentre su Dazn e Dazn 1 (Sky Sport canale 209) ci sarà la diretta di Napoli-Genoa, gara che per motivi diversi di classifica, vale tantissimo per entrambe le contendenti, discorso che va fatto anche per il match del Rigamonti. Cagliari-Fiorentina, sempre su Dazn e Dazn 1 (Sky Sport canale 209) apre il programma domenicale, che alle 15 proseguirà con Udinese-Spal, ancora su Dazn e Dazn 1 (Sky Sport canale 209), Sampdoria-Atalanta e Lazio-Lecce, che invece verranno irradiate su Sky Calcio. Il penultimo incontro è il posticipo delle 18 tra Parma e Roma (Sky Calcio) che precede la contesa tra Juventus e Milan delle 20,45, in onda oltre che su Sky Calcio anche su Sky Sport.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche