Resta in contatto

Rubriche

Primavera 1, Cagliari al top nonostante la sconfitta con l’Atalanta campione d’Italia

Per lunghi tratti i rossoblù hanno giocato alla pari della squadra di Brambilla impostasi 2-1 nel match di sabato per un errore della difesa nel finale

La prima sconfitta in campionato non è un dramma per il Cagliari di Max Canzi. Il 2-1 rimediato nella partita di sabato al Centro Sportivo di Assemini, è arrivato solo nel finale per un errore della difesa dopo il pareggio meritato ottenuto la Ladinetti, che ha regalato all’Atalanta campione d’Italia un successo a quel punto che sembrava insperato. Per una settimana, complice la gara in meno giocata dai bergamaschi, i rossoblù hanno vissuto un grande momento in testa alla guida della classifica. Ma la sconfitta non ridimensiona di certo Lombardi e compagni. Anzi, semmai ha regalato certezze ai giocatori e al suo tecnico. Non a caso, nel dopo match, Canzi, pur rammaricandosi per l’errore finale si è detto certo che squadra e società puntano a traguardi importanti: “Accettiamo il risultato e continuiamo a lavorare. Abbiamo le capacità e caratteristiche per diventare una grande squadra, dobbiamo imparare a gestire i momenti, sia quelli complicati sia quelli di euforia. Sono convinto che possiamo arrivare lontano”. Parole assolutamente condivisibili.

COSA HA DETTO LA GIORNATA. Il settimo turno, oltre al sorpasso in vetta dell’Atalanta sul Cagliari, ha messo in evidenza la vittoria importante della Roma, 4-2 a Sesto San Giovanni, contro l’Inter, che ha fatto balzare i ragazzi di Alberto De Rossi al terzo posto dietro nerazzurri orobici e rossoblù sardi. Al quarto posto il Genoa, fermo a quota 13 punti, che precede l’Inter a -12 e la Fiorentina a 10, entrambe con una gara in meno. Bologna e Sampdoria a 9, sono in mezzo al guado tra la zona play-off e quella salvezza diretta, play-out e retrocessione che riguarda gli ultimi due posti. A guidare questo plotone con 7 punti sono in tre: Pescara, Torino e Lazio, che hanno una punto di vantaggio su un altro terzetto composto da Empoli, Juventus e Napoli. Al momento, ma sono state disputate sette giornate su un totale di trenta, sarebbero retrocesse in Primavera 2, Chievo Verona e Sassuolo.

 LA PROSSIMA GIORNATA. Niente anticipi e posticipi nell’ottavo turno, che si apre sabato alle 11 con Fiorentina-Genoa, mentre alle 13 a Bogliasco la Sampdoria ospita l’Inter. Cagliari in campo a Pescara, contro l’undici di Legrottaglie alle 14,30, alla stessa ora si disputano Chievo Verona-Torino e Bologna-Empoli. Alle 15 Napoli-Sassuolo. Infine domenica, alle 10 l’attesa sfida Roma-Atalanta e alle 14 Lazio-Juventus.

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Roy 58
Roy 58
1 anno fa

Il campionato è lungo, fin qui avete fatto molto bene, l’ultima partita è stata giocata alla pari, nonostante la beffa finale, non abbattetevi e rimboccatevi le maniche, vi prenderete ancora tante soddisfazioni…

Sergio
Sergio
1 anno fa

Forza piccioccheddusu…il calcio non regala nulla…ma se arrivi, fine dei problemi economici per te e per varie generazioni

Giambattista Lampis
1 anno fa

Ho visto gran parte della partita, l’Atalanta a detta del cronista aveva diversi debuttanti o perlomeno giocatori che avevano calpestato il campo solo per spezzoni di partita, Il Cagliari si faceva girare palla ma prevalentemente nella propria metta campo, loro mi sono sembrati più concreti negli scambi insomma più squadra, meglio strutturati fisicamente, il loro centravanti titolare subentrato a circa 30 dal termine ci ha messo pochi minuti per dare l’assist vincente all’atra punta.

Giambattista Lampis
1 anno fa
Reply to  Granese

Se abbiamo fatto tutti quei punti non siamo in quella posizione di classifica per caso, ma i giovani della Dea hanno qualcosa in più, una settimana fa hanno vinto la Supercoppa contro la Fiorentina e sono primi in campionato, come l’anno scorso e l’altro anno scorso ecc, ha detto bene il Mister “abbiamo le capacità e caratteristiche per diventare una grande squadra”, ecco la parola giusta diventare! che è differente ad esserlo. Abbiamo fatto passi da gigante, continuiamo a crescere.

PaoloS
PaoloS
1 anno fa
Reply to  Granese

L’atalanta ha pure un gran portiere che neutralizzato le svariate azioni del comparto cagliaritano, però il gol della loro vittoria si poteva evitare se il nostro portiere fosse uscito su quella palla nella sua zona. Il terzino destro già ammonito era fuori posizione ma anche un fallo da espulsione sarebbe stato utile se riusciva a bloccare il contropiede avversario. Comunque servirà x migliorarsi nelle prossime gare.

Sandro
Sandro
1 anno fa
Reply to  PaoloS

Manca il verbo….che neutralizzato…no?

PaoloS
PaoloS
1 anno fa
Reply to  Sandro

Si manca “ha”, ormai non posso più aggiungerlo….pazienza.

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Radja, una storia di vita che sembra un film

Ultimo commento: "Sono belle cose, complimenti vivissimi, dev'essere stata un'esperienza incredibile."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "e quando e' tornato da avversario si e' commosso e al secondo tempo il tecnico del toro l ha sostituito ricordo molto bene..."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Cagliari per sempre!!! Riva un eroe,come gli eroi della mitologia!!"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Fu allenatore forse nel mio momento migliore, la passione per il Cagliari me la trasmise Gigi Riva, ma quando Mario Tiddia ne divenne l’allenatore,..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Un fuoriclasse VERO. Grande anche dal punto di vista umano, amato in tutte le piazze in cui ha giocato. Se solo fosse arrivato prima al Cagliari."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Rubriche