Resta in contatto

News

Nainggolan/1: “A Cagliari sono sempre stato rispettato”

Prima parte dell’intervista fatta al numero 4 del Cagliari che si apre con Diletta Leotta ai microfoni di Dazn. Dagli addii di Roma e Milano, al ritorno in Sardegna

Una lunga chiacchierata, a 360 gradi. Parla di tutto Radja Nainggolan, nell’intervista fatta da Diletta Leotta proposta dal canale sportivo Dazn. Nella splendida cornice di Cagliari, tra Marina Piccola e Calamosca, ecco raccontare gli addii a Roma e Milano, il ritorno a Cagliari, il carattere, la scaramanzia acquisita.

“In ogni posto dove sono andato sono stato bene”, spiega Nainggolan, “qui a Cagliari però sono diventato uomo. A Roma sono molto giocherelloni, anche là mi sono trovato bene. A Milano è stato molto bello, compagni eccezionali: una piazza davvero grande. Insomma, ogni posto mi ha lasciato qualcosa di positivo”. 

IL RITORNO IN SARDEGNA. “È stata una scelta semplice: Giulini mi ha chiamato per tornare, magari non subito. Invece alla fine abbiamo accelerato i tempi. Hanno inciso molto anche i problemi personali, ogni tanto bisogna essere uomini anziché pensare sempre alla carriera”.

LA MAGLIA NUMERO 4. “Se volevo solo la maglia numero 4 per tornare a Cagliari? Certamente (ride), me la dovevano liberare a prescindere. Scaramantico? Prima di venire a Cagliari non lo ero, poi arrivo qui e vedo Daniele Conti che bacia mille braccialetti, il presidente Cellino che non voleva che usassimo maglie numero 17, niente scarpe viola e così via. Ma io poi le scarpe viola le ho usate lo stesso…”.

IL RAPPORTO CON CELLINO. “Con lui avevo un grandissimo rapporto, è sempre stato di parola. È un grande intenditore di calcio, lo rispetto tanto, gli devo tanto. I primi anni non ho seguito alcune regole di comportamento e giustamente per un po’ sono stato messo fuori rosa. Ma dagli errori si impara”.

IL RAPPORTO CON CAGLIARI. “Qui sono stato sempre rispettato, vuol dire che qualcosa di buono l’ho fatto. La squadra? quest’anno abbiamo grandi individualità, se si riuscirà a far crescere la qualità collettiva allora possiamo fare un bel campionato”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pavoletti, voglia di restare. Meglio lui di Lapadula e altri?

Ultimo commento: "forse gli anni passati, purtroppo dopo l'infortunio non la prende più manco di testa...in quel ruolo ben venga Lucca dal Pisa"

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "E aperto anche il master per come gestire una società di calcio il caso di studio che verrà analizzato è il cagliari calcio affrettatevi i posti..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Fidatevi di Capozucca..... è una che vede lontano!!!!"

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "diciamo che può tornare utile come riserva"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News